Sperimentazione dell'activity based management nella sanità pubblica: l'esperienza dell'azienda Usl 3 di Pistoia

Contributi
Domenico Bodega, Annalisa Brambini, Vairo Contini, Maria Cristina Corradini, Alessandro Gandolfo, Alessia Macchia, Giovanni Tamburini, Riccardo Varaldo
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,      1a edizione  2004   (Codice editore 380.267)

Sperimentazione dell'activity based management nella sanità pubblica: l'esperienza dell'azienda Usl 3 di Pistoia
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846462978

Presentazione del volume

Oggi spesso nella realtà delle nostre strutture sanitarie non possiamo parlare ancora di percorso assistenziale perché l'offerta dei servizi è strutturata per rispondere più alle esigenze dell'organizzazione che dell'utente.

La sfida è allora rivedere le modalità di erogazione tenendo presente le esigenze del paziente, fase per fase, e proporre percorsi di cura dove il coordinamento dell'offerta e la continuità assistenziale siano obiettivi presidiati dalla struttura sanitaria stessa a favore dell'utente.

Dare spazio al paziente è assolutamente necessario anche perché l'utente non è più disposto, in nessun contesto, a rimanere soggetto passivo.

Se questa evoluzione è ineludibile, appare fondamentale che le aziende sanitarie ed ospedaliere si attrezzino e si organizzino per trasformare un eventuale punto di debolezza in opportunità di miglioramento e sviluppo. A questa finalità ha risposto la sperimentazione realizzata nell'azienda sanitaria Ausl 3 di Pistoia, coordinata dalla Scuola Superiore Sant'Anna e a cui ha collaborato lo Studio Madruzza & Associati. Il progetto ha permesso di individuare interventi di miglioramento gestionale in cinque percorsi assistenziali: materno infantile, cardiologico, oncologico, frattura del femore e broncopatie.

L' Osservatorio di Change Management in Sanità della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, nato nel 2000, si propone, quale obiettivo prioritario, di instaurare un legame con le Aziende Sanitarie capace di assicurare una continua rilevanza e attualità alle ricerche realizzate e di facilitarne l'implementazione mediante processi di formazione continua. In questa ottica l'Osservatorio di Change Management realizza attività di benchmarking tra le Aziende associate, per permettere l'identificazione e la diffusione delle "best practices" in ambito gestionale. In particolare sono oggetto di analisi e di ricerca gli strumenti e i processi di management delle Aziende USL e Ospedaliere, con particolare enfasi sulle tematiche relative al cambiamento organizzativo, alla cultura gestionale, alla comunicazione interna ed esterna e ai meccanismi operativi di guida e controllo della gestione aziendale.

Indice


Riccardo Varaldo, Prefazione
Paola Miolo Vitali, Premessa
Sabina Nuti, La gestione per processi in sanità
(Dall'organizzazione funzionale alla gestione per processi; La gestione per processi nei servizi di pubblica utilità; La gestione dei percorsi assistenziali in sanità: il ruolo dell'utente; L'impatto sull'organizzazione aziendale dei percorsi assistenziali; L'impatto dei percorsi assistenziali sui meccanismi di programmazione e controllo)
Sabina Nuti, Gli obiettivi e i risultati del progetto realizzato nell'Azienda USL 3 di Pistoia
(La metodologia proposta nel progetto; Le sfide del post progetto)
Vairo Contini, Il ruolo della gestione per processi nella strategia dell'Azienda USL 3 di Pistoia
(La sanità tra passato e futuro; Ospedale e Territorio; Il problema dell'accesso ai servizi; Quale sanità?)
Alessandro Gandolfo, Giovanni Tamburini, Il punto di vista dell'utenza: l'utilizzo dei focus group in sanità
(Premessa; La metodologia; I focus group svolti nell'ambito della ricerca; Gli aspetti che hanno caratterizzato i focus; Le criticità trasversali dei processi esaminati; Le criticità specifiche dei processi; Le conclusioni)
Sabina Nuti, Stefania Sani, Il percorso materno-infantile
(Le criticità individuate nel corso delle varie fasi del processo; Le ipotesi di miglioramento; Alcune proposte per il monitoraggio del processo di miglioramento; Alcune considerazioni di sintesi)
Maria Cristina Corradini, Il percorso frattura del femore
(Introduzione; La frattura del femore nella Provincia di Pistoia; La sperimentazione; Il percorso)
Maria Cristina Corradini, Il percorso cardiopatie ischemiche
(Introduzione; La Cardiopatia Ischemica in provincia di Pistoia; La sperimentazione; Il percorso)
Maria Cristina Corradini, Il percorso broncopatie croniche ostruttive con insufficienza respiratoria
(Introduzione; La BPCO e l'ASMA a Pistoia; La sperimentazione; Il percorso)
Annalisa Brambini, Sabina Nuti, Il percorso oncologico
(Le criticità individuate nel corso delle varie fasi del processo; Le ipotesi di miglioramento)
Alessia Macchia, Dall'activity based management all'activity based costing: alcune ipotesi di valorizzazione nel processo materno-infantile
(L'Activity-Based Costing; La sperimentazione dell'activity based costing applicata al percorso materno-infantile: un'esperienza pilota; Conclusioni)
Domenico Bodega, Il metodo adottato e i risultati ottenuti: una valutazione di sintesi
(Cosa significa riprogettare l'assetto organizzativo dell'azienda; Cambiamento organizzativo come cambiamento culturale; Le scelte della direzione aziendale; Gli equilibri richiesti dal cambiamento organizzativo; Lo stile di direzione e il processo di legittimazione della direzione aziendale; Considerazioni e conseguenze)
Appendice. I partecipanti al progetto