Lo sguardo della vittima

Nuove sfide alla civiltà delle relazioni. Scritti in onore di Carmine Ventimiglia

Contributi
Marco Deriu, Luciano Ferrari, Ivo Lizzola, Giuseppe Padovani, Wolfgang Palaver, Tamar Pitch, Giorgio Rifelli, Patrizia Romito, Stefano Tomelleri
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 160,      1a edizione  2009   (Codice editore 222.2.13)

Lo sguardo della vittima. Nuove sfide alla civiltà delle relazioni. Scritti in onore di Carmine Ventimiglia
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,50
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856804263

In breve

L’impegno culturale, civile e umano di Carmine Ventimiglia. Il nome di Ventimiglia è piuttosto legato al tema della violenza contro le donne, che affrontò con determinazione dal 1987, imponendo all’attenzione un concetto che solo ora sembra imporsi all’opinione pubblica: la prevalente responsabilità, negli atti di violenza sulle donne, di mariti, parenti, amici, insospettabili vicini di casa, rispetto a efferati criminali o a stranieri.

Utili Link

Animazione Sociale Reggere lo sguardo della vittima… Vedi...

Presentazione del volume

Il termine vittima è ormai divenuto una parola chiave della nostra quotidianità. Le scienze sociali hanno dedicato grande attenzione ai processi di vittimizzazione delle minoranze: delle culture deboli da parte delle culture forti, delle donne da parte dei maschi, dei bambini da parte dei genitori violenti e così via. Ma la sfida di lasciarsi interrogare dallo sguardo della vittima non tocca più soltanto il destino di minoranze oppresse o misconosciute: è una sfida che investe il destino complessivo della nostra convivenza sociale. Una sfida alla civiltà stessa delle nostre relazioni quotidiane.
I saggi contenuti in questo libro propongono una riflessione sullo sguardo della vittima evitando una disposizione frontale e una concezione sostantiva della vittima. Li guida invece la persuasione che sia compito della ricerca sociale mettere in evidenza i nessi che legano la vittima a chi della sua condizione porta la responsabilità diretta e irriducibile, a chi fa da contorno alla scena perché si limita a guardarla o perché le volge le spalle con sufficienza, ignavia o deliberazione e, ancora, ai nostri modi abituali di pensare la condizione vittimaria.
Con gli studi qui raccolti si è voluto onorare quello che nell'interpretazione dei curatori costituì il senso profondo dell'impegno culturale, civile e umano di Carmine Ventimiglia, che in tre decenni di ricerche pionieristiche ha lavorato per ricostruire le ragioni della vittima, nei più diversi luoghi del nostro vivere quotidiano, e per trasformarle in domande capaci di interrogare in profondità le forme della nostra convivenza civile.

Alessandro Bosi insegna Sociologia generale all'Università di Parma. I suoi interessi sono soprattutto legati agli studi sull'identità narrativa (Identità e narrazione, a cura di, 2003; Il sentimento del tempo e del luogo, 2005) e sulla società multiculturale (Città di culture, a cura di, 1996; La corte dei miracoli, 1998). È membro del comitato editoriale della rivista "La società degli individui", edita da FrancoAngeli.
Sergio Manghi insegna Sociologia dei processi culturali e comunicativi all'Università di Parma. I suoi interessi teorici e di ricerca vertono soprattutto sull'interazione comunicativa nelle relazioni di cura, educative e d'aiuto. Membro del comitato editoriale della rivista "La società degli individui", tra i suoi volumi ricordiamo: Il gatto con le ali: tre saggi per un'ecologia delle pratiche sociali (2000), La conoscenza ecologica (2004), Il medico, il paziente e l'altro (2005), Il soggetto ecologico di Edgar Morin (2009).

Indice



Premessa
Ripensare la vittima
Sergio Manghi, Indignazione, riparazione, perdono. Dalla difesa delle vittime alla cultura della vittima
Ivo Lizzola, Vittime vulnerabili, sguardi della cura
Tamar Pitch, Qualche considerazione sulla nozione di vittima
Stefano Tomelleri, Il vittimismo oggi. Il risentimento diffuso nelle relazioni sociali
Wolfgang Palaver, L'ambigua impronta della condizione vittimaria. Le "religioni del lamento" di Elias Canetti e il monoteismo abramico
Luoghi vittimari
Alessandro Bosi, Approssimazioni sull'accadere di uno sguardo
Patrizia Romito, Riflessioni sulle strategie di occultamento delle violenze maschili su donne e minori
Giorgio Rifelli, La colpa della vittima
Giuseppe Padovani, La vittima come complemento dell'azione
Luciano Ferrari, La vittima sul posto di lavoro
Marco Deriu, Relazioni affettive e violenza maschile
Carmine Ventimiglia: un profilo bio-bibliografico.