Itaca e dintorni. Le isole della formazione. Sperimentare il nuovo obbligo formativo nella provincia di Forlì-Cesena
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,      1a edizione  2002   (Codice editore 488.15)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 15,50
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846438010

Presentazione del volume

Questo libro è la descrizione metodologica di un'esperienza di integrazione realizzata nella provincia di Forlì-Cesena, che ha assunto la metafora di ITACA come "il viaggio della scelta". Ulisse è in questo caso collettivamente rappresentato dai giovanissimi allievi che iniziano ad affrontare la vita ed hanno come prima meta importante il raggiungimento della maggiore età, l'inizio del lavoro (Itaca). Le loro risorse sono la curiosità e l'intelligenza, per affrontare un viaggio insidioso ma appassionante, perché gli Dei hanno stabilito per Ulisse (i giovani allievi) l'obbligo di compiere un lungo viaggio attraverso il Mediterraneo (metaforicamente il NOS-NOF) per giungere alla meta di Itaca (la maggiore età, l'ingresso nel mondo del lavoro, i primi impegni nella società).

Ad Ulisse è lasciato, comunque, il libero arbitrio di inventare un proprio originale itinerario. Un libero arbitrio che deve essere proposto sia come fonte della responsabilità individuale sia come opportunità. Il viaggio deve servire ai tanti Ulisse per accumulare conoscenza ed esperienza, anche a costo di grandi difficoltà ed errori. Durante il viaggio essi incontreranno consiglieri buoni e cattivi (gli insegnanti, i tutor della formazione, i presidi, i potenziali datori di lavoro). La libera scelta guiderà Ulisse attraverso l'arcipelago della conoscenza ed il viaggio stesso diventa metafora dell'integrazione tra scuola, formazione e lavoro. Gli Dei (i rappresentanti delle istituzioni e gli esperti), alla fine del racconto, aiuteranno a comprendere il loro volere iniziale e i nuovi orientamenti per il futuro.

La strada sarà lunga e gli Dei non sempre benevoli, ma il loro viaggio alla fine li porterà ad Itaca, o meglio a tante Itaca diverse, a seconda delle aspettative individuali, delle risorse personali attivate, delle prospettive di investimento che in quel momento il loro territorio saprà offrire. L'Itaca che avranno scelto, guardandosi dentro come fece Ulisse, aiutati a valutare come opportunità anche gli apparenti fallimenti, seguiti nel percorso di valorizzazione delle loro potenzialità da quell'Atena che nella vita ed in questa ITACA è rappresentata dai tutor, dagli insegnanti, dalle famiglie, dagli operatori, in una rete che, integrandone le competenze e la forza, l'autorevolezza e la sensibilità, consente a questi figli, a questi ragazzi, di intraprendere il percorso più vicino alla propria storia, perché il progetto di vita sia frutto di una scelta consapevole e condivisa.

Deborah Morgagni, consulente senior di PLAN, è esperta di processi formativi, consulente di orientamento e di comunicazione didattica. Ha realizzato numerosi interventi di formazione ed esperienze professionali nell'istruzione scolastica e nella formazione professionale.

Daniele Zattini, figura storica della formazione forlivese, responsabile della progettazione del CNOS-FAP di Forlì, è il Project manager del Progetto "Itaca per il NOF" per l'associazione di Enti di formazione ITACA.

Indice

Indice.

Viviana Neri (Assessore Formazione Professionale. Provincia Forlì-Cesena), Presentazione

Giulia Antonelli (Regione Emilia Romagna), Prefazione

Lubiano Montaguti (Ial Emilia Romagna), Il progetto Itaca per il Nof

(Il Nuovo Obbligo Formativo nel "sistema formativo integrato policentrico"; Le attività di integrazione della Provincia di Forlì-Cesena; Le fasi del progetto Itaca per il Nof)

Deborah Morgagni (PLAN), Impianti metodologici e buone pratiche per il Nof

(Premessa; I paradigmi culturali, didattici, metodologici ed organizzativi della personalizzazione e/o individualizzazione; Gli archetipi della personalizzazione e/o individualizzazione: presupposti di fattibilità dal "macro" al "micro"; Le leve della personalizzazione individualizzazione; Il sistema di assessment; Le Unità Formative Capitalizzabili)

Fabio Belletti, Franco Cima, Morena Sartori (AECA), L'integrazione nell'obbligo formativo: criticità e proposte

(Premessa; Formazione professionale integrata: le criticità; Il rapporto tra ente di formazione e famiglie; Il rapporto con le imprese; La parità di opportunità: un approccio trasversale)

Michele Palmarini, Daniele Zattini (CNOS-FAP Forlì), Le sperimentazioni realizzate nelle attività formative di Itaca per il NOF

(Premessa; La sperimentazione di Itaca per il Nof nella Provincia di Forlì-Cesena; I materiali sperimentati nel Nof; La progettazione dello stage)

Paola Franchi (Provincia Forlì-Cesena), Le piste di lavoro per il futuro