CHIUSURA ESTIVA! Gli ordini inseriti fino al 30 luglio verranno regolarmente spediti. Quelli fatti successivamente verranno evasi a partire dal 26 agosto.

La sovraesposizione digitale dei minori

Anita Lavorgna, Morena Tartari

La sovraesposizione digitale dei minori

Un approccio multidimensionale al fenomeno dello sharenting

Questo libro offre una trattazione multidimensionale e aggiornata dello sharenting, discutendo come tale fenomeno sia ormai diffuso, permesso e facilitato da quell’intersezione di fattori individuali, sociali e tecnici che sempre di più caratterizza molte pratiche di interesse sociologico e criminologico. Il volume presenta sia studi pregressi sul tema in un’ottica transdisciplinare che una selezione di risultati empirici legati al progetto di ricerca ProTechThem: Building Awareness for Safer and Technology-Savvy Sharenting.

Printed Edition

20.00

Pages: 150

ISBN: 9788835146797

Edition: 1a edizione 2023

Publisher code: 287.60

Availability: Discreta

Pages: 150

ISBN: 9788835152576

Edizione:1a edizione 2023

Publisher code: 287.60

Can print: No

Can Copy: No

Can annotate:

Format: PDF con DRM for Digital Editions

Info about e-books

A causa del crescente impatto delle piattaforme di social media e di altre tecnologie digitali sulle nostre vite, il cosiddetto sharenting - la condivisione online di informazioni identificative o sensibili di minori da parte di genitori o altri adulti appartenenti alla cerchia sociale del minore - è una pratica sociale sempre più frequente e dibattuta. È ormai riconosciuto come lo sharenting non sia solo un fenomeno di costume degno di attenzione sociologica, ma possa portare con sé una serie di problematicità a breve e lungo raggio, tali da meritare delle riflessioni approfondite sulla sua natura criminogena e sui danni sociali che può comportare.
Questo libro offre una trattazione multidimensionale e aggiornata dello sharenting, discutendo come tale fenomeno sia ormai diffuso, permesso e facilitato da quell'intersezione di fattori individuali, sociali e tecnici che sempre di più caratterizza molte pratiche di interesse sociologico e criminologico.
Il volume presenta sia studi pregressi sul tema in un'ottica transdisciplinare che una selezione di risultati empirici legati al progetto di ricerca ProTechThem: Building Awareness for Safer and Technology-Savvy Sharenting.

Anita Lavorgna, professoressa associata in Criminologia presso l'Università di Southampton fino al 2022 e attualmente presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Bologna, insegna e svolge attività di ricerca sulla criminalità informatica, i danni sociali digitali e i mutamenti sociali, spesso in un'ottica comparata e interdisciplinare. Ha diretto il progetto di ricerca ProTechThem: Building Awareness for Safer and Technology-Savvy Sharenting, finanziato dal Consiglio per la Ricerca Economica e Sociale del Regno Unito (UK ESRC), da cui questo libro origina.

Morena Tartari è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata dell'Università di Padova, dove dirige, come Principal Investigator, un progetto finanziato dal Programma STARS-Supporting Talents in Research del medesimo ateneo. Svolge attività di ricerca nell'ambito della sociologia dei processi culturali, della devianza e del mutamento sociale, con attenzione ai danni sociali a livello istituzionale e individuale e con una prospettiva interdisciplinare. Nel 2021 si è unita al team di ricerca della Prof.ssa Lavorgna all'Università di Southampton per lavorare come ricercatrice al progetto di ricerca ProTechThem.

Pamela Ugwudike, Prefazione
Lo sharenting e la linea sottile tra esposizione e sovraesposizione digitale
(Una breve introduzione a questo libro; Un fenomeno difficile da inquadrare; Lo sharenting come argomento di interesse sociologico; Lo sharenting come argomento di interesse criminologico)
Il progetto ProTechThem
(Il nostro approccio; Note metodologiche; Sfide e opportunità)
Quando la sovraesposizione diventa rischiosa
(Un problema di sicurezza informatica; Sharenting e vittimizzazione; La rappresentazione mediatica dello sharenting; Sovraesposizioni inconsapevoli: una demistificazione dello sharenting)
I luoghi dello sharenting
(Il ruolo ambivalente delle piattaforme di social media; Pratiche di autoregolamentazione; Vuoti normativi)
Le narrazioni dello sharenting
(Osservando chi condivide; Caso studio I. Quando l'informazione sensibile riguarda la salute; Caso studio II. Battaglie legali dei genitori e diritti dei minori; Caso studio III. Tra orgoglio sociale e commodificazione del minore; Culture genitoriali e gestione del rischio)
Riflessioni conclusive
Riferimenti bibliografici.

Contributors: Pamela Ugwudike

Serie: Criminologia

Subjects: Web and New Media - Criminology

Level: Scholarly Research

You could also be interested in