Psicopatologia

Direzione: Mario Rossi Monti
Comitato scientifico: Maria Armezzani (Università degli Studi di Padova), Vincenzo Caretti (Università degli Studi di Palermo), Antonello Colli (Università degli Studi di Urbino), Antonello Correale (Università degli Studi di Urbino), Andrea Fossati (Università Vita-Salute San Raffaele), Thomas Fuchs (Universität Heidelberg), Bill Fullford (University of Warwick), Claudia Mazzeschi (Università degli Studi di Perugia), Valdo Ricca (Università degli Studi di Firenze), Nicolino Rossi (Università degli Studi di Bologna), Claudio Sica (Università degli Studi di Firenze), Giovanni Stanghellini (Università degli Studi di Chieti), Giacomo Stella (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia), Fabio Veglia (Università degli Studi di Torino), Alessandro Zennaro (Università degli Studi di Torino).
Comitato di redazione: Stefano Blasi (Università degli Studi di Urbino), Alessandra D’Agostino (Università degli Studi di Urbino), Alessia Fusilli (Università degli Studi di Chieti), Alessia Zoppi (Università degli Studi di Urbino).

Questa collana nasce intorno a una questione metodologica, declinata nella clinica, nella teoria e nella formazione. Psicopatologia significa interrogarsi sui modi attraverso i quali avvicinare, conoscere, comprendere e cercare di dare senso ai disturbi mentali. Non un modo, ma una pluralità di modi. Non una psicopatologia, ma molte psicopatologie: dalla psicopatologia descrittiva alla psicopatologia dinamica, fenomenologica, cognitiva, sistemica.
In quali forme articolare questa “questione metodologica”?
In primo luogo ponendo nuovamente al centro del dibattito la clinica e, in secondo luogo, dotando i futuri professionisti – studenti, specializzandi, specialisti in psicologia clinica o psichiatria, operatori della salute mentale – di validi strumenti formativi.
In quest’ottica la Collana intende proporre differenti tipologie di testi – manuali, saggi, ricerche – di studiosi italiani e stranieri, in grado di rivitalizzare una clinica sempre più statica e descrittiva che dia luogo nel tempo a un circolo virtuoso tra teoria e prassi.

I volumi della Collana sono sottoposti a referaggio in doppio cieco.

(leggi tutto)

Collana Peer Reviewed

Luca Panarello

Psicopatologia dello sviluppo

Modelli d'intervento con bambini e genitori nella pratica psicoanalitica

Il volume descrive il lavoro dello psicoterapeuta infantile “sul campo”, dal primo colloquio con i genitori, alle sedute di consultazione con il bambino, alla restituzione finale rivolta ai genitori, ma anche al bambino stesso. Una guida pratica per orientare l’intervento clinico e proporre strumenti operativi in una cornice di riferimento teorico rigorosa. Un testo per psicologi clinici e psicoterapeuti impegnati nel settore dell’età evolutiva, psicoanalisti infantili in formazione o esperti, studenti delle facoltà di psicologia e delle scuole di specializzazione.

cod. 1246.9

Antonello Correale, Francesca Cangiotti …

Il soggetto nascosto

Un approccio psicoanalitico alla clinica delle tossicodipendenze

Il libro vuole affermare il ruolo essenziale dell’approccio psicoanalitico alle dipendenze, intendendo per psicoanalisi non solo un metodo di cura, ma un modo complessivo di concepire il soggetto umano, come le sue difese e i suoi desideri. La psicoanalisi ci permette, infatti, di ricercare il soggetto nascosto nelle tossicodipendenze e di aprire nuove vie per una sua riscoperta e un suo recupero.

cod. 1246.3

Laura Corbelli, Massimo Fontana

Psicoanalisi e schizofrenia.

Un quadro in divenire

La psicoanalisi può davvero fare qualcosa in campo di schizofrenia? Con il contributo di diversi autori, il testo si sviluppa lungo le tematiche principali che caratterizzano il quadro “in divenire” fra psicoanalisi e schizofrenia: i rapporti con la ricerca biologica e le neuroscienze, la concezione dimensionale della psicosi, il lavoro clinico nella stanza d’analisi e nel contesto istituzionale (centri diurni, comunità terapeutiche).

cod. 1246.8

Alessia Fusilli

Effetto borderline.

Soggettivazione e movimenti del desiderio

Il volume esplora alcune letture della patologia borderline con riferimento al tema del trauma e alle teorie dell’attaccamento e della mentalizzazione. Approfondisce, inoltre, alcuni fenomeni clinici peculiari dell’espressione psicopatologica della situazione borderline: il movimento del bor-delirare, nel senso del lavoro ai bordi del delirio, e la questione del desiderio, nel senso della ricerca di un effetto di agitazione e vivificazione vissuto come autentica e intima verità.

cod. 1246.7

Giorgio Caviglia, Raffaella Perrella

La perversione sadomasochistica

L'aggressività nelle relazioni oggettuali

Pensato per un pubblico di psicologi e psicoterapeuti, ma scritto in maniera tale da poter essere fruibile anche per un lettore non specialista, il libro analizza principalmente il ruolo dell’aggressività nelle relazioni oggettuali, con riferimento particolare all’ambito del disturbo sadomasochistico. Oltre ai problemi diagnostici e clinici, il volume ne indica i trattamenti.

cod. 1246.6

Massimo Fontana, Salvatore Zito

La patologia borderline in psicoanalisi

Modelli per l'intervento

Principalmente rivolto a psicologi, psicoterapeuti, psichiatri e operatori della salute mentale che si confrontano con la patologia grave di personalità, sia nel contesto privato sia in quello istituzionale (servizi di salute mentale, centri diurni, comunità educative e terapeutiche, ecc.), il volume è utile anche a tutti coloro che all’interno del proprio percorso formativo desiderano approfondire le proprie conoscenze e competenze in questo campo.

cod. 1246.5

Mario Rossi Monti, Nicoletta Gosio

Depressione: il paradigma errante

La nuova clinica fra scienza e cultura

Il termine “depressione” nel linguaggio comune si è diffuso in modo tanto pervasivo quanto generico per dare nome a una fascia sempre più ampia di disturbi, sofferenze e disagi, purtroppo spesso “curati” tutti nello stesso modo. Questo volume si pone come strumento di “pronto soccorso” per aiutare il clinico a orientarsi di fronte a forme di depressione che stanno al limite fra vita e malattia.

cod. 1246.4

Cristian Muscelli, Giovanni Stanghellini

Istantaneità

Cultura e psicopatologia della temporalità contemporanea

Laddove la cifra della temporalità dell’epoca moderna è stata la velocità, il tratto essenziale del mondo contemporaneo è l’istantaneità – una nuova forma del tempo che si fonda e conclude nell’unità assoluta dell’istante. Questo volume si interroga su come la mutazione del mondo contemporaneo – il presentismo – contrassegni una radicale mutazione delle forme di patologia mentale.

cod. 1246.2

Mario Rossi Monti

Psicopatologia del presente

Crisi della nosografia e nuove forme della clinica

Uno strumento da affiancare ai tradizionali manuali di psicologia clinica e psichiatria. Fornisce allo studente, ma anche al clinico e all’operatore dei Servizi, una conoscenza aggiornata e approfondita di aree psicopatologiche nuove e non ancora adeguatamente rappresentate nei Manuali.

cod. 1246.1