La vita logorante delle cose. Saggio sul consumo
Autori e curatori
Contributi
Roberta Paltrinieri
Traduttori
Anna Antonello
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 144,      1a edizione  2019   (Codice editore 640.28)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23.00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15.99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15.99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Wolfgang Schivelbusch è un filosofo, storico e intellettuale tedesco particolarmente eclettico. Nei suoi libri ha analizzato in profondità le caratteristiche dell’immaginario sociale moderno. In questo volume parla di come la reciproca interazione tra le persone e le cose possa essere vista come un continuum: un ciclo infinito di creazione, consumo, usura, danneggiamenti e, infine, distruzione.
Presentazione del volume

Wolfgang Schivelbusch è un filosofo, storico e intellettuale particolarmente eclettico che nei suoi libri ha analizzato in profondità le caratteristiche dell'immaginario sociale moderno. In questo testo parla di come la reciproca interazione tra le persone e le cose possa essere vista come un continuum; un ciclo infinito di creazione, consumo, usura, danneggiamenti e, infine, distruzione.
La storia più antica dell'uomo si può rileggere così sulla base di queste trasformazioni, che rappresentano il principio elementare della natura. In tempi più recenti, tali trasformazioni costituiscono la base per le teorie nel campo dell'economia politica e oggi offrono una lente per interpretare il mondo dei consumi.
Schivelbusch traccia un quadro della simbiosi che si crea tra gli esseri umani e gli oggetti nella storia della filosofia e della scienza, in un flusso che prende spunto dalla biologia, dalla mitologia, dalla psicoanalisi e dall'economia, raccogliendo immagini che ci appaiono tanto sorprendenti quanto cruciali sulla società così come la conosciamo e confermandosi come uno dei pensatori più originali del nostro tempo.
La scarpa ormai ha la stessa aria vissuta del piede che la calza. È consumata e la suola si è assottigliata. Ma, a sua volta, la scarpa ha segnato il piede con vesciche e calli.

Wolfgang Schivelbusch è un filosofo culturale tedesco, nato a Berlino nel 1941. È vissuto a New York per quasi quarant'anni prima di ristabilirsi nella sua città natale. Ha pubblicato numerosi saggi, tra i quali sono usciti in Italia: Luce. Storia dell'illuminazione artificiale nel secolo XIX (Pratiche, 1994), Storia dei generi voluttuari. Spezie, caffè, cioccolato, tabacco, alcol e altre droghe (Bruno Mondadori, 2000), Storia dei viaggi in ferrovia (Einaudi, 2003), La cultura dei vinti (il Mulino, 2006), Tre New Deal (Tropea, 2008).

Indice
Roberta Paltrinieri, Prefazione all'edizione italiana
Introduzione. La forza del consumo
Lo scorrere
L'assimilazione del cibo
La circolazione che anima e arricchisce: il sangue di William Harvey e l'economia di François Quesnay
La produttività della natura e dell'economia
Il lavoro del fuoco: dall'alchimia all'industria
Il fuoco del lavoro
Nuovi tipi di amore per i beni
Ringraziamenti



Pubblicità