Storia della Croce Rossa in Emilia Romagna dalla nascita al 1914

Contributi
Barbara Baccarini, Elena Branca, Giuliana Ceriati, Milena Fabbri, Domenico Grassi, Filippo Lombardi, Maurizio Menarini, Mafalda Montoncello, Guido Raminzoni, Antonio Scavuzzo, Paolo Vanni
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 496,      1a edizione  2013   (Codice editore 1053.5)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Storia della Croce Rossa in Emilia Romagna dalla nascita al 1914
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 42,00
Disponibilità: Limitata




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820433543
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 32,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856873542
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Una testimonianza della nascita e dello sviluppo della Croce Rossa in Emilia-Romagna. Attraverso la storia dei comitati più importanti e una ricca sezione documentaria, il volume pone in rilievo sia le peculiarità regionali, rispetto ad altre esperienze, sia le fasi del suo sviluppo complessivo, sia le caratteristiche e le traiettorie specifiche di ciascun comitato.

Presentazione del volume

Il volume intende dare testimonianza di come la Croce Rossa in Emilia-Romagna sia sorta e si sia sviluppata, divenendo una delle realtà più vitali di questa esimia associazione in tutta Italia.
Tra le prime città a rispondere all'appello mosso dal Comitato Milanese vi fu Ferrara, che già nel '64 costituiva un Comitato Provvisorio e a cui seguirono diverse altre città emiliane, in primis Bologna e Piacenza che, a seguito della riorganizzazione istituzionale avvenuta intorno al 1880, sarebbero divenute rispettivamente sedi del Sotto Comitato Regionale della VI Circoscrizione e di quello della IV (anche se dal 1899 Piacenza sarebbe stata sostituita nel ruolo da Genova).
Attraverso la storia dei Comitati più importanti e una ricca sezione documentaria il volume pone in rilievo sia le peculiarità regionali, rispetto ad altre esperienze nazionali, sia le fasi dello sviluppo complessivo, sia le caratteristiche e le traiettorie specifiche di ciascun comitato.

Costantino Cipolla, ordinario di Sociologia generale presso l'Università degli Studi di Bologna, da alcuni anni si occupa di storia sociale. Ha curato con Paolo Vanni Storia della Croce Rossa Italiana dalla nascita al 1914. I. Saggi e Storia della Croce Rossa Italiana dalla nascita al 1914. II. Documenti. Inoltre, per i nostri tipi: Don Pietro Boifava. Un patriota nel cattolicesimo sociale bresciano, 2012, curato insieme ad Antonio Fappani; Dal Mincio al Volturno. I due anni che fecero l'Italia, 2012. Sulla battaglia di Solferino nel 2009 ha curato l'opera in quattro volumi Il crinale dei crinali; inoltre ha curato con Paolo Vanni l'edizione critica italiana di Un Souvenir de Solférino di J. Henry Dunant. Per il Curriculum vitae si veda il sito www.unibo.it/docenti/costantino.cipolla.
Nico Bortoletto, ricercatore e professore aggregato di Sociologia del tempo libero presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Teramo, per il Dipartimento di Teorie e Politiche per lo Sviluppo Sociale della stessa università svolge attività di ricerca anche nel campo del terzo settore. Tra le sue pubblicazioni recenti Dal dono arcaico al dono moderno (a cura di, con V. Agnoletti, FrancoAngeli, 2012).
Alberto Ardissone è assegnista di ricerca presso l'Università degli Studi di Bologna. Nel volume curato da C. Cipolla e P. Vanni, Storia della Croce Rossa Italiana dalla nascita al 1914. I. Saggi, ha scritto La storia della Croce Rossa attraverso i suoi Bollettini; L'evoluzione delle articolazioni interne della Croce Rossa Italiana; L'evoluzione della professione medica dentro e fuori la Croce Rossa Italiana.

Indice



Maurizio Menarini, Antonio Scavuzzo, Premessa
Costantino Cipolla, Alberto Ardissone, Introduzione generale
Parte I. Saggi
Nico Bortoletto, Il significato più proprio della CRI in Emilia-Romagna
Barbara Baccarini, Storia dei comitati di Bologna e di Imola
Filippo Lombardi, Domenico Grassi, Giuliana Ceriati, Storia del comitato di Piacenza
Guido Raminzoni, Storia del comitato di Parma
Silvana Valcavi Menozzi, Storia del comitato di Reggio Emilia
Nico Bortoletto, Elena Branca, Storia del comitato di Modena
Mafalda Montoncello, Storia del comitato di Ferrara. Paolo Vanni,
Addendum. Concludendo: Ferrara la prima
Barbara Baccarini, Storia dei comitati nel Ravennate
Alberto Ardissone, Milena Fabbri, Storia del comitato di Forlì
Alberto Ardissone, Storia dei comitati di Cesena e di Rimini
Parte II. Documenti
Costantino Cipolla, Alberto Ardissone,
Premessa metodologica alle sezioni dei documenti
Alberto Ardissone, Rendiconti locali
Barbara Baccarini, Estratti dalla stampa locale
Barbara Baccarini, Carteggio e documenti su base locale
Silvana Valcavi Menozzi, Area fotografica
Indice dei nomi
Notizie sugli autori.





Pubblicità