La Galleria Inesistente.

Pratiche artistiche di un gruppo anonimo tra gli anni '60 e ‘70

Autori e curatori
Contributi
Italo Barbati, Daniele Pittèri, Angela Tecce
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 156,      1a edizione  2015   (Codice editore 2000.1440)

La Galleria Inesistente. Pratiche artistiche di un gruppo anonimo tra gli anni '60 e ‘70
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

La Galleria Inesistente ha rappresentato, tra gli anni Sessanta e Settanta, una prassi di contestazione al sistema dell’arte e alle figure di mediazione. Il testo ne ripercorre le vicende attraverso i documenti, le testimonianze e le voci di quanti conobbero l’attività del gruppo, restituendo la narrazione plurale di una delle esperienze artistiche più interessanti di quegli anni.

Presentazione del volume

Esperienze estetiche non immediatamente identificabili, azioni immerse nella polifonia urbana, distanti dai contesti istituzionali e in linea con i flussi sperimentali del tempo, tra accidentale e intenzionale, ironia e antagonismo. La Galleria Inesistente ha rappresentato, tra gli anni '60 e '70, una prassi di contestazione del sistema dell'arte e delle figure di mediazione. Attorno ad essa si riunirono, in tempi diversi, gli artisti Vincent D'Arista, Bruno Barbati, Gianni Pisani, Errico Ruotolo, Maria Palliggiano, Giannetto Bravi, Maria Roccasalva e Gerardo Di Fiore. Il gruppo appare come un essere metamorfico che sfugge alle definizioni critiche per entrare nelle cronache e nell'opinione pubblica, facendosi memoria latente, abitando luoghi di frontiera e spaziando nell'ambito dell'eventuale. La Galleria Inesistente, con il suo linguaggio sperimentale e trasversale, ha saputo proporre una dimensione estetica collettiva forzando le consuetudini espositive con opere effimere.
Delle numerose azioni rigorosamente antiautoriali - dalla simulazione dell'eruzione del Vesuvio alla pioggia di braccia di plastica, dai leoni in gesso diffusi per il centro della città e timbrati da Joseph Beuys alla "mostra inesistente" alla galleria di Lucio Amelio - restano poche tracce concrete ma vividissimi ricordi e immagini.
Il testo ne ripercorre le vicende attraverso i documenti, le testimonianze e le voci di quanti conobbero l'attività del gruppo, da Achille Bonito Oliva, Angelo Trimarco, Lucia Trisorio e Giulia Piscitelli a Giuseppe Morra, Mario Franco e i familiari di D'Arista e di Barbati, restituendo la narrazione plurale di una delle esperienze artistiche più interessanti
di quegli anni.
Un approfondimento è dedicato ai progetti raccolti da Italo Barbati e al percorso autonomo che Vincent D'Arista intraprese dal 1973, anno in cui la Galleria Inesistente si disperse, pur riemergendo come ipotesi estetica nella sua ricerca individuale.

Luciana Berti è laureata in Storia dell'arte contemporanea all'Università degli Studi di Napoli Federico II e dal 2012 collabora con la Direzione di Castel Sant'Elmo, occupandosi dell'organizzazione di mostre, della catalogazione delle opere del museo Novecento a Napoli e delle attività didattiche e di ricerca. È autrice di saggi e articoli pubblicati su riviste specializzate e su cataloghi di mostre d'arte contemporanea.

Indice

Daniele Pittèri, Immaginare l'inimmaginabile
Angela Tecce, Agile/vigile/fragile
Introduzione
Negazione doppia
Arte fuori
Lo strano caso della Galleria Inesistente
L'attività di Vincent D'Arista e Bruno Barbati, prima della fondazione della Galleria Inesistente (1965-1968)
(Intervista a Bruno Di Bello; Intervista a Nino Longobardi; Intervista a Fabio Donato)
Attorno alla Galleria Inesistente. Storie di Napoli, tra gli anni Sessanta e Settanta
(Intervista a Mario Franco; Intervista ad Angelo Trimarco)
I componenti della Galleria Inesistente
(Intervista a Italo Barbati; Intervista alla famiglia D'Arista)
La Galleria Inesistente, dal 1969 al 1970
(Intervista a Gianni Pisani)
La Galleria Inesistente, dal 1971 al 1973
(Intervista a Maria Roccasalva; Intervista a Gerardo Di Fiore)
L'attività di Vincent D'Arista, oltre la Galleria Inesistente
(Intervista a Vincent D'Arista; Intervista ad Anka Ptaszkowka; Intervista ad Achille Bonito Oliva; Intervista a Lucia Trisorio; Intervista a Giuseppe Morra; Intervista a Giulia Piscitelli; Intervista ad Antonio Stefanelli)
Italo Barbati, La Galleria Inesistente Napoli 1967/1981. Bruno Barbati e Vincent H. D'Arista
Bibliografia.