Biosemiotica e psicopatologia dell'ordo amoris. In dialogo con Max Scheler
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 292,      1a edizione  2018   (Codice editore 484.9)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33.00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
L’autore porta avanti il progetto d’una nuova psicopatologia dell’ordo amoris confrontandosi non solo con la tradizione della psichiatria e della psicopatologia fenomenologica del Novecento, ma anche con l’attuale dibattito fenomenologico sull’intersoggettività e con quello psichiatrico sulla schizofrenia come disturbo dell’aida o come processo di disembodiment. Il risultato rappresenta la prima ricerca sistematica a livello internazionale sulle ricadute dei concetti scheleriani di schema corporeo e ordine del sentire nei confronti dei disturbi dell’emotional regulation sia a livello psicopatologico sia a livello di processo di formazione della singolarità.
Utili Link
Humanitas Recensione (di Carlo Brentari)… Vedi...
Presentazione del volume

Che cosa consente l'interazione fra due organismi o la comprensione del vissuto altrui? Spesso le teorie dell'embodiment, dell'intersoggettività e dell'empatia sono partite da un presupposto individualistico (la comprensione dell'altro è successiva alla comprensione di sé stessi) e cognitivista (la dimensione affettiva è successiva al processo cognitivo). La tesi di questo libro è che all'origine non ci sono due entità isolate che successivamente interagiscono. Piuttosto c'è una falda impersonale - l'affettività originaria (Gefühlsdrang) - che rende tutti gli organismi viventi fin dall'inizio costitutivamente sintonizzati con il piano espressivo della vita. La proposta è quella di ripensare la tematica della corporeità sulla base di una biosemiotica dell'interazione fra corpo vivo (Leib) e ambiente (Umwelt). Le emozioni umane si rivelano dispositivi che sperimentano livelli di sintonizzazione ulteriori e che, proprio perché ex-centriche, espongono l'umano al rischio di alienarsi nelle varie forme d'esistenza psicopatologiche. Si tratta d'una prospettiva inedita, che si rivolge alla psicopatologia per rileggere in controluce la filigrana che intesse la struttura della singolarità personale. Quello che emerge è un territorio intermedio fra la filosofia e la psichiatria: la psicopatologia dell'ordo amoris.

Guido Cusinato
, dopo aver svolto per una decina d'anni attività di ricerca e d'insegnamento all'estero, è attualmente professore associato di Filosofia teoretica all'Università degli Studi di Verona. Dal 2013 al 2018 è stato Presidente della Max-Scheler-Gesellschaft. Fra i suoi libri più recenti: Periagoge (Verona 20172); Person und Selbsttranszendenz (Würzburg 2012).

Indice
Introduzione
Emergentismo e metabolismo: l'organismo come novità ontologica
(Schelling: organismo come "schema della libertà"; L'emergentismo e il problema di una causalità non fisica; Metabolismo affettivo come risposta alle aporie dell'emergentismo; I livelli d'auto-organizzazione affettiva della vita)
I principali presupposti del concetto di schema corporeo
(Dilthey e Scheler; Bergson e Scheler; Uexküll e Scheler)
Fenomenologia della corporeità e schema corporeo
(La psichicità del corpo vivo; La legislazione materiale dello schema corporeo)
La percezione diretta dell'espressione e i suoi presupposti
(Il legame essenziale fra vita ed espressione; Per una rifondazione della fenomenologia dell'alterità; Percezione diretta dell'espressione e Wertnehmung; Il problema dell'universalità dell'espressione)
La crisi di fondamenti delle attuali teorie della percezione diretta
(Percezione diretta e minimal self; Il problema della sintonizzazione alla base dell'intersoggettività; Oltre l'inter-soggettività: biosemiotica e inter-formatività; Dietro l'intersoggettività: Kimura e il radicamento nella natura)
La fenomenologia di Scheler e la psicopatologia
(Scheler e la psicopatologia; Scheler e Cutting: psicopatologia e teoria delle riduzioni)
Anatomia dell'ordo amoris e ontogenesi della persona
(Anatomia dell'ordo amoris; Ontogenesi della singolarità: persona e co-attuazione dell'atto)
Psicopatologia dell'ordo amoris ed embodied fantasy
(Psicopatologia dell'ordo amoris e disturbi della valueception; All'origine della percezione: embodied fantasy e allucinazione)
Psicopatologia dell'ordo amoris e posizionamento nel mondo
(Il posizionamento attraverso la metabolizzazione degli umori in sentimenti; Disturbi ai primi due livelli di sintonizzazione; Disturbi al terzo livello di sintonizzazione e compromissione del processo antropogenetico)
Bibliografia
Indice dei nomi.