Pratiche educative per l'inclusione sociale

Autori e curatori
Contributi
Caterina Benelli, Stefania Fiorentino, Francesca Marone, Stefano Oliverio
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 144,   5a ristampa 2018,    1a edizione  2010   (Codice editore 940.6)

Pratiche educative per l'inclusione sociale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856823028
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856829563
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume esplora in chiave pedagogica modelli teorici e metodologici ed identifica esperienze e buone pratiche per rispondere alle sfide dell’inclusione sociale e della cittadinanza attiva.

Utili Link

Pedagogika.it Recensione (di Valeria Napolitano)… Vedi...

Presentazione del volume

Nell'ultimo decennio, a partire dal Memorandum di Lisbona del 2000, l'inclusione sociale si è affermata come il principale orizzonte di senso per la costruzione di una società che sia più coesa, equa e democratica e al contempo capace di una crescita economica sostenibile, mediante l'ampliamento della quantità e della qualità delle life chances.
Muoversi all'interno di tale ottica esige un impegno teorico-pratico che metta in relazione i bisogni sociali con gli specifici bisogni formativi e le emergenze educative ad essi correlati e chiama in causa una riflessione pedagogica sul rapporto intercorrente tra inclusione e formazione, nella prospettiva del Lifelong learning, tenendo conto che, sin dalla pubblicazione del Memorandum, tale prospettiva è stata strettamente legata ai processi di sviluppo sociale.
Si determina così un legame indissolubile tra le politiche e strategie della formazione e le politiche e le strategie di sviluppo sociale con l'obiettivo di garantire a un numero sempre più ampio di cittadini la possibilità di acquisire strumenti culturali ed operativi per poter fare un ingresso attivo, competente, responsabile in tutte le sfere della vita associata e di quella pubblica, e partecipare effettivamente ai processi che vi si generano attraverso una collocazione professionale e istituzionale.
All'interno di questa cornice, il volume, attraverso molteplici prospettive, esplora in chiave pedagogica modelli teorici e metodologici ed identifica esperienze e buone pratiche per rispondere in termini educativi e formativi alle sfide dell'inclusione sociale e della cittadinanza attiva negli attuali scenari culturali, politici e sociali.

Maura Striano è professore associato di Pedagogia presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II.

Indice



Maura Striano, Introduzione. L'inclusione sociale come problema pedagogico e come emergenza educativa
Maura Striano, L'inclusione come progetto di sviluppo sociale nello scenario europeo
(L'inclusione come emergenza e come obiettivo di sviluppo sociale; Inclusione sociale e pari opportunità; Inclusione sociale e diritto di cittadinanza; Inclusione, formazione, educazione e nuove tecnologie; Lifelong learning e inclusione sociale: prospettive e sviluppi; Bibliografia)
Stefania Fiorentino, Integrazione e inclusione sociale: modelli a confronto
(Definire la disabilità oltre l'handicap; L'esperienza italiana dell'integrazione nel contesto scolastico; Integrazione e inclusione: prospettive di intervento; Bibliografia)
Stefano Oliverio, L'inclusione interculturale come frontiera educativa
("Circostanzialità cosmopolitica" e inclusione: democrazia ed educazione per il XXI secolo; Oltre il monologismo comunitarista: l'inclusione interculturale come progetto educativo; Bibliografia)
Francesca Marone, Cittadinanza di genere: le donne tra esclusione e partecipazione
(Alle radici della disuguaglianza di genere; Formazione e cultura delle differenze; Lavoro, famiglia e politiche di conciliazione; Uguaglianza di genere e strategie per l'inclusione sociale; Bibliografia)
Caterina Benelli, Carcere e inclusione sociale
(Esclusione e inclusione delle fasce deboli; Il carattere come emergenza educativa; Il dispositivo autobiografico come strumento formativo e di inclusione sociale; Autobiografia e scuola penitenziaria; L'utilizzo del dispositivo narrativo e auto-biografico al Polo Universitario penitenziario; Riflessioni conclusive; Bibliografia)
Gli autori.