Spunti di vista e punti di svista

Collana diretta dal giuslavorista Francesco Rotondi

Il lavoro, in tutte le sue dimensioni e sfumature, è il cardine del nostro modello sociale ed economico. Le periodiche trasformazioni che coinvolgono il lavoro spesso hanno una portata e un impatto di significato storico, epocale. Rispetto alle riforme e alle regole del lavoro, che spesso mutano con il mutare del contesto produttivo e tecnologico, convivono più punti di vista, in alcuni casi anche antitetici. Punti di vista che si confrontano e scontrano tra due polarità: senso della realtà e suggestione ideologica. Nel mezzo infinte mediazioni.
In un siffatto contesto è fondamentale non avere pregiudizi e cercare di cogliere le ragioni di ciascuno in una prospettiva di ricerca convinta e assidua di una comune terreno di condivisione. Vista la centralità del lavoro per la nostra vita è necessario stimolare una prospettiva comune tra i diversi punti (spunti) di vista (svista). A tale scopo è votata questa collana che pubblicherà sempre su uno specifico tema due opinioni diverse. L’intento non è quello di evidenziare le differenze ma di conoscere meglio le idee di ciascuno al fine di promuoverne i punti di contatto.
Un tema per due autori “contrapposti”.

La ricerca ha estratto dal catalogo un solo titolo.
 
  Titolo Tipologia
Il lavoro ibrido  Il lavoro ibrido
Francesca Manili Pessina, Francesco Rotondi (1254.1)
La nuova normalità si sintetizza in un concetto: ibrido. È questa la nuova parola d’ordine che terrà insieme gli aspetti migliori della complessità sociale, economica e lavorativa dei nostri tempi. Il testo ragiona sulle nuove regole del futuro ibrido.
Libro o
Ebook