Clicca qui per scaricare

Resistenza, rappresaglia e memoria di paese Robecco sul Naviglio, 20 e 21 luglio 1944
Titolo Rivista: ITALIA CONTEMPORANEA 
Autori/Curatori: Bianca Pastori 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 264 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  21 P. 385-405 Dimensione file:  138 KB
DOI:  10.3280/IC2011-264003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il 20 e 21 luglio 1944, in seguito all’uccisione di un soldato tedesco da parte di un gruppo di giovani partigiani, il piccolo paese di Robecco sul Naviglio (Milano) e le campagne circostanti subiscono una dura rappresaglia. Nel saggio l’autrice ripercorre le vicende di quelle giornate e la strutturazione della memoria dei fatti nel corso dei decenni successivi. Apparentemente il paese reagisce seguendo uno schema rintracciabile in analoghi casi di rappresaglia contro la popolazione civile nel corso della seconda guerra mondiale in Italia, dando vita a una memoria non perfettamente in linea con quella nazionale e istituzionale, specialmente per quanto riguarda la valutazione del ruolo dei partigiani. Eppure, anche attraverso l’intervento delle istituzioni locali (le amministrazioni comunali e la Chiesa), la comunità giunge, nel dopoguerra, a una narrazione condivisa; essa è parziale, reticente e semplificata, ma, contribuendo a confermare il senso di coesione interno al paese, riesce a impedire il verificarsi di lacerazioni simili a quelle riscontrate altrove.


Keywords: Seconda guerra mondiale, partigiani, rappresaglia, memoria, narrazione condivisa, comunità

Bianca Pastori, in "ITALIA CONTEMPORANEA" 264/2011, pp. 385-405, DOI:10.3280/IC2011-264003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche