Spazi di comunicazione e identità immigrata

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,   1a ristampa 2007,    1a edizione  2005   (Codice editore 244.1.7)

Spazi di comunicazione e identità immigrata
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846466914

Presentazione del volume

In epoca di globalizzazione, gran parte dell'esperienza soggettiva viene accumulata in mondi disancorati, dove le relazioni sociali si estendono su una scala spaziale molto ampia, rendendo sempre più evidenti le caratteristiche dei mass media quali veicoli di contenuti e saperi a partire dai quali creare basi per l'identità di ciascuno. L'assunto principale del libro è che gli spazi di identità si nutrono di risorse simboliche mediaticamente fruibili e si reggono su territori e confini definiti dai processi di interazione comunicativa. Individui e comunità, in più parti del mondo e nello stesso momento, possono attingere ad un ampio spettro di possibilità di vita, costruire modelli e sviluppare aspirazioni più di quanto non fosse possibile in altri momenti storici, grazie alle opportunità offerte da strumenti di comunicazione quali Internet e la Tv satellitare.

Nel volume, tali presupposti teorici vengono tradotti empiricamente nell'analisi del ruolo svolto dai mezzi di comunicazione di massa (nuovi e tradizionali) nella relazione con una particolare categoria di pubblico, quello composto da immigrati che possono trovare proprio nei media gli strumenti per la ricomposizione dell'identità in un contesto ospite. Attraverso un percorso di ricerca di tipo etnografico, incentrato sulle pratiche di consumo dei media di alcune famiglie vengono illustrate le modalità attraverso le quali costruire dei percorsi di definizione identitaria mirati sia al recupero o al mantenimento della relazione con la comunità d'origine, sia al confronto e alla mediazione con la realtà italiana.

Claudio Riva è dottore di ricerca presso il Dipartimento di Sociologia dell'Università di Padova. È autore, tra l'altro, di " Comunicare l'infanzia e l'adolescenza nei programmi d'informazione delle emittenti televisive locali ", in Cappuccetto rosso nel bosco dei media , Milano, 2005 e coautore di Tipologie e contenuti della tv satellitare , Padova, 2002.

Indice


Introduzione
(I media e l'immigrazione: la struttura del libro)
Parte I. Media, identità e globalizzazione
Globalizzazione e cultura
(Le incerte dimensioni della globalizzazione; La mobilità umana nello spazio: il transnazionalismo; Cultura/culture)
Spazi e tempi d'identità
(Il riconoscimento sociale e i problemi dell'identità; Le dimensioni spaziali dell'identità; Lo spazio virtualizzato; Tra spazi e luoghi: l'idea del glocale; Oltre il senso del tempo; La progettualità dell'Io: la sfera pubblica mediatizzata)
L'identità e i consumi mediali
(Comunicazioni di massa e processi di ricezione; L'audience, un concetto composito; Quale paradigma di riferimento per gli studi sui media?; L'etnografia dei media; La "terza generazione" degli studi sull'audience)
I pubblici transnazionali
(Media internazionali, audience locali; Le sfere pubbliche diasporiche)
Parte II. I media e l'identità immigrata
Il quadro della ricerca: gli immigrati bengalesi
(Privatizzazione mobile e pratiche diaspotiche; L'oggetto di studio; Nuclei familiari e individualità: la ricerca etnografica; Livelli di inserimento e cicli familiari; Casa, dolce casa...; Risorse di rete)
Percorsi di identità e fruizione mediale
(La mappa delle forme comunicative; I media domestici; Comunicare a distanza; L'uso del computer e di Internet; Il pane e le rose: quale televisione?; Letture di genere; Risposte (e mondi) possibili)
Conclusioni: il lavoro dell'immaginazione
Appendice metodologica
(L'insieme delle famiglie; Gli strumenti di ricerca)
Riferimenti bibliografici.