I nuovi movimenti migratori. Il diritto alla mobilità e le politiche di accoglienza
Contributi
Raimondo Cagiano De Azevedo
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 192,      1a edizione  2016   (Codice editore 1136.102)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891741349
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891749062
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Quale ruolo rivestiranno le migrazioni nell’evoluzione demografica mondiale ed europea? E quali saranno le politiche che i Paesi europei dovranno adottare per far fronte alle nuove sfide demografiche e sociali? Il volume tenta di rispondere a queste domande, disegnando un quadro del fenomeno migratorio attuale e accompagnando il lettore in una riflessione sui temi della popolazione e dello sviluppo.
Presentazione del volume

In un mondo che sta sperimentando trasformazioni demografiche e sociali senza precedenti, 244 milioni di persone sono migranti. Si tratta di un fenomeno non nuovo, ma che vede emergere nuove categorie migratorie, quelle dei migranti ambientali, dei minori stranieri non accompagnati, dei migranti in transito, dei nuovi rifugiati. Volontarie o forzate, le nuove migrazioni sono composte da uomini e donne che vedono nell'Europa una terra di pace, di sicurezza, dove esiste un futuro per loro e per i loro figli. Ma quale ruolo rivestiranno le migrazioni nell'evoluzione demografica mondiale ed europea? E quali saranno le politiche che i Paesi europei dovranno adottare per far fronte alle nuove sfide demografiche e sociali?
Il volume si propone di rispondere a queste domande, disegnando un quadro del fenomeno migratorio attuale e accompagnando il lettore in una riflessione sui temi della popolazione e dello sviluppo. L'analisi lascia emergere le contraddizioni presenti nelle risposte sviluppate di volta in volta dai paesi europei, il cui dilemma politico è oggi quello di conciliare l'apertura verso chi ha diritto a una protezione internazionale con la crescente pressione di una diffusa opinione pubblica contraria. La riflessione finale richiama la necessità di gestire la migrazione in chiave moderna, attraverso un governo internazionale e cooperativo, analogamente a quanto avviene per l'ambiente o per altri temi transnazionali che non possono essere gestiti in modo efficiente dallo Stato. La concezione della migrazione come bene pubblico mondiale dovrebbe essere, secondo le autrici, l'elemento cardine per ripensare e armonizzare gli interessi degli Stati e i diritti dei migranti.

Cristina Giudici, demografa e docente di Analisi dei movimenti migratori presso Sapienza Università di Roma, è Deputy Dean della European Doctoral School of Demography per gli anni accademici 2015/16 e 2016/17 e membro della Cattedra Unesco su Popolazione, Migrazioni e Sviluppo. I suoi interessi di ricerca prevalenti riguardano le migrazioni internazionali, le dinamiche e le implicazioni del processo di invecchiamento demografico, il ruolo del contesto sociale e della famiglia nella salute e nella longevità.
Catherine Wihtol de Wenden, politologa esperta di flussi e politiche migratorie, è direttrice di ricerca al Centre National de la Recherche Scientifique e consulente di diverse organizzazioni, tra cui l'OCSE, la Commissione Europea, l'Alto Commissariato per i Rifugiati dell'ONU e il Consiglio d'Europa. Nel 2014 è stata insignita della Legion d'Onore per i suoi studi sulle migrazioni internazionali.

Indice
Prefazione
Raimondo Cagiano de Azevedo, Introduzione
Popolazione, migrazioni e sviluppo
(La questione demografica nello sviluppo economico; L'evoluzione della popolazione mondiale e le migrazioni internazionali; Determinanti e meccanismi di sviluppo delle migrazioni internazionali: uno sguardo multidisciplinare)
Un mondo in movimento
(Il quadro mondiale; Le migrazioni internazionali tra mondializzazione e regionalizzazione; L'Europa, un continente di immigrazione, suo malgrado; Le nuove migrazioni; I rifugiati e i richiedenti asilo)
Dall'immigrazione all'integrazione
(Le politiche del vivere insieme; L'integrazione degli immigrati in Europa: la retorica civica e il rischio di stratificazione della popolazione immigrata; La popolazione immigrata in Italia: caratteristiche strutturali e implicazioni sociali)
L'evoluzione della tutela del diritto d'asilo in Italia dalla Costituzione ad oggi
(L'evoluzione della tutela del diritto d'asilo in Italia dalla Costituzione all'inizio degli anni Novanta; La Convenzione di Ginevra del 1951 e la sua applicazione nell'ordinamento italiano; Le dimensioni della presenza di rifugiati in Italia dai primi anni Cinquanta alla legge Martelli; L'evoluzione legislativa e il contesto di rifermento dalla legge Martelli alla fine degli anni '90: lento recupero del ritardo strutturale; Le emergenze dei primi anni '90: dall'instabilità nei Balcani alla crisi somala; L'evoluzione della normativa italiana tra i primi anni Novanta e la legge Bossi-Fini; La normativa europea in materia d'asilo e il suo impatto sulla realtà italiana; Considerazioni conclusive)
La governance globale delle migrazioni: un processo cosmopolitico
(Introduzione; Il multilateralismo, una lenta presa di coscienza; Il Forum mondiale su migrazione e sviluppo: da Bruxelles a Dacca; Una combinazione di attori e interessi sociali)
Conclusioni
Bibliografia
Glossario.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi