Regioni alpine e sviluppo economico

Dualismi e processi d'integrazione. Sec. XVIII-XX

Autori e curatori
Contributi
Patrizia Audenino, Fabrizio Bartaletti, Claudio Besana, Andrea Bonoldi, Aldo Carera, Marina Cavallera, Paola Corti, Ruggero Crivelli, Filippo Degasperi, Gianpiero Fumi, Luigi Gaido, Andrea Leonardi, Franz Mathis Von, Angelo Moioli, Francesco Morabito, Francesca Nava, Manfred Perlik, Geoffrey John Pizzorni, Marzio Achille Romani, Roberto Romano, Brunella Scamardi, Guglielmo Scaramellini, Luigi Trezzi, Pierleonardo Zaccheo
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 464,   figg. 15,     1a edizione  2003   (Codice editore 1572.12)

Regioni alpine e sviluppo economico. Dualismi e processi d'integrazione. Sec. XVIII-XX
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 42,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846443502

Presentazione del volume

Nei secoli dell'età moderna e dell'età contemporanea, anche l'area alpina ha iniziato un lento cammino verso lo sviluppo economico, ma con tempi e modi del tutto peculiari rispetto alle altre zone d'Europa. Il convegno di studi di cui si pubblicano ora gli atti, ha affrontato i temi della maturazione e dell'integrazione tra ambiti geografici a diverso potenziale demografico ed economico, in una prospettiva storica di lungo periodo. Lo spazio alpino rappresenta una macroregione che valica i limiti dei confini politici regionali e nazionali, dove i diversi territori interagiscono tra di loro in un gioco complesso di relazioni e di scambi, in grado di volta in volta di rafforzare o di marginalizzare alcune aree a scapito o a favore di altre. Il quadro di riferimento, accuratamente esplorato nei saggi di questo volume, presenta elementi a volte sorprendenti, che spesso rivelano forme economiche più avanzate di quanto non si possa pensare. La modernizzazione progressiva delle reti e dei mezzi di comunicazione, una mobilità demografica che non significa necessariamente perdita dei saperi e disgregamento dei rapporti familiari, la crescita di aree specializzate in via di progressiva integrazione, il coinvolgimento consapevole delle istituzioni locali, sono tutti elementi che recano un forte contributo allo sviluppo dell'area alpina. Gli apporti provenienti dall'esterno, come il turismo, appaiono oggi tra gli aspetti più evidenti, mentre la localizzazione della piccola e media industria, almeno alle quote medio basse, rappresenta l'ossatura fondamentale di uno sviluppo che pone le sue radici fin dalla seconda metà dell'Ottocento.

Fausto Piola Caselli è ordinario di Storia economica presso la Facoltà di Economia dell'Università degli studi di Cassino. Le sue ricerche sono rivolte prevalentemente alla storia della finanza pubblica in età moderna e contemporanea, con particolare riguardo al ruolo rivestito delle istituzioni pubbliche nello sviluppo dell'economia locale. Ha pubblicato recentemente Domodossola nel Novecento , un ampio saggio che analizza il ruolo di un Comune di una città alpina, nel complesso scenario politico ed economico del ventesimo secolo.

Indice


Pierleonardo Zaccheo, Brunella Scamardi, Presentazione
Luigi Trezzi, Introduzione
Per una definizione dello spazio regionale alpino
Ruggeri Crivelli, Regioni, confini e regionalizzazione
Fabrizio Bartaletti, Le Alpi occidentali fra spopolamento e sviluppo turistico. Situazione e prospettive, con particolare riguardo per l'Ossola
Francesco Morabito, Per una rappresentazione cartografica della regione economica lombarda nel XIX secolo
Aldo Carera, Questioni relazionali nell'area economica lombarda tra XVIII e XIX secolo: alcune chiavi di lettura
Luigi Gaido, Le Alpi tra mito e realtà
Dimensioni dello sviluppo
Jon Mathieu, Integrationsprozesse in der alpien Wirtschaftsentsentwicklung: Thesen und statistische Hinweise, 1500-1900
Andrea Bonoldi , Fiere e mercati in area alpina tra funzioni locali e intermediazione (secc. XVIII-XIX)
Angelo Moioli, Lo spazio economico elvetico secondo i resoconti di viaggio di Karl von Zinzendorf (1764)
Gianpiero Fumi, L'esportazione di bestiame dalla Svizzera e l'allevamento bovino in Lombardia (secoli XVIII-XIX)
Filippo Degasperi, La zona industriale di Trento tra gli anni Venti e Quaranta del XX secolo
Claudio Besana, Premana, una comunità artigiana tra Otto e Novecento
Marzio A. Romani, Della vita e delle avventure di Giacomo Maurizio pasticciere engadinese (1762-1831)
Geoffrey J. Pizzorni, Il distretto dei casalinghi dell'Alto Cusio: il caso Alessi
Roberto Romano, Le "rivendicazioni" dei ticinesi: "orgoglio" regionale, dualismo e tensioni tra aree alpine arretrate ed aree alpine avanzate nella Confederazione svizzera (1924-1962)
Andrea Leonardi, Politica economica e lenta modernizzazione negli Alpenländer austriaci nel XIX secolo
Franz Mathis, Dynamik des Unternehmertums in den österreichischen Alpenländern im 19. und 20. Jahrhundert
Marina Cavallera, Statuti di valle e trasformazioni socioeconomiche nelle alpi centrali (secoli XVII-XVIII)
Francesca Nava, Iniziative turistiche in Valsassina nel Novecento
Guglielmo Scaramellini, L'interesse per le Alpi quali meta di viaggio e di proto-turismo
Dinamiche delle città e della popolazione
Manfred Perlik, L'urbanizzazione delle Alpi. Città delle Alpi tra metropolizzazione e nuova indipendenza
Pier Paolo Viazzo, La dinamica demografica nell'intera area alpina
Patrizia Audenino, Paola Corti, Mobilità, integrazione e dualismi territoriali nelle Alpi occidentali (secoli XVI-XX).