Sostenibilità e posizionamento strategico delle imprese. Prospettive teoriche e operative nella definizione delle strategie ambientali
Contributi
Marco Frey
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 204,      1a edizione  2018   (Codice editore 365.1193)

Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891774965
Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il tema del se, come, quando e quanto la tensione verso l’eco-sostenibilità debba essere considerata dalle imprese una determinante delle strategie competitive è attualmente in forte dibattito. Il testo offre una prospettiva interdisciplinare sulle macro e micro fondazioni del processo decisionale strategico, investigando l’insieme complesso di fattori che vanno dalle pressioni dell’ambiente competitivo esterno ai delicati equilibri tra funzioni aziendali e figure professionali coinvolte.
Presentazione del volume

Il tema del se, come, quando e quanto la tensione verso l'eco-sostenibilità debba essere considerata dalle imprese una determinante delle strategie competitive è attualmente in forte dibattito. L'alternarsi di storie di esemplari successi e fallimenti a livello internazionale alimenta oggi tanto le prospettive più positive quanto quelle più negative sull'opportunità di fondare le proprie strategie di sviluppo sul rapporto tra impresa e ambiente. Nel mezzo tra le due opposte prospettive vi è peraltro uno spazio concettuale molto ampio che, componendosi di diverse possibili declinazioni dei processi decisionali strategici, è di potenziale interesse per la maggioranza delle imprese oggi attive. Questo volume -facendo leva sull'analisi delle teorie correnti e sullo studio di casi nei quali le scelte di posizionamento ambientale risultano essere quanto mai incerte-, intende quindi fornire una guida ai ricercatori e ai professionisti interessati ad approfondire gli strumenti concettuali e analitici utili ad orientarsi in queste "terre di mezzo". Nel far ciò il testo offre una prospettiva interdisciplinare sulle macro e micro fondazioni del processo decisionale strategico, investigando l'insieme complesso di fattori che vanno dalle pressioni dell'ambiente competitivo esterno ai delicati equilibri tra funzioni aziendali e figure professionali coinvolte.

Francesco Rizzi
è professore associato di Management presso il Dipartimento di Economia dell'Università di Perugia e Affiliate Professor presso l'Istituto di Management della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. E' coordinatore di progetti nazionali e internazionali sui temi del management della sostenibilità, con particolare attenzione ai rapporti tra eco-gestione, strategie di impresa e imprenditorialità. Ha contribuito a questi ambiti di ricerca pubblicando più di 30 articoli su riviste scientifiche internazionali e partecipando, quale relatore ad invito, a numerose conferenze di riferimento per le comunità scientifiche e manageriali, fra le quali la Strategic Management Society.

Eleonora Annunziata
è assegnista di ricerca in Economia e gestione delle imprese presso l'Istituto di Management della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Dal novembre 2008 fa parte del gruppo di ricerca SUM (Management della Sostenibilità) dell'Istituto di Management della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa svolgendo attività di ricerca sui temi della gestione ambientale delle imprese, con particolare attenzione alle dinamiche tra strategie di eco-innovazione e imprenditorialità. Svolge attività di docenza in corsi di specializzazione accademica presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

Indice
Marco Frey, Prefazione
Introduzione
Sostenibilità, un tema in evoluzione
(Il business case della sostenibilità tra idealismo e pragmatismo; Verso una sintesi interdisciplinare del management della sostenibilità)
Le dimensioni dell'analisi strategica nella sostenibilità
(Dove nasce un prodotto/servizio sostenibile?; Le chiavi di lettura delle strategie in campo ambientale)
La scelta di non competere sul terreno della sostenibilità
(La maggioranza silenziosa; Il caso delle water utilities; Il caso dell'energy management nella pubblica amministrazione)
L'attesa di future opportunità nella sostenibilità
(L'attesa vigile; Il caso delle aziende vitivinicole; Il caso della distribuzione di massa)
La scelta di non accelerare gli investimenti nella sostenibilità
(Una cautela consapevole; Il caso della rinuncia alla creazione di un distretto dell'energia pulita; Il caso del turismo sostenibile)
Trasparenza ed efficacia delle relazioni con gli stakeholder
(La ricerca della propria nicchia; Il caso del green building; Il caso del green fashion)
Conclusioni
(Corporate governance e comunicazione esterna)
Bibliografia.