Prima etnografia d'Italia.

Gli studi di folklore tra '800 e '900 nel quadro europeo

Autori e curatori
Contributi
Enzo Vinicio Alliegro, Mario Atzori, Laura Bonato, Simona Maria Cavagnero, Maurizio Coppola, Giuseppe Michele Gala, Renato Grimaldi, Luisa Perla, Patrizia Resta, Benito Ripoli, Maria Margherita Satta
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,      1a edizione  2013, allegati: Dvd   (Codice editore 1152.23)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Prima etnografia d'Italia. Gli studi di folklore tra '800  e '900 nel quadro europeo
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820421984

In breve

Prendendo spunto dall’“Archivio per lo studio delle tradizioni popolari” di Pitré e Salomone-Marino e dalla “Rivista delle tradizioni popolari italiane” di De Gubernatis, il testo documenta un periodo di estremo interesse per la ricerca sulle classi popolari di differenti territori d’Italia. Un libro utile per molti gruppi folklorici per l’elaborazione e il controllo documentati delle loro performance.

Utili Link

Giopi Nascita degli studi etnografici in Italia (di Gianluigi Morosini)… Vedi...
Nuovo Quotidiano di Puglia Il folklore italiano visto dall'8oo (di Sergio Torsello)… Vedi...

Presentazione del volume

Prima etnografia d'Italia è una pubblicazione complessa che consta di più apporti. I saggi presentano, nel quadro italiano ed europeo, il grande lavoro che si è realizzato intorno a due riviste e ai loro creatori, l'"Archivio per lo studio delle tradizioni popolari" di Giuseppe Pitré e Salvatore Salomone-Marino e la "Rivista delle tradizioni popolari italiane" di Angelo De Gubernatis; qui è documentato un periodo di estremo interesse per la ricerca sulle classi popolari di differenti territori d'Italia, quando alle loro culture agropastorali locali iniziano ad affiancarsi i ritmi più veloci e dirompenti della modernizzazione, dell'unificazione nazionale e della produzione industriale. Unitamente alla grande apertura al contesto scientifico e agli autori e contributi europei, questo lavoro, dunque, configura anche una fase cruciale della costituzione in Italia di una "scienza del folklore".
I testi completi di tutti i numeri delle due riviste sono forniti in un DVD, dando così la possibilità di una lettura agevole e completa. Per un utilizzo più mirato si è progettata inoltre un'elaborata banca dati, con più indici per interrogazioni complesse ivi compreso un sistema di parole chiave etnoantropologiche. Sono stati infine inseriti nel volume alcuni scritti intesi a chiarire la problematica del ricorso alle banche dati nel settore demoetnoantropologico e a mettere in luce la struttura di quella qui presentata e le relative modalità d'interrogazione.
La Federazione Italiana Tradizioni Popolari, facendosi carico della pubblicazione di questo impegnativo lavoro e contribuendo all'attività scientifica nel settore, ha fornito ai molti gruppi folklorici affiliati un valido strumento per l'elaborazione e il controllo documentati delle loro performance. In un periodo storico che continua a registrare il successo di riproposte rituali, canore, di danza, di teatro, della tradizione popolare, il riferimento ai dati originali prodotti da una ricerca scientifica così qualificata non può che diventare un'arena d'interessante e utile confronto.

Gian Luigi Bravo insegna Antropologia culturale nei corsi magistrali del Dipartimento di Lingue e letterature straniere e culture moderne dell'Università di Torino. È stato presidente dell'Associazione Italiana per le Scienze Etnoantropologiche (AISEA). Ha condotto numerose ricerche sul campo, in particolare sulla ritualità e sul folk revival. Tra le sue più recenti pubblicazioni: Feste, masche, contadini, Roma, 2005; La complessità della tradizione, Milano, 2005; Italiani: all'alba del nuovo millennio, Milano, 2013.

Indice



Benito Ripoli, Presentazione
Gian Luigi Bravo,
Introduzione
Enzo Vinicio Alliegro,
Maurizio Coppola, La nascita degli studi di tradizioni popolari in Italia tra Ottocento e Novecento
Luisa Perla,
Il contesto europeo degli studi
Mario Atzori,
Maria Margherita Satta, Antologia delle tradizioni popolari in Sardegna
Patrizia Resta,
Spigolature. Il folklore giuridico nell'opera di Pitrè e De Gubernatis
Giuseppe Michele Gala,
Suoni mancanti e rare danze. Tracce coreutiche e musicali nelle riviste etnografiche del Pitrè e del De Gubernatis
Renato Grimaldi,
Simona Maria Cavagnero, L'Archivio per lo studio delle tradizioni popolari di Pitrè e Salomone Marino (1882-1909). Un'analisi statistica dei contributi scritti
Laura Bonato,
Le prime elaborazioni di banche dati e il progetto Pitrè
Luisa Perla,
Banca dati e interrogazioni.





Pubblicità