Devianza e disuguaglianza di genere

Contributi
Emanuela Abbatecola, Clelia Castellano, Vincenzo Cesareo, Carmine Clemente, Alessandra Dino, Marco Lombardi, Oana Marcu, Gemma Marotta
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 256,      1a edizione  2011   (Codice editore 1049.6)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Devianza e disuguaglianza di genere
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856845198
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856872279
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume indaga le disuguaglianze di genere e la devianza di genere, sulla scorta della presunzione della loro complementarietà. Minimo comune denominatore è il tentativo di approfondire i termini di vulnerabilità sociale vissuta al femminile e quanto tale vulnerabilità condizioni le opportunità sociali, con esiti che possono ricondurre al campo della devianza.

Presentazione del volume

Il volume nasce dalla volontà di mettere più compiutamente a fuoco un panorama sociale complesso e sfuggente, per cercare di comprendere quali spazi sociali siano stati conquistati dalle donne.
La possibilità di analizzare più in profondità la condizione sociale femminile è stata perseguita volgendo lo sguardo anche alla devianza, attraverso alcune "finestre" aperte su fenomeni sociali - prostituzione, terrorismo internazionale, organizzazioni criminali, alcolismo - nell'ambito dei quali il genere può prestarsi a essere utilizzato come variabile indipendente, in grado di giocare un ruolo fondamentale. Considerare tali fenomeni sociali consente di ampliare l'orizzonte di studio, onde meglio comprendere se e quali stereotipi, pregiudizi e ostacoli segnino il cammino delle donne, calcando il solco delle disuguaglianze.
Si è scelto di strutturare il volume in due parti: la prima relativa alle disuguaglianze di genere, la seconda alla devianza di genere, sulla scorta della presunzione della loro complementarietà, in quanto ognuna funzionale all'altra. Minimo comune denominatore è, dunque, il tentativo di approfondire i termini di vulnerabilità sociale vissuta al femminile e quanto tale vulnerabilità condizioni le opportunità sociali, con esiti che possono ricondurre al campo della devianza.

Anna Civita è ricercatrice presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro", dove insegna Sociologia generale e collabora con la cattedra di Criminologia. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: L'insegnante. Aspetti funzionali e sociali (2004), Il bullismo come fenomeno sociale (2006), Cyberbullying. Un nuovo tipo di devianza (2011).
Pierluca Massaro è ricercatore presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro", dove insegna Sociologia della devianza. Tra le sue pubblicazioni più significative: Criminalità transnazionale. Problemi e prospettive (2003), Controllo sociale e sistema penale. Profili storici e scenari di attualità (2005).

Indice



Vincenzo Cesareo, Premessa
Anna Civita, Pierluca Massaro, Introduzione
Parte I. Disuguaglianze di genere
Clelia Castellano, Al-Walad li-l-firaš: il femminile come costruzione sociale, mitica e giuridica
Anna Civita,
Mutamenti nel mondo del lavoro e disuguaglianze di genere
Carmine Clemente,
La conciliazione tra lavoro e vita familiare nelle politiche di genere della regione Puglia
Oana Marcu,
Donne rom romene e lavoro di strada
Parte II. Devianza di genere
Gemma Marotta, Devianza e criminalità femminile: un'analisi dalla antropologia criminale alla sociologia della devianza
Emanuela Abbatecola,
Prostituzione e devianza. Per una critica alla naturalizzazione del mercato del sesso
Giuseppina Cersosimo,
Bere al femminile: origini, forme, effetti e reazioni
Alessandra Dino,
Il ruolo delle donne all'interno delle organizzazioni criminali mafiose
Marco Lombardi
, Donne e terrorismo: una questione di genere?
Pierluca Massaro
, Il carcere delle donne: un'istituzione maschile?