Colletti bianchi. Ricerche su impiegati, funzionari e tecnici in Italia tra '800 e '900
Autori e curatori
Contributi
Salvatore Adorno, Roberto Balzani, Maria Pia Bigaran, Barbara Curli, Roberto Ferretti, Manuela Martini, Michela Minesso, Aurelio Musi, Serenella Nonnis Vigilante, Mariuccia Salvati, Francesca Socrate, Carlotta Sorba
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 368,   figg. 6,     1a edizione  1998   (Codice editore 1501.59)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 42,00
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846408129

Presentazione del volume

Prendendo spunto da un convegno organizzato nel giugno 1996 dall'Istituto lombardo per la storia della resistenza e dell'età contemporanea, il volume mette a confronto prospettive e approcci diversi, oltre che un articolato numero di case studies, relativi al ruolo e alle funzioni delle burocrazie, statali, delle amministrazioni locali e private. Emergono particolarmente, sotto diverse sfumature: l'analisi delle forme, dei metodi e dei limiti del potere di mediazione del mondo burocratico, nei riguardi del mondo politico e di quello degli interessi economici locali; la percezione di questa funzione da parte dell'opinione pubblica e della mentalità collettiva, articolata ora in sguardi ironici e di disprezzo - affidati alla letteratura o al "senso comune" -, ora in propositi di riforma modernizzante della burocrazia in senso efficientista.

Un ampio ventaglio di studi biografici e prosopografici, sull'associazionismo professionale, sulle categorie, su diverse realtà locali - dal nord al sud del paese - portano in evidenza altri temi storiograficamente assai rilevanti, come i percorsi di reclutamento e le modalità di carriera, la questione dell'efficienza e delle competenze tecniche, le identità professionali, gli orientamenti politici e sociali, la femminilizzazione di alcuni settori.

Indice

Marco Soresina, Introduzione
Francesca Socrate, Tipologie e destini d'impiegati nella letteratura dell'Italia liberale
Mariuccia Salvati, La burocrazia nella cultura del fascismo "intransigente"
Aurelio Musi, Burocrazia comunale e mediazione politica nel Mezzogiorno tra Ottocento e Novecento
Salvatore Adorno, Storie di impiegati comunali in una città meridionale dell'Ottocento
Mariapia Bigaran, Gli impiegati comunali a Trento dall'impero asburgico al regno d'Italia. Funzioni, composizione sociale, ideologie
Carlotta Sorba, Tecnici municipali nell'Italia liberale: percorsi di reclutamento e identità professionali
Michela Minesso, Tecnici e amministrazione pubblica. Gli ingegneri del Genio civile nell'Italia liberale
Roberto Balzani, Impiegati, mediatori o politici? I direttori di banca nell'Italia umbertina. Note su fonti e ipotesi di ricerca
Barbara Curli, Un nuovo ceto medio femminile. Le prime impiegate di banca in Italia
Serenella Nonnis Vigilante, Un funzionario modello della civica amministrazione: Candido Ramello, il direttore dell'Ufficio d'igiene di Torino (1866-1903)
Marco Soresina, Luigi Bodio: carriera e relazioni personali
Manuela Martini, "Per tutelare gli alti interessi di ordine generale". L'associazionismo dei ragionieri del 1860 all'ordinamento professionale del 1906
Roberto Ferretti, Rapporti centro-periferia e organizzazioni professionali degli ingegneri tra le due guerre. Tutela e disciplina della categoria tra nazionale e locale.