Jonas. Studi di psicoanalisi applicata

Direzione editoriale: Massimo Recalcati

Comitato direttivo: Paolo Candido, Mariela Castrillejo, Fabio Galimberti, Franco Lolli, Giovanni Mierolo, Chiara Oggionni, Maria Teresa Rodriguez, Anna Zanon, Uberto Zuccardi Merli

Comitato di redazione: Debora Azzi, Simona Bonifati, Aurora Mastroleo

La collana si propone di ospitare contributi di ricerca intorno ai cosiddetti nuovi sintomi (anoressie, bulimie, dipendenze, attacchi di panico, depressioni) e, più in generale, intorno alla declinazione contemporanea del disagio della civiltà.
La forma storica attuale di questo disagio si realizza come un'economia del godimento fondata sulla moltiplicazione degli oggetti-gadget e come una padronanza del sapere tecnico-specialistico che cancella il tratto particolare del soggetto. Il disagio della civiltà contemporaneo ha cambiato di segno rispetto alla sua dimensione freudiana (disagio come manifestazione del conflitto tra particolare e universale): nell'attualità il soggetto patisce il declino del valore simbolico del limite garantito dal carattere istituente della legge edipica.
La dimensione della psicoanalisi applicata alla terapeutica costituisce il campo di esperienza privilegiato da Jonas. Esso condivide una prospettiva etica di fondo: non abbandonare la terapeutica nelle mani di un discorso "specialistico" che abolisca la particolarità del soggetto, ma preservare invece questa particolarità come centrale nell'ambito della cura.

(leggi tutto)

La ricerca ha estratto dal catalogo 18 titoli

Francesco Giglio

Aprire il discorso.

Supervisione psicoanalitica, istituzioni e clinica dell'adolescente

Questo libro nasce da un’esperienza clinica sul “campo” ed è basato sulle registrazioni delle discussioni cliniche e degli interventi di operatori di diverso orientamento teorico e con professionalità differenti: assistenti sociali, educatori, infermieri, medici, psichiatri, psicologi, psicoterapeuti. Il risultato è un volume adatto a stimolare riflessioni cliniche nei professionisti della salute mentale, ma che consente pure a tutti i curiosi della psicoanalisi clinica di penetrare con sufficiente chiarezza nel labirinto delle logiche terapeutiche analitiche.

cod. 1030.18

Mauro Milanaccio, Ombretta Prandini

Psicoanalisi e istituzioni.

Logiche di una cura e pratiche istituzionali

Il volume indaga il rapporto tra psicoanalisi e istituzione. I contributi raccolti danno testimonianza di un’esperienza clinica che intende mettere alla prova la psicoanalisi nel trattamento del disagio contemporaneo. La tensione tra psicoanalisi e psicoterapia, la clinica psicoanalitica in una istituzione aperta al territorio e in collaborazione con le sue agenzie educative, la riflessione sul soggetto non riducibile all’individuo, sono gli assi portanti sui quali Jonas fonda la sua missione clinica, sociale e politica.

cod. 1030.17

Mariela Castrillejo

Il soggetto fuorilegge

Psicoanalisi, legalità e diritto

Sono pochi gli studi che indagano il rapporto tra Psicoanalisi e Diritto. In questo libro il lettore troverà diversi esempi che illustrano la pratica dello psicoanalista nel suo lavoro con le istituzioni che hanno a che fare con la giustizia: il tribunale, la polizia, i servizi sociali, i servizi per le tossicodipendenze…

cod. 1030.16

Michele Angelo Rugo, Erika Minazzi

Uno per tutti, uno per uno

La cura residenziale dei disturbi del comportamento alimentare

Nella vasta letteratura relativa ai disturbi del comportamento alimentare, pochissimi sono i testi che si riferiscono al trattamento residenziale. In questo libro viene descritta l’importanza di un approccio multidisciplinare integrato e gli effetti terapeutici che tale modalità di cura sortisce.

cod. 1030.15

Antonella Ramassotto

Il nodo e il cerchio

Riflessioni su gruppi e istituzioni

La parola non ha solo il dono di dire le cose, ma è il dono che impone all’uomo di stabilire relazioni. Questo volume raccoglie le molte declinazioni di un lavoro con i gruppi condotto da chi si affida alla creatività della parola per costruire i modi e i tempi per restituirla all’ascolto.

cod. 1030.14

Laura Porta

Corpi ipermoderni.

La cura del corpo in psicoanalisi

Questa raccolta di testi clinici riprende e, insieme, attualizza fortemente un tema classico della psicoanalisi, quello del rapporto tra il corpo e il soggetto dell’inconscio.

cod. 1030.13

Nicolò Terminio

La generatività del desiderio.

Legami familiari e metodo clinico

Il libro – indirizzato a psicoanalisti e terapeuti della famiglia – presenta una prospettiva inedita, dove gli studi e le ricerche sul “famigliare” dialogano con le evidenze cliniche della psicoanalisi e della psicopatologia. Il testo offre una visione complessa che riesce a coniugare l’attenzione per la singolarità del caso clinico con le esigenze del rigore scientifico.

cod. 1030.12

Fabio Tognassi, Uberto Zuccardi Merli

Il bambino iperattivo.

Dalla teoria alle pratiche della cura

Una lettura diversa dell’iperattività, vista come fenomeno con cui si manifesta un eccesso pulsionale che, per ogni bambino, è relativo a qualcosa che riguarda il suo legame con l’Altro. Partendo da questa visione, il volume vede nell’uso della parola, nell’ascolto, nella funzione dell’inconscio, nella fiducia, la via per una socializzazione senza imposizioni.

cod. 1030.10

Mariela Castrillejo

Ritratti della nuova clinica

Psicoanalisi dei sintomi contemporanei

Un album di fotografie che ritrae il modo attuale di intendere la clinica per quanti vogliano ispirarsi all’insegnamento di Jacques Lacan e della sua scuola. Il titolo allude alla clinica dei nuovi sintomi, enfatizzando il mutamento delle formazioni sintomatiche ma, soprattutto, mettendo l’accento sull’invenzione nella pratica, sull’innovazione nella direzione della cura, sulla figura dello psicoanalista giovane, creativo ed entusiasta.

cod. 1030.11

Francesco Giglio

Divertiti! Imperativo presente

Psicoanalisi, abuso di sostanze e "discorso del capitalista"

L’imperativo che orienta il programma ipermoderno della Civiltà è un imperativo di godimento. A partire da questo assunto teorico questo libro interroga una delle forme più diffuse del godimento contemporaneo: quello legato all’abuso di sostanze.

cod. 1030.8