Rapporto 2007.

La scuola secondaria di secondo grado della provincia di Milano

Contributi
Giansandro Barzaghi, Roberto Biorcio
Collana
Livello
Studi, ricerche. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 176,      1a edizione  2008   (Codice editore 226.28)

Rapporto 2007. La scuola secondaria di secondo grado della provincia di Milano
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Limitata




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846497963
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 14,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846493675
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Rapporto sulle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Milano: tasso di dispersione, indirizzi maggiormente frequentati, numero degli studenti stranieri, ecc. Emerge una marcata tendenza alla “licealizzazione”, una presenza crescente di studenti di nazionalità non italiana, una dispersione elevata.

Presentazione del volume


Qual è il tasso di dispersione nelle scuole superiori della provincia di Milano? Quali sono gli indirizzi maggiormente frequentati? A queste e ad altre domande sul funzionamento delle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Milano cerca di dare una risposta il Rapporto 2007 curato dall'Area programmazione scolastica del Cisem. Ne emerge una situazione profondamente mutata, rispetto anche solo a un decennio fa:
- vi è una marcata tendenza alla "licealizzazione", cioè all'aumento delle iscrizioni ai licei a scapito degli istituti professionali e soprattutto dei tecnici;
- assistiamo a una presenza crescente di studenti di nazionalità non italiana, che però si distribuiscono in modo ineguale, concentrandosi soprattutto negli istituti professionali e tecnici della città di Milano;
- a fronte di un aumento della percentuale di alunni che frequentano le scuole superiori, la dispersione rimane elevata (circa il 28%);
- le studentesse conseguono risultati decisamente migliori dei loro compagni maschi, in termini di regolarità degli studi e successo scolastico;
- la selezione rimane elevata, soprattutto in prima e negli anni intermedi, e sembra svolgere la funzione di riorientare gli studenti verso indirizzi scolastici diversi da quelli scelti inizialmente.
L'insieme di questi elementi fa emergere l'immagine di una scuola milanese divisa in due, tra indirizzi liceali, che raccolgono gli alunni con le valutazioni delle medie e il background socioculturale migliori, e indirizzi tecnici e professionali, in cui si concentrano le situazioni più problematiche.

Leonardo di Nello è docente di educazione tecnica nella scuola media, dottorando di sociologia all'Università di Milano Bicocca e ricercatore dell'Area programmazione scolastica del Cisem.
Giorgio Giovannetti è docente di filosofia e storia nelle scuole superiori e coordinatore dell'Area programmazione scolastica del Cisem.
Alessandro Mattioli, già docente di materie letterarie nelle scuole superiori, è attualmente ricercatore dell'Area programmazione scolastica del Cisem.
Franco Salsa è docente di chimica nelle scuole superiori e ricercatore dell'Area programmazione scolastica del Cisem.

Indice



Giansandro Barzaghi, Presentazione
Roberto Biorcio, Prefazione
Giorgio Giovannetti, Introduzione
Leonardo di Nello, L'evoluzione delle scelte scolastiche dal 2000
Alessandro Mattioli, Gli studenti delle classi prime: un profilo generale
Leonardo di Nello, Franco Salsa, Dalla prima alla quinta: la selezione e la dispersione
Giorgio Giovannetti, Le classi quinte: composizione e esiti finali
Giorgio Giovannetti, Conclusioni
Appendice 1: i dati raccolti e forniti dalle scuole
Appendice 2: gli indicatori per le scuole
Bibliografia.