Il cibo in Corea. In and out
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 184,      1a edizione  2018   (Codice editore 1420.206)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891778260
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891784551
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Un approccio alla Corea attraverso la sua cultura gastronomica. Il volume presenta un mondo culinario fortemente caratterizzato, volgendo uno sguardo attento ai vari lessici gustativi, alle modalità con cui i consumatori si rapportano con il cibo e, attraverso di esso, con la società in generale nel corso dei secoli. L’insieme di casi analizzati costituisce un terreno ricco e significativo per tutti coloro che desiderino cominciare a conoscere la cultura culinaria dei coreani e ciò che vi sta dietro.
Presentazione del volume

Questo volume è un approccio alla Corea attraverso la sua cultura gastronomica. L'Autrice presenta un mondo culinario fortemente caratterizzato, volgendo uno sguardo attento ai vari lessici gustativi, al legame stabilito con gli altri sensi, alle modalità con cui i consumatori si rapportano con il cibo e, attraverso di esso, con la società in generale nel corso dei secoli.
Il libro analizza il piacere che deriva dal cibo a chi lo guarda nei film, ne legge in poesie e romanzi, lo consuma dentro e fuori dal video e, talora, vi cerca un incontro con l'Altro, come nel caso della cucina italiana in territorio coreano. Viene descritta la ricca e complessa simbologia degli alimenti nei rituali popolari e non mancano, infine, cenni alla funzione e al significato del cibo sulle tavole degli incontri politici, fondamentale terreno di negoziazioni nelle relazioni internazionali. L'insieme di casi analizzati, interviste e ricerche sul campo costituisce un terreno ricco e significativo per tutti coloro che desiderino cominciare a conoscere la cultura culinaria dei coreani e ciò che vi sta dietro.

Antonetta Lucia Bruno insegna Studi coreani presso l'Istituto di studi orientali, Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Ha completato i corsi in antropologia linguistica presso l'Università Nazionale di Seoul e conseguito il PhD presso l'Università di Leiden. I suoi interessi comprendono l'antropologia linguistica, le religioni e la cultura popolare. Tra le sue pubblicazioni si citano: The Gate of Words, Language in the Rituals of Korean Shamans. (CNWS, University Leiden Press, 2002); contributi al volume Korean Religious Practice (Princeton University Press, 2006); Italian food suits Korean women in "Cultura: International Journal of Philosophy of Culture and Axiology", 14, 2017, Mokpang: Pay me and I'll show you how much I can eat for your pleasure in "The Journal of Japanese and Korean Cinema", 9, 2017, Taylor & Francis On line.

Indice
Introduzione
Il piacere di parlare del gusto
(Il gusto e la conoscenza; Viaggiare nel tempo e nello spazio dei gusti e dei sapori)
Il piacere di guardare il cibo
(Cibo nei media: significati culturali e sociali in Corea; Mangiare insieme, mangiare da soli)
La semiotica del cibo
(La semiotica del cibo nei film coreani; Servire a tavola la politica delle relazioni internazionali; Cibi speciali)
Il piacere di leggere il cibo
(Breve excursus tra cucine e piatti del palazzo reale; Il cibo e il vino nelle poesie del periodo Choson; Il cibo e il corpo nella narrativa moderna)
Il gusto degli dèi
(Viaggio nella simbologia delle offerte religiose; Le offerte di cibo rituale nello sciamanesimo)
Bibliografia
(Siti Internet).