Crisi della natalità e nuovi modelli riproduttivi

Chi raccoglie la sfida della crescita zero?

Contributi
Franco Bressan, Donata Gottardi, Martina Menon, Federico Perali, Anna Maria Piussi, Elisa Rocchi, Giovanna Rossi, Anita Sanvitto, Giovanni Battista Sgritta, Elena Zenga
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,      1a edizione  2005   (Codice editore 1534.2.16)

Crisi della natalità e nuovi modelli riproduttivi. Chi raccoglie la sfida della crescita zero?
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846469915

Presentazione del volume

Se di fronte all'allarme culle vuote smettiamo di chiederci "perché le donne non fanno più figli?", ma ci chiediamo "perché le donne dovrebbero fare figli?" la prospettiva di analisi muta. Usciamo dalle secche di un modello esplicativo strettamente individualistico, che riconduce il problema della crisi della natalità ai cambiamenti che hanno investito il ruolo femminile, senza comprendere se il controllo della fecondità sia una causa o un effetto di tali mutamenti, e scorgiamo gli stretti nessi che uniscono questa scelta femminile apparentemente privata alle più ampie dinamiche sociali.
Forte appare il nesso tra lavoro per il mercato e lavoro di cura, tra attivi e non attivi, tra rischio povertà e generatività, tra partecipazione al mercato del lavoro e diritti di cittadinanza. Se ci chiediamo perché mai le donne dovrebbero oggi fare figli, appare evidente come le politiche di conciliazione siano l'unico terreno sul quale potere ricostruire un nuovo e diverso rapporto tra lavoro di cura e lavoro per il mercato, tra famiglie e società, tra uomini e donne che hanno scelto di correre il rischio di generare un figlio.
Il libro si rivolge a studiosi, ricercatori, operatori nel sociale, studenti interessati ad approfondire le reali possibilità di promozione delle politiche di conciliazione, stante l'attuale crisi del nostro sistema di welfare e le profonde trasformazioni in atto nel mercato del lavoro.

Paola Di Nicola è professore ordinario di Sociologia dei processi culturali e Sociologia della famiglia presso l'Università degli studi di Verona. Direttore del Master di primo livello in Mediazione familiare, è membro del Consiglio scientifico dell'Osservatorio nazionale sulla famiglia - Ministero del lavoro e delle politiche sociali - e della sezione Politiche sociali dell'Associazione italiana di sociologia. Tra le sue opere più recenti ricordiamo Prendersi cura delle famiglie, Carocci, Roma 2002.

Maria Gabriella Landuzzi è ricercatore in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l'Università degli studi di Verona. Docente di Sociologia della famiglia nel Corso di laurea in Scienze del servizio sociale per la Facoltà di Scienze della Formazione recentemente ha pubblicato Sociologia della mediazione familiare, Erasmo, Verona, 2005.

Indice


Paola Di Nicola, Maria Gabriella Landuzzi, Introduzione
Paola Di Nicola, Lavoro di cura e lavoro per il mercato: le difficili ricomposizioni
Anna Maria Piussi, La maternità tra realtà e desiderio
Anita Sanvitto, Donna, maternità e figli: quando l'unità si infrange
Martina Menon, Federico Perali, Costo dei figli e scelte procreative
Donata Gottardi, La disciplina sulla tutela della maternità e della paternità alla prova della riforma del mercato del lavoro
Giovanna Rossi, Politiche sociali per la famiglia, per la donna, per i figli: come conciliare la promozione di diritti apparentemente "inconciliabili "?
Franco Bressan, Elena Zegna, Elisa Rocchi, Natalità a Verona: analisi diacronica e prospettive
Giovanbattista Sgritta, L'epifania del nulla: il Libro bianco sul welfare