Una scuola per tutti con la didattica per competenze
Autori e curatori
Contributi
Paolo Calidoni, Valentina Grion, Barbara Letteri, Donatella Olmeo
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 248,   1a ristampa 2018,    1a edizione  2017   (Codice editore 1108.17)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891751805

In breve
Dopo un’analisi della letteratura più recente sulle cause del preoccupante fenomeno della dispersione scolastica, il libro propone al lettore una riflessione sull’importanza di una didattica per competenze per garantire a tutti gli allievi il successo formativo. Offre inoltre indicazioni operative che sono state sperimentate e condivise da un gruppo di oltre 70 docenti di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado che hanno preso parte a un percorso di ricerca-azione.
Presentazione del volume

Ogni anno troppi ragazzi abbandonano precocemente la scuola perché non trovano in essa stimoli adeguati e non si sentono parte attiva del processo educativo e didattico di cui sono destinatari. Soprattutto gli studenti con Bisogni Educativi Speciali (BES) risentono di una didattica che non tiene conto delle differenze e non garantisce percorsi personalizzati. Il ruolo della scuola in una società complessa come la nostra non è solo quello di fornire conoscenze disciplinari, ma soprattutto di accompagnare lo studente nell'acquisizione di competenze per la vita, prima fra tutte quella di imparare a imparare in una prospettiva di long life learning. Le prove PISA dell'OCSE evidenziano un'alta percentuale di studenti poco competenti nel risolvere situazioni problematiche che richiedono un'analisi accurata dei dati (espliciti ed impliciti) che vengono proposti. La letteratura internazionale definisce la persona competente come colei che sa mobilitare le proprie risorse per portare avanti compiti complessi e risolvere situazioni problematiche avvalendosi anche del supporto degli altri. Con quali strategie educative la scuola può accompagnare tutti gli studenti a diventare persone competenti? Per raggiungere tale obiettivo sarebbe innanzitutto importante superare un insegnamento prevalentemente centrato sul docente per preferire una didattica dove il principale protagonista diventa l'allievo, che insieme al gruppo classe co-costruisce il sapere e progressivamente diviene sempre più esperto in diversi ambiti. È in un simile contesto che trova ragione d'essere una progettazione per competenze e una valutazione diretta a supportare e orientare il loro progressivo sviluppo.
Sono questi i temi che il presente volume prende in esame. Dopo un'analisi delle cause del preoccupante fenomeno della dispersione scolastica, il libro propone al lettore una riflessione sull'utilità della didattica per competenze per promuovere il successo formativo di tutti gli allievi, con indicazioni operative che sono emerse dal confronto con un gruppo di oltre 70 docenti di scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado che hanno preso parte ad un percorso di ricerca-azione.

Filippo Dettori
è professore di Didattica Generale e Pedagogia Speciale presso l'Università degli Studi di Sassari. Ha pubblicato per FrancoAngeli: Giustizia minorile e integrazione sociale nel 2010, Perdersi e ritrovarsi. Una lettura pedagogica della disabilità in età adulta nel 2011, Né asino né pigro: sono dislessico nel 2015.

Indice
Introduzione
G. Filippo Dettori, Ripensare la didattica partendo dalle difficoltà che i ragazzi incontrano nella scuola
(Il fenomeno del drop-out; Le maggiori difficolta scolastiche degli studenti italiani; Le problematiche nell'apprendimento rilevate dall'INVALSI; Il punto di vista degli studenti sull'esperienza scolastica; Gli studenti con Bisogni Educativi Speciali; Una scuola più coinvolgente per prevenire il drop-out; Bibliografia)
G. Filippo Dettori, Una didattica più inclusiva e più attenta ai bisogni degli studenti
(Quale scuola per i ragazzi di oggi?; Le otto Competenze Chiave per l'apprendimento permanente; Le otto Competenze di cittadinanza; Gli Assi Culturali; Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo per il primo ciclo di istruzione; Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo per la scuola secondaria di secondo grado; Dalla programmazione didattica alla progettazione curricolare; Il curricolo verticale; Bibliografia)
G. Filippo Dettori, Dalla scuola delle conoscenze alla scuola delle competenze per dare risposte a tutti e a ciascuno
(Verso una definizione di competenze; Prima della didattica per competenze; La necessita di cambiare rotta: passare a una didattica per competenze; Apprendere per competenze; Valutare e autovalutare le competenze; Bibliografia)
Barbara Letteri, Donatella Olmeo, La didattica per competenze oltre la teoria: progettare, sperimentare, valutare, riflettere con gli insegnanti
(Fare ricerca con gli insegnanti; Il contesto e il percorso di ricerca realizzato; Un esempio di progettazione per competenze; Riflessioni conclusive; Bibliografia)
Valentina Grion, Valutare e certificare le competenze nella scuola
(L'evoluzione del concetto di valutazione; Il percorso di sviluppo della relazione fra valutazione e apprendimento: tre generazioni di idee e di pratiche; Dall'apprendimento per competenze alla sua valutazione; La certificazione delle competenze; Bibliografia)
Paolo Calidoni, Postfazione. Mezzo secolo trascorso (quasi) invano?