«..Cessate dir male de le donne!». Echi della querelle des femmes europea nel primo Rinascimento italiano (1520-1540)

Titolo Rivista: HISTORIA MAGISTRA
Autori/Curatori: Francesca Lotti
Anno di pubblicazione: 2015 Fascicolo: 19 Lingua: Italiano
Numero pagine: 13 P. 47-59 Dimensione file: 109 KB
DOI: 10.3280/HM2015-019006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

This paper aims to analyze some texts appeared in the fifteenth and sixteenth century in defense of the importance of women’s role in the family economy and civic life: texts belonging to a typically humanistic school of thought which had intended to defend women against the dominant position, which had stamped a mark on the woman’s subordination to man. The intent of these texts is counterstriking to the arguments used in support of the inferiority of the woman and instead demonstrating her parity with the masculine gender; while some authors are devoted to outlining portraits of famous women for their virtues, others focus on the defense of the woman from the charge of being a temptress and weaver of deceptions and lies: in some treaties - such as the Dialogo de gli incantamenti by Angelo Forte (1533) - refusal of misogyny connects to the criticism on the reality of witchcraft.

Francesca Lotti, «..Cessate dir male de le donne!». Echi della querelle des femmes europea nel primo Rinascimento italiano (1520-1540) in "HISTORIA MAGISTRA" 19/2015, pp 47-59, DOI: 10.3280/HM2015-019006