La comunicazione sostenibile. Valori, reputazione e governo nelle democrazie complesse
Autori e curatori
Contributi
Enzo Bianco
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,   1a ristampa 2011,    1a edizione  2008   (Codice editore 1801.3)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846491145

In breve
La vocazione del comunicatore coincide con l’impegno per una prospettiva di armonizzazione della dimensione sociale con quella economica e ambientale. La comunicazione sostenibile è anche, quindi, comunicazione ambientale. In questa direzione il volume propone strumenti e strategie per il governo delle relazioni istituzionali e aziendali, esempi concreti e possibilità di azione per l’attività sul campo del professionista della comunicazione.
Presentazione del volume

Pensare la comunicazione come un'attività di informazione unilaterale, e ritenere che la funzione fondamentale del comunicatore consista nella cura dell'immagine istituzionale ed aziendale, rappresentano i principali bersagli polemici di questo volume.
La prospettiva sostenuta colloca invece l'attività del comunicatore entro una concezione relazionale e strategica, volta alla diffusione dialogica di valori e reputazione.
In questo senso la comunicazione sostenibile si pone come metodo per la produzione e l'incremento di dinamiche feconde nella società civile, come lo stimolo a processi di partecipazione democratica piuttosto che di concentrazione del potere. La vocazione del comunicatore, quindi, coincide con l'impegno per una prospettiva di armonizzazione della dimensione sociale con quella economica ed ambientale.
La comunicazione sostenibile è anche, ma non solo, comunicazione ambientale. È in questa direzione che il presente lavoro propone un set di strumenti e strategie per il governo delle relazioni istituzionali ed aziendali, esempi concreti e possibilità di azione per l'attività sul campo, caleidoscopica ed appassionante, del professionista della comunicazione.

Alberto Mancinelli, sociologo della comunicazione di massa, insegna Comunicazione ambientale presso la Facoltà di Economia dell'Università di Trento e Comunicazione presso la Trentino School of Management. Attualmente è presidente della M&PComunicazione. Consulente per la comunicazione dell'ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) e della commissione ambiente. È inoltre responsabile per le relazioni media della fondazione Ifel (Istituto di finanza ed economia locale). Tra le sue pubblicazioni ricordiamo il Manuale di comunicazione pubblica (Maggioli, 2001).

Indice


Ringraziamenti
Enzo Bianco, Presentazione
Parte I. Elementi per una teoria della comunicazione integrata
Le direzioni della comunicazione
(Comunicazione verticale; Comunicazione orizzontale)
L'evoluzione del concetto di comunicazione
L'approdo al governo delle relazioni
Informazione e comunicazione
Immagine e reputazione
Processo comunicativo e piramide del comunicatore
Parte II. Le forme della comunicazione
La comunicazione pubblica
La comunicazione istituzionale
La comunicazione politica
La comunicazione sociale
La comunicazione d'impresa
Parte III. La comunicazione ambientale e sostenibile
La nozione di sostenibilità
Sviluppo sostenibile: dalla Conferenza di Stoccolma ai Codici Etici
L'associazionismo ambientalista)
Il rapporto tra economia e ambiente
(Obiettivi economici di compatibilità ambientale; Strumenti economici per l'ambiente; L'Ecolabel europeo; Strategie d'impresa ed efficacia economica delle scelte ambientali)
La qualità della vita
(Un'interpretazione teorica; Qualità della vita e percezione della qualità della vita: indicatori e ricerche)
Il conflitto e la sindrome di Nimby
La comunicazione sostenibile
Parte IV. Strumenti della comunicazione ambientale e sostenibile
Gli attori sociali, l'ambiente, la comunicazione
Strategie di comunicazione ambientale
Il paino di comunicazione ambientale e sostenibile
Responsabilità sociale d'impresa e bilancio di mandato pubblico
Parte V. Case histories
Il comune di Varese Ligure
(La registrazione Emas; La politica ambientale)
Il caso Roma per Kyoto
Il caso Ibm
(Certificazioni e soluzioni a basso consumo; La Fondazione Ibm Italia)
Il caso Philips: dichiarazione politica ambientale e progetti sostenibili
Le Cartiere del Garda
Riferimenti bibliografici
Gli autori.