Crescere e divertirsi con lo sport. Come aiutare i bambini a vivere meglio senza diventare campioni
Autori e curatori
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 148,   3a ristampa 2017,    2a edizione, nuova edizione  2010   (Codice editore 239.161)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856832693
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856828788
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Una guida per genitori, allenatori, insegnanti e tutti coloro che, attraverso lo sport, vogliono aiutare i bambini a crescere davvero forti e sani. Distanziandosi dalla visione dello sport diffusa dai mass-media, il volume propone un approccio allo sport giovanile volto a concepire le discipline sportive come una palestra dove esercitare i muscoli emotivi ad affrontare gli eventi della vita quotidiana.
Presentazione del volume

In che modo lo sport può aiutare i bambini a crescere?
E in che modo noi adulti dovremmo supportare questi giovani atleti a praticarlo senza interferire con le loro aspettative?
L'autrice del libro, distanziandosi dalla visione dello sport diffusa dai mass-media, propone un approccio allo sport giovanile volto a concepire le discipline sportive come una palestra dove esercitare i muscoli emotivi ad affrontare gli eventi della vita quotidiana.
Solo se il ragazzo (e con lui genitori e allenatori!) supera la smania del successo e la ricerca della vittoria ad ogni costo, è capace di crescere, trovare serenità e raggiungere una vera affermazione di sé. Solo se impara a sfidare i propri limiti, avrà l'occasione di acquisire quelle strategie fondamentali per diventare un adulto sereno.
In questo volume troverete dunque suggerimenti ed indicazioni utili per:
- svolgere al meglio il proprio compito di genitori, di allenatori e/o di insegnanti,
- rapportarvi ai bambini nelle varie fasce d'età,
-- aiutare i ragazzi ad affrontare le frustrazioni suscitate dal contesto sportivo,
- coinvolgere il bambino timido,
- contenere quello ansioso o iperattivo,
- motivare quello arrendevole
- ed, infine, decidere come e quando usare lo sport come forma di psicoterapia o riabilitazione.
Un testo di riferimento fondamentale per genitori, allenatori, insegnanti e per tutti
coloro che, attraverso lo sport, vogliano aiutare i bambini a crescere davvero forti e sani.

Isabella Gasperini, psicologa e psicoterapeuta, ha lavorato in ambito clinico presso l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. Si interessa da tempo del rapporto tra bambini e sport. Scrive sulla rivista l'Allenatore dell'Associazione Italiana Allenatori Calcio e collabora con le Scuole Calcio della Lodigiani.

Indice


Darwin Pastorin, Premessa
Lo sport per crescere
(Esercitarsi a vivere attraverso l'attività sportiva; Nelle situazioni dello sport si specchia la vita; Gli adulti: un modello identificatorio preso da esempio; Necessità di armonia tra gli adulti che ruotano attorno ai ragazzi)
I giovani atleti
(3-5 anni; 6-8 anni; 9-10 anni; Dagli 11 anni all'adolescenza)
Gli eventi frustranti sperimentati nello sport
(Che cos'è la frustrazione; Le situazioni frustranti che si incontrano nello sport; Come il bambino reagisce alla frustrazione; saper dire "no" a un bambino; Imparare a cavarsela da soli; L'abbraccio che contiene; La fiducia in se stessi; La forza d'animo; Abituarsi a rivolgere lo sguardo dentro di sé)
Vivere lo sport da genitori
(Lo sport da dividersi?; La relazione genitore-figlio nel contesto sportivo; Suggerimenti per sostenere adeguatamente il proprio figlio che fa sport)
Ad ogni bambino il suo sport
(Far scegliere il giovane atleta; Accostarsi allo sport quando si è timidi; Cosa può trarre dallo sport il bambino ansioso; Aiutare con lo sport il bambino iperattivo a modulare la sua vivacità; Come stimolare il bambino arrendevole ad avere coraggio)
L'istruttore dei bambini: allenatore allo sport, educare alla vita
(Condividere con i bambini la passione per lo sport; La relazione con i genitori; Gli allenatori si descrivono; La Domenica di Nicola)
Il ruolo dello psicologo
(Lo psicologo nello sport; L'ausilio del questionario)
Lo spirito di gruppo acquisito dallo sport per favorire l'amicizia
(Il bambino si specchia nel gruppo; Lo staff tecnico è un gruppo; Il gruppo dei genitori tra amicizia e dissidi)
L'infortunio, un momento di crescita
(Passaggi di vita; Abituarsi a una nuova immagine di sé; Ricominciare da un obiettivo a breve termine; Il sostegno dell'allenatore; Il genitore del ragazzo che subisce un infortunio)
Lo sport e la scuola
(L'Educazione fisica nella scuola dell'infanzia; L'Educazione fisica nella scuola elementare; L'Educazione fisica nella scuola media; L'Educazione fisica, l'handicap e la scuola)
Lo sport come psicoterapia
(Il ruolo catalizzante del ridere e del fare sport; L'equitazione come supporto per le anoressiche e per i bambini autistici; Nuotare per sentire il proprio corpo quando c'è un handicap psicomotorio; Le Paraolimpiadi per mettersi in gioco in ogni caso; Una disciplina che coinvolge il corpo per curare la mente: la musicoterapia)
Cosa si aspettano i giovani atleti dallo sport
(La parola ai ragazzi; Delusione e speranza; Le reazioni agli eventi di Calciopoli)
Imparare dai bambini come vivere lo sport e la quotidianità
(Nutrirsi del mondo con gli occhi; I limiti del vivere lo sport proiettati nel futuro; Aspettarsi che il proprio figlio diventi un campione; Ispirarsi ai bambini per re-imparare a vivere appassionati per le piccole cose)
Conclusioni
Appendice. Osservare il portiere per imparare a non demordere mai
Bibliografia.