Sociologia del territorio - Open Access

Direzione: Marco Castrignanò

Comitato scientifico: Giandomenico Amendola, Maurizio Bergamaschi, Paola Bonora, Ada Cavazzani, Pier Luigi Cervellati, Alberto Gasparini, Nancy Holman, Richard Ingersoll, Jean François Laé, Ezio Marra, Antonietta Mazzette, Alfredo Mela, Fiammetta Mignella Calvosa, Harvey L. Molotch, Giovanni Pieretti, Fortunata Piselli, Asterio Savelli, Mario L. Small, Antonio Tosi, Francesca Zajczyk.

La collana Sociologia del territorio (già collana Sociologia urbana e rurale, fondata da Paolo Guidicini nel 1976), attraverso la pubblicazione di studi e ricerche, si propone come luogo di confronto fra studiosi, operatori ed esperti interessati al rapporto che l’uomo intrattiene con il territorio.

La collana si articola in tre sezioni:
1) Città e territorio
2) Ambiente, migrazioni e sviluppo rurale
3) Turismo e loisir

Le trasformazioni del mondo urbano e di quello rurale, le nuove forme dello sviluppo, i fenomeni di impoverimento ed esclusione sociale, i problemi del governo urbano, i movimenti migratori su scala locale e globale, le tematiche ambientali, il turismo e il tempo libero sono solo alcuni degli ambiti di ricerca che la collana intende promuovere attraverso la pubblicazione di monografie e volumi collettanei.
La collana Sociologia del territorio si propone di contribuire alla riflessione intorno alle forme contemporanee del territorio su scala locale, nazionale e internazionale.
Sulla base della loro rilevanza all’interno del dibattito scientifico ed accademico, tutte le proposte di pubblicazione vengono sottoposte alla procedura del referaggio (peer review), fondata su una valutazione che viene espressa sempre e per ogni lavoro da parte di due referee anonimi, selezionati fra docenti universitari e/o esperti dell’argomento.

(leggi tutto)

Collana Peer Reviewed

La ricerca ha estratto dal catalogo 217 titoli

Marco Castrignanò, Tommaso Rimondi

Bologna dopo la pandemia

Impatto territoriale e scenari futuri

La pandemia di Covid-19 ha contribuito a evidenziare alcuni dei limiti delle nostre città. Il mercato del lavoro, il turismo, i servizi hanno accusato un contraccolpo che può essere interpretato come una “deflagrazione” di contraddizioni e fragilità preesistenti, messe a nudo dal contesto pandemico. Il volume propone una riflessione ampia sui molteplici impatti della pandemia sulla città di Bologna.

cod. 11561.8

Alessia De Biase, Carolina Mudan Marelli

La natura urbana a Parigi

Individualizzazione, rappresentazione e competizione globale

Il volume analizza le tendenze sociopolitiche che investono lo spazio urbano e il suo rapporto con la natura, qui intesa con particolare riferimento alla vegetazione. Individualizzazione, rappresentazione e competizione globale, sono le principali tendenze che caratterizzano i processi e le pratiche di vegetalizzazione della città. Il testo cerca di rendere visibili l’emersione, le evoluzioni, le relazioni e le conseguenze di cui sono potenzialmente portatori questi processi di vegetalizzazione dello spazio urbano.

cod. 11561.6

Maurizio Bergamaschi, Alice Lomonaco

Esplorare il territorio

Linee di ricerca socio-spaziali

Il volume nasce nell’ambito di un insegnamento di Sociologia urbana all’interno del quale era stata prevista un’attività seminariale che intendeva rispondere a un’esigenza didattica prioritaria: mostrare agli studenti la poliedricità di studi e ricerche che si collocavano nell’ambito della disciplina e al contempo evidenziarne la comune opzione euristica, concentrandosi sugli aspetti spaziali e territoriali delle diverse forme sociali studiate, cogliendone la dimensione materiale e contribuendo inoltre a una spazializzazione della teoria sociologica.

cod. 11561.7

Maurizio Bergamaschi

The multidimensional housing deprivation

Local dynamics of inequality, policies and challenges for the future

Within the framework of the activities of the H2020 MICADO (Migrant Integration Cockpits and Dashboards) project, this volume brings together a set of contributions on contemporary housing, which represents one of the areas in which migrants experience a condition of major vulnerability compared to the native population and that hinders their full integration in their new living context and full social participation.

cod. 11561.5

Antonietta Mazzette

L'Isola sotterranea

Tra violenza e narcomercato

C’è una Sardegna che si innova e utilizza con sapienza le risorse materiali, reinventa un saper fare tradizionale e sta dentro il composito universo delle tecnologie digitali. Ma esiste anche un’altra Sardegna, sotterranea, che non è prevalente e riguarda quella componente di vita sociale ed economica illegale che l’Osservatorio sociale sullo sviluppo e la criminalità in Sardegna (Oscrim) monitora da quasi vent’anni. Il volume fa il punto sull’andamento della criminalità sarda nel periodo 2017/2021, in continuità con quanto proposto nei precedenti Dualismo in Sardegna (2019) e Droghe e organizzazioni criminali in Sardegna (2021).

cod. 1562.54

Tommaso Rimondi

Margini di fragilità

I territori interni tra perdita e adattamento

Il cambiamento climatico contribuisce a stravolgere le condizioni che fanno della Terra un luogo vivibile per l’uomo e le altre specie. Adottando uno sguardo territorialista, il volume mette al centro del discorso il tema del cambiamento climatico nel contesto delle aree interne: è possibile leggere il climate change e le trasformazioni a esso connesse come fenomeni profondamente intrecciati con le diseguaglianze socio-economiche preesistenti.

cod. 11561.4

Marco Castrignanò, Carolina Mudan Marelli

All in the Game

The Wire: un campo di ricerca sociologica

Nel 2020 un “esperimento didattico” ha dato vita a un lungo lavoro laboratoriale sull’analisi della serie tv americana The Wire, ambientata in un ghetto di Baltimora. L’obiettivo è quello di creare un laboratorio che sapesse essere spazio di analisi critica  dei fenomeni sociali urbani proposta dalla serie, collocandola nel panorama del dibattito accademico che si è sviluppato sulle diverse tematiche che emergevano anche nella serie.

cod. 11561.3

Maurizio Bergamaschi, Danilo De Luise

Operare con le persone senza dimora

Emarginazione urbana grave e lavoro sociale

Questo volume vuole contribuire alla riflessione sulle problematiche legate all’emarginazione urbana grave, a partire dall’esperienza di San Marcellino – Genova – Opera Sociale dei Gesuiti e di quella delle realtà e dei docenti del corso Operare con le persone senza dimora. Il testo intende sollecitare una riflessione pubblica sull’universo eterogeneo delle persone senza dimora, sulle azioni e attività intraprese e da intraprendere, sugli operatori che quotidianamente si spendono e sulle nuove sfide che il lavoro sociale è chiamato ad affrontare in questo ambito.

cod. 1561.111

Carolina Mudan Marelli

La spazializzazione della questione sociale

Politiche urbane prioritarie in Inghilterra, Francia e Italia

Pensate costantemente come spazi problematici, le periferie sono divenute contesti la cui identità è ricondotta esclusivamente ai problemi sociali e urbani che le caratterizzerebbero. Ma come si è arrivati a questa lettura delle periferie? Il volume analizza l’ascesa delle prospettive teoriche che hanno proposto una lettura polarizzante degli spazi urbani e indaga su come le politiche urbane e sociali hanno introiettato queste prospettive teoriche, mettendo in campo delle strategie area-based per affrontare i problemi sociali delle periferie in tre contesti europei: Inghilterra, Francia, Italia.

cod. 1561.108

Giovanni Pieretti, Gabriele Manella

Uscire stabilmente dalle dipendenze.

Indagine territoriale di follow-up sul lavoro di Arca

Lo studio proposto nel volume ha una portata “storica” perché smentisce le fin troppo ricorrenti teorie sulla cronicità in merito alle sostanze psicotrope che circolano da almeno tre decenni. La tossicodipendenza è certamente “una brutta bestia”, ma se affrontata con costanza e con il supporto di una buona rete territoriale può davvero essere domata, come testimonia il caso di Arca – Centro Mantovano di Solidarietà.

cod. 1562.48