Opinioni sulla guerra.

L'opinione pubblica italiana e internazionale di fronte all'uso della forza

Contributi
Gen. D.CC. Eduardo Centore
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 192,      1a edizione  2012   (Codice editore 1550.20)

Opinioni sulla guerra. L'opinione pubblica italiana e internazionale di fronte all'uso della forza
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,50
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856847697
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 18,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856855203
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Un’approfondita analisi degli orientamenti verso l’uso della forza militare manifestati dall’opinione pubblica italiana e una sistematica ricognizione di sondaggi internazionali riferiti al contesto atlantico (Usa), europeo (Gran Bretagna, Francia, Svezia) e alle potenze emergenti (Brasile, Russia, India, Cina).

Utili Link

Panorama Difesa Recensione… Vedi...

Presentazione del volume

Nonostante gli sforzi per instaurare un ordine internazionale più giusto e sviluppare in senso democratico i regimi politici interni, la forza è ancora parte costitutiva delle relazioni tra stati. Diventa a questo punto cruciale verificare se e quando l'uso della forza - in tutta la sua gamma d'intensità, dagli interventi di peacekeeping alla guerra vera e propria - è legittimato agli occhi dei cittadini.
Rispetto al concetto giuridico di legittimità , il concetto sociologico di legitti- mazione descrive uno stato dinamico in continuo divenire. Esso a sua volta chiama in causa un attore che, alla vigilia della guerra in Iraq, il New York Times ha definito la "seconda superpotenza mondiale": l'opinione pubblica. Ritenuta a lungo disinteressata nei confronti dei temi internazionali, volatile ed emotiva, agli studi più recenti l'opinione pubblica appare invece capace di coerenza e in grado di formulare valutazioni fondate, anche in ambiti complessi ed "esotici" come quelli della politica estera.
Il libro presenta un'ampia analisi degli orientamenti verso l'uso della forza militare manifestati dall'opinione pubblica italiana e una sistematica ricognizione di sondaggi internazionali riferiti al contesto atlantico (Usa), europeo (Gran Bretagna, Francia, Svezia) e alle potenze emergenti (Brasile, Russia, India, Cina).

Fabrizio Battistelli è professore ordinario di Sociologia presso il Dipartimento di Scienze Sociali della Sapienza Università di Roma.
Maria Grazia Galantino è ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze Sociali della Sapienza Università di Roma, dove insegna Sociologia dei conflitti e dei processi di pace.
Livia Fay Lucianetti , dottore di ricerca in Sistemi Sociali, Organizzazione e Analisi delle Politiche Pubbliche, è assegnista presso il Dipartimento di Scienze Sociali della Sapienza Università di Roma.
Lorenzo Striuli, analista militare, ha svolto attività di docenza e di ricerca per istituti italiani ed esteri, tra cui il Centro Militare di Studi Strategici, il Crisis States Research Centre della London School of Economics and Political Science, lo European Security and Defence College.

Il Centro Militare di Studi Strategici (CeMiSS) è l'organismo che gestisce, nell'ambito e per conto del Ministero della Difesa, la ricerca su temi di carattere strategico. Fondato nel 1987 con Decreto del Ministero della Difesa, il CeMiSS svolge la propria opera avvalendosi di esperti civili e militari, italiani ed esteri, che sono lasciati completamente liberi di esprimere il proprio pensiero sugli argomenti trattati. Quanto contenuto negli studi pubblicati riflette quindi esclusivamente l'opinione dei ricercatori e non quella del Ministero della Difesa.

Indice



Eduardo Centore, Prefazione
Fabrizio Battistelli,
Atteggiamenti, opinioni, uso della forza. Un'introduzione
(La formazione degli atteggiamenti e delle opinioni; Il pubblico e l'uso della forza: una Verifica empirica)
Fabrizio Battistelli, I fattori sociali delle opinioni sulla guerra
(Premessa; La cultura: il tabù della morte; L'ideologia: guerre di religione, guerre nazionali, guerre rivoluzionarie; I mass media: legittimazione e delegittimazione; Le opinioni sulla guerra e la postmodernità; Dei condizioni per la legittimazione della guerra)
Fabrizio Battistelli, Americani, europei, italiani: che cosa pensano dell'uso della forza?
(Il "divario transatlantico": la percezione della minaccia e le modalità della risposta; L'opinione pubblica italiana tra multilateralismo e pacifismo)
Livia Fay Lucianetti, L'uso della forza secondo l'opinione pubblica di cinque paesi occidentali
(Premessa; Le opinioni sull'uso della forza in Italia, Francia Svezia, Regno Unito e Stati Uniti; Uno studio di caso: le opinioni sull'operazione militare in Libia; Quattro casi nazionali: Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Svezia; Osservazioni conclusive)
Lorenzo Striuli, L'uso della forza secondo l'opinione pubblica dei paesi Bric
(Russia; Cina e India; Brasile)
Maria Grazia Galantino, Questioni di metodo nella ricerca sull'opinione pubblica
(L'opinione pubblica e le questioni internazionali; Il concetto di opinione pubblica; La rilevazione dell'opinione pubblica: il sondaggio; La qualità scientifica dei sondaggi: alcune osservazioni sulla formulazione delle domande; L'uso dei sondaggi sulle questioni internazionali tra conoscenza e comunicazione)
Fabrizio Battistelli, Conclusioni
Bibliografia.