Modernità, post-modernità, psicoanalisi. L’avvento del nichilismo
Titolo Rivista: STUDI JUNGHIANI 
Autori/Curatori: Augusto Romano 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 51 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  29 P. 7-35 Dimensione file:  0 KB
DOI:  10.3280/jun1-2020oa9895
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 

 


PDF di questo articolo NON è disponibile.

L’articolo mette a confronto la psicologia analitica con le trasformazioni ideologiche e sociali che hanno dato luogo a quella che è stata chiamata crisi della tarda modernità e, successivamente, alla cosiddetta "post-modernità. Prendendo le mosse dalle parole di Nietzsche sul significato del nichilismo, richiama alcune testimonianze significative della crisi dei valori e alcune reazioni caratteristiche a tale crisi (la risposta "gnostica" e quella "narcisistica"). Viene poi illustrata la posizione assunta dal pensiero junghiano, utilizzando a tal fine soprattutto il tema dell’Ombra e quello della "morte dell’eroe". Infine, dopo aver delineato alcuni caratteri della post-modernità, ne descrive la tendenza a rendere obsoleta e inutilizzabile ogni articolazione dialogica degli opposti, così centrale nel pensiero di Jung. 


Keywords: Modernità, post-modernità, nichilismo, narcisismo, psicologia analitica, Ombra

Augusto Romano, in "STUDI JUNGHIANI" 51/2020, pp. 7-35, DOI:10.3280/jun1-2020oa9895

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche