Aree archeologiche e centri storici

Costituzione dei Parchi archeologici e processi di trasformazione urbana

Autori e curatori
Contributi
Giovanni Castiglioni, Silvia Dandria, Francesco Delizia, Daniela Esposito, Annunziata Maria Oteri, Serena Pesenti
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,   1a ristampa 2011,    1a edizione  2010   (Codice editore 1578.16)

Aree archeologiche e centri storici. Costituzione dei Parchi archeologici e processi di trasformazione urbana
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856822557

In breve

Il volume illustra l’origine dei Parchi archeologici urbani e l’impatto che questi siti ebbero sul tessuto edilizio e urbanistico di cinque importanti città italiane: Verona, Brescia, Roma, Benevento e Catania. Emerge un quadro complesso dove l’archeologia, pur dichiarando di perseguire altri scopi, è parte di ambiziosi programmi di risanamento e ridisegno dei centri storici.

Utili Link

Storia Urbana Recensione (di Gianfranco Pertot)… Vedi...

Presentazione del volume

L'origine di Parchi archeologici urbani e l'impatto che questi siti ebbero sul tessuto edilizio e urbanistico di cinque importanti città italiane (Verona, Brescia, Roma, Benevento e Catania) sono i temi comuni ai saggi raccolti in questo volume. Da queste ricerche emerge un quadro complesso dove l'archeologia, pur dichiarando di perseguire altri scopi, è parte di ambiziosi programmi di risanamento e ridisegno dei centri storici.
Dall'Ottocento, nel clima degli studi eruditi locali e del recupero delle memorie patrie, e più tardi negli anni del Bimillenario Augusteo (1937-38) dove l'"uso pubblico della storia", com'è noto, mutò l'archeologia in urbanistica, la formazione di questi recinti della memoria impose - facendolo sopravanzare nel panorama della città moderna - l'ordito di topografie e viabilità antiche, perlopiù estinte. Per l'intrinseca natura dei ritrovamenti, quelle escursioni nel passato produssero profonde e casuali lacerazioni nel tessuto stratificato della città, con effetti di estraniamento degli stessi monumenti che si volevano valorizzare. Monumenti che, per questo rinnovato mandato simbolico, furono oggetto di radicali restauri ricostruttivi.
Sebbene modelli di un'archeologia ormai superata, questi spazi sono divenuti luoghi preziosi. È accaduto non solo per l'indubbio fascino che esercitano ma, più di tutto, per le relazioni che hanno istituito con il paesaggio della città esistente.

Scritti di: Giovanni Castiglioni, Francesco Delizia, Daniela Esposito, Silvia Dandria, Annunziata Maria Oteri, Serena Pesenti

Gian Paolo Treccani è professore ordinario di Restauro architettonico presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli studi di Brescia e insegna Conservazione edilizia e tecnologia del restauro presso la Scuola di Specializzazione in Restauro dei monumenti del Politecnico di Milano.

Indice



Gian Paolo Treccani, Aree archeologiche e centri storici
Giovanni Castiglioni, Silvia Dandria, Serena Pesenti, Studi archeologici e interventi urbanistici a Verona tra X1X e XX secolo
Gian Paolo Treccani, "Liberare i segni di Roma". Archeologia e centro storico nel caso di Brescia 1823-1941
Daniela Esposito, Archeologia romana. Politiche, istituzioni e attività, 1802-1940
Francesco Delizia, Edifici antichi e nuovi movimenti nella costruzione della Benevento moderna
Annunziata Maria Oteri, Tutela dei monumenti antichi e trasformazioni urbane a Catania, 1779-1949.