Tratti geografici. Materiali di ricerca e risorse educative - Open Access

Direzione: Daniela Pasquinelli d’Allegra (Università di Roma Lumsa)
Condirettori: Dino Gavinelli (Università degli Studi di Milano) e Fran Martin (University of Exeter)
Comitato scientifico: Angela Alaimo (Università degli Studi di Trento), Fabio Amato (Università di Napoli “L’Orientale”), Silvia Aru (Università degli Studi di Cagliari), Péter Bagoly-Simó (Humboldt-Universität zu Berlin), Gino De Vecchis (Sapienza Università di Roma), Giovanni Donadelli (Università degli Studi di Padova), Uwe Krause (Fontys University of Applied Sciences Tilburg), Paolo Molinari (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano), Davide Papotti (Università degli Studi di Parma), Matteo Puttilli (Università degli Studi di Cagliari), Daria Quatrida (Università degli Studi di Padova), Giacomo Zanolin (Università degli Studi di Milano).  

La collana Tratti geografici, curata dall’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, si propone come una “cassetta per gli attrezzi” del geografo e pubblica volumi on-line, sia collettanei sia monografici, che si pongano nella prospettiva di fornire riflessioni e materiali di lavoro e di sperimentazione nei campi della ricerca e dell’educazione geografica.
Gli argomenti trattati nella collana riguardano principalmente (ma non limitatamente) i seguenti ambiti:
- riflessioni su problematiche e questioni di carattere geografico, spaziale e territoriale con un’attenzione rivolta alle ricadute educative;
- sperimentazioni di approcci, strategie, tecniche e metodologie innovative nella ricerca, nell’educazione e nella didattica della geografia;
- implementazioni delle nuove tecnologie sul territorio e nella formazione geografica;
- applicazioni del sapere e delle competenze geografiche nel lavoro sul campo e sul terreno.

La scelta del formato digitale open access è coerente con la struttura flessibile della collana, al fine di favorire una maggiore e più diretta accessibilità e fruibilità sia da parte degli autori sia da parte dei lettori.
In questa ottica, Tratti geografici promuove una concezione aperta della figura del geografo e incentiva la pubblicazione di lavori di qualità da parte di ricercatori attivi all’interno e all’esterno dell’Università, di insegnanti e di professionisti che utilizzino e veicolino competenze di tipo geografico e territoriale.
I testi pubblicati si rivolgono a tutti coloro che sono impegnati nelle diverse professionalità collegate alla geografia (dall’insegnamento nei diversi ordini scolastici alla ricerca – accademica e non – sino al lavoro sul campo nei settori dell’educazione, della formazione e della progettazione sociale e territoriale) nonché agli studenti nei corsi di geografia e delle scienze della formazione e dell’educazione.
Tratti geografici accoglie anche volumi che siano l’esito ragionato di convegni, laboratori, workshop e seminari disciplinari, purché coerenti con gli obiettivi e l’approccio più generali della collana.
I testi pubblicati sono sottoposti a un processo di revisione per garantirne la rigorosità scientifica, nella prospettiva del confronto e del dialogo e come occasione di crescita e consolidamento del senso di una comunità disciplinare.

Il referaggio in doppio cieco (double blind peer review) avviene attraverso la piattaforma FrancoAngeli Series (basata sul software Open Monograph Press), che assicura la tracciabilità del processo di valutazione e consente all’autore di proporre la sua opera e seguirne lo stato di avanzamento.

(leggi tutto)

Collana Peer Reviewed

Proponi un Libro Open Access

Anna Maria Pioletti, Daniele Di Tommaso

L’insegnamento attuale della geografia

Le linee generali e il contesto bilingue valdostano

Il volume raccoglie gli interventi di approfondimento teorico-metodologico e le attività applicative realizzate dai docenti di vario grado, risultato del corso di aggiornamento e formazione organizzato dall’A.I.I.G. Valle d’Aosta: il volume intende fornire un contributo e un supporto didattico che fornisce elementi di riflessione per una didattica interdisciplinare e multidisciplinare applicabile anche in situazioni in cui sono presenti alunni diversamente abili.

cod. 11787.10

Cristiano Giorda

L’immagine del mondo nella geografia dei bambini

Una ricerca sui materiali scolastici e parascolastici italiani fra Otto e Novecento

Il libro nasce nell’ambito del progetto di ricerca “Atlanti e manuali di geografia, dal passato di carta al futuro digitale”, finanziato nel 2017 dal Settore Promozione dei beni librari e archivistici, editoria e istituti culturali della Regione Piemonte, che ha consentito di digitalizzare oltre 5000 pagine e di inventariare, studiare e schedare oltre 200 materiali, presenti nella biblioteca della Fondazione Tancredi di Barolo di Torino. L’obiettivo primario della pubblicazione è quello di presentare questo materiale, pubblicato fra Otto e Novecento evidenziandone il ruolo nella formazione dell’immaginario geografico, un aspetto rilevante, ma poco approfondito, della manualistica scolastica.

cod. 11787.9

Sara Bonati, Marco Tononi

Cambiamento climatico e rischio

Proposta per una didattica geografica

Il volume nasce con l’obiettivo di dare un contributo nell’insegnamento geografico, sia attraverso elementi teorici sia attraverso la proposta di attività pratiche, che mirano ad affrontare in modo sistematico i temi del rischio e del cambiamento climatico. Partendo dall’esperienza fatta in occasione del 61° Congresso Nazionale AIIG e da successivi momenti formativi promossi da alcune AIIG locali, è stato possibile testare e ragionare sul ruolo che la geografia può avere nella diffusione di queste tematiche, e sulla responsabilità che le deriva in quanto disciplina di sintesi. I temi in oggetto, infatti, sono spesso ai margini dell’insegnamento e dell’attenzione geografica, nonostante rivestano un ruolo cardine nella comprensione dei territori e nell’elaborazione/promozione delle politiche economiche, sociali e ambientali.

cod. 11787.8

Anna Maria Pioletti

Gli strumenti per leggere il mondo

La geografia dalla scuola dell'infanzia alla scuola secondaria di secondo grado

Gli strumenti per leggere il mondo è un contributo e uno strumento per l’educazione geografica e l’insegnamento della geografia volto a supportare il lavoro in classe dell’insegnante e destinato ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado. Il percorso di formazione ha avuto lo scopo di creare spazi di condivisione delle prassi relative all’insegnamento della geografia in una prospettiva interdisciplinare con l’obiettivo di sperimentare proposte didattiche attraverso laboratori tematici.

cod. 11787.7

Cristiano Giorda, Giacomo Zanolin

Idee geografiche per educare al mondo

Questo libro vuol essere un contributo al rinnovamento dell’educazione geografica e all’insegnamento della geografia. Le tradizionali metodologie di insegnamento della geografia risultano sempre più datate e poco significative. Da qui l’esigenza di percorrere nuove vie in cerca di percorsi didattici alternativi per trasmettere le idee di cui la geografia è portatrice. L’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG) si impegna in un continuo sforzo volto a ribadire l’importanza della geografia nei curricoli scolastici e più in generale nell’educazione di cittadini consapevoli del proprio ruolo nel mondo e responsabili nelle proprie azioni su di esso.

cod. 11787.6

Diego Gallinelli, Stefano Malatesta

Corpi, strumenti, narrazioni.

Officine didattiche per una geografia inclusiva

Una riflessione aggiornata e multiforme sulle visioni e le modalità attraverso le quali l’insegnamento della geografia promuove strategie d’inclusione nella scuola attraverso, appunto, la valorizzazione delle differenze che come insegnanti e cittadini incontriamo: di genere, di abilità fisica, di eredità culturale, di background familiare o di disponibilità economica.

cod. 11787.5

Daniela Pasquinelli D'Allegra, Davide Pavia

Geografia per l'inclusione.

Partecipazione attiva contro le disuguaglianze

Raccolta dei contributi relativi alla call for papers avanzata in occasione del 59° Convegno nazionale dell’AIIG (Roma, 29 settembre - 3 ottobre 2016). Quelli teorici evidenziano il ruolo della geografia nella realizzazione di una comunità umana realmente inclusiva e toccano anche altri temi di forte ricaduta sociale, come quello del diritto alla salute. Le teorie inclusive sono tradotte nella prassi didattica, attraverso l’applicazione delle geotecnologie, rivolta a tutti gli operatori dell’educazione e del territorio.

cod. 11787.4

Giacomo Zanolin, Thomas Gilardi

Geo-didattiche per il futuro.

La geografia alla prova delle competenze

Il volume nasce dall’esperienza del IV Workshop Nazionale AIIG (Milano, 26-27 agosto 2015) e propone una riflessione condivisa da studiosi e insegnanti interessati al confronto sulle potenzialità e sulle criticità della didattica della geografia di fronte agli scenari educativi presenti e futuri.

cod. 11787.3

Sara Bin, Giovanni Donadelli

Labor Limites.

Riconoscere, vivere e riprogettare i limiti

Il volume raccoglie alcune riflessioni sul concetto di limite emerse durante il terzo Workshop Nazionale di Padova (maggio 2014) promosso dall'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia. L’obiettivo è quello di far dialogare autori di ambiti scientifici differenti attorno ad uno dei temi oggi più rilevanti e critici.

cod. 11787.2

Angela Alaimo, Silvia Aru

Geografie di oggi.

Metodi e strategie tra ricerca e didattica

Il volume offre nuove chiavi di lettura e metodologie di indagine utili per cogliere i cambiamenti e le sfide poste dal mondo contemporaneo. Il percorso geografico proposto si struttura in quattro sezioni. Un particolare riguardo viene rivolto alla realtà scolastica e al ruolo della geografia come disciplina in grado di formare ed educare ad una cittadinanza consapevole e attiva.

cod. 11787.1