Cittadinanza attiva e cultura euromediterranea

Buone pratiche interculturali per una politica inclusiva

Contributi
Françoise Albertini, Elena Arbués, Michela Carrozzino, Renata Freccero, Irena Guidikova, David Lopez, Ana Cristina Madeira, Filippo Nurra, Piotr Sadowski, Alessio Surian, Francesco Vietti
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 260,      1a edizione  2014   (Codice editore 487.10)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Cittadinanza attiva e cultura euromediterranea. Buone pratiche interculturali per una politica inclusiva
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820450618

In breve

Il testo si prefigge lo scopo di raccogliere esperienze particolarmente significative messe in atto a livello comunitario da parte di istituzioni europee, autorità locali, organizzazioni non governative e centri di formazione professionale e volte a favorire un’educazione alla responsabilità in grado di includere in una cittadinanza attiva.

Utili Link

il Letimbro Un successo savonese (di Sonia Pedalino)… Vedi...

Presentazione del volume

Di fronte a una cultura euromediterranea caratterizzata oggi da tensioni e violenze, osserviamo nondimeno come essa costituisca, più che un insieme di culture, un unico bacino culturalmente attivo nel quale le ragioni della convivenza e della pacificazione possono trovare un terreno privilegiato per sviluppare valori di ricchezza, dialogo, integrazione e inclusione.
In questa prospettiva il testo si prefigge lo scopo di raccogliere esperienze particolarmente significative messe in atto a livello comunitario da parte di istituzioni europee, autorità locali, organizzazioni non governative e centri di formazione professionale e volte a favorire un'educazione alla responsabilità in grado di includere in una cittadinanza attiva.
Il volume si è avvalso del contributo formativo ed esperienziale di più soggetti coinvolti per motivi di lavoro, studio o ricerca nella definizione e interpretazione nuovi bisogni educativi, per i quali occorrono competenze e sensibilità particolari capaci di offrire analisi, piste di crescita e valutazioni di come la differenza, nelle sue molteplici forme, si manifesti ed agisca nelle relazioni e inter-azioni umane.
Rivolto a ricercatori, insegnanti, educatori e studenti universitari, il testo intende proporre un approccio critico su temi di grande attualità internazionale con l'intendimento di fornire materiali di studio e di riflessione perché la pars construens dia ragioni di speranza all'educare e formare oggi i giovani cittadini.

Giovanni F. Ricci è professore associato di Pedagogia speciale e di Educazione interculturale presso l'Università di Genova. Tra le sue pubblicazioni per questo editore ha curato, con D. Resico, Pedagogia della devianza. Fondamenti, ambiti e interventi (2010), con D. Resico e L. Pino, Il clown professionale per i servizi alla persona (2010).
Samantha Armani è dottore di ricerca in Migrazioni e processi interculturali presso l'Università di Genova. Presso la stessa università è stata docente di Pedagogia della devianza, è docente di Pedagogia della vulnerabilità e della marginalità. Professionalmente si occupa di supporto alla genitorialità attraverso progetti educativi mirati a sostegno di adolescenti e bambini vulnerabili. Autrice di diversi saggi e articoli, per questo editore ha pubblicato Partecipare per apprendere l'intercultura a scuola (2013).

Indice



Giovanni F. Ricci, Introduzione. A colloquio con gli Autori
(Ma quanto è nostrum questo mare?; Fare intercultura in ottica interculturale; Dialoghi sul Mediterraneo; Dialoghi sull'Europa; Prove per andare avanti)
Parte I. Dialoghi sul Mediterraneo
Françoise Albertini, Ripensare il Mediterraneo contemporaneo: quali strade per il dialogo interculturale?
(Il bacino della diversità?; I mutamenti contemporanei; L'antropologia della comunicazione come strumento di dialogo dei popoli e delle culture; Bibliografia)
Alessio Surian, Rotte transmoderne
(Il Mediterraneo come spazio transculturale; Dis-apprendimenti; La libertà di modellare; Non basta dire sistema; Oltre il sapere-regolazione?; Creative Commons ed erosione dello spazio pubblico; Pensare le alternative; Bibliografia)
Samantha Armani, Le competenze interculturali nella comunicazione mediale: interpretare per comprendere la Primavera Araba
(La Primavera Araba e il suo seguito; Comunicazione e informazione: questione di interpretazione?; Le competenze interculturali nella cultura dell'informazione; Bibliografia; Sitografia)
Michela Carrozzino, Mediterraneo senza barriere. Una buona prassi nell'ambito della disabilità
(Premessa; Il perché di un nome; Un'area culturale a favore delle persone con disabilità; Tra principi ispiratori e azioni concrete; Dalla cultura teorica alla cultura pratica; Paesi partecipanti: crescita e mutuo aiuto; Le differenti espressioni di dialogo; Esperienze per favorire la rete; Fattore d'innovazione: guardare la disabilità con occhi nuovi; Riflessione finale; Bibliografia)
Renata Freccero, Una bandiera a tre anelli per i Giochi del Mediterraneo: significato e valori interculturali ieri/oggi
(Cosa sono i Giochi del Mediterraneo; Premessa; Lo Spirito Olimpico all'origine dei Giochi: un progetto culturale pedagogico universale; Pre-requisiti: il contesto storico dei Giochi del Mediterraneo; Il significato della "Bandiera a 3 Cerchi"; I Giochi del Mediterraneo di Pescara 2009 fra realtà interculturale e rappresentazione mediatica; I Giochi del Mediterraneo e il contesto interculturale; Conclusione; Bibliografia; Riviste; Sitografia)
David Lopez, Relazioni euro-mediterranee o cittadinanza mediterranea? Come costruire una cittadinanza condivisa
(La "Ligue de l'enseignement" e i suoi partner; Riflessioni sul Mediterraneo e sull'euro-mediterraneo; Il Programme Concerté Maroc; Rifondazione della "Ligue Tunisienne de l'Education"; Conclusioni provvisorie)
Parte II. Dialoghi sull'Europa
Elena Arbués, Concepción Naval, Una proposta metodologica nell'ambito dell'educazione alla cittadinanza
(Introduzione e precedenti; Contestualizzazione dell'istituto comprensivo; Proposta di intervento; Metodologia; Risultati; Conclusioni finali; Bibliografia; Allegato. Questionario sulle attitudini di partecipazione, impegno sociale e convivenza pacifica)
Irena Guidikova, Le città interculturali: strategie di diversità per l'integrazione dei migranti
(Introduzione; Cos'è l'integrazione interculturale?; Elementi del modello di integrazione interculturale; Strategie cittadine per l'integrazione interculturale)
Piotr Sadowski, Invecchiamento attivo e solidarietà tra generazioni: il contributo del volontariato e dell'impegno civico in Europa
(Introduzione; Riassunto del rapporto di "Volonteurope"; Aree politiche chiave: filosofia basata sulle risorse; Aree politiche chiave: volontariato d'impresa e ridefinizione del pensionamento; Aree politiche chiave: sostenere l'invecchiamento attivo delle persone affette da demenza; Aree politiche chiave: affrontare solitudine e isolamento; Aree politiche chiave: solidarietà intergenerazionale; Aree politiche chiave: apprendimento permanente; Aree politiche chiave: innovazione nel volontariato e nella cittadinanza attiva; Conclusione)
Ana Cristina Madeira, La ricreazione storica come progetto educativo: un portale per un nuovo umanesimo
(Introduzione; Il progetto; I risultati e i prodotti; Un nuovo approccio allo sviluppo professionale continuo degli insegnanti; L'innovazione nella scuola e nella comunità; Impatti; Conclusioni; Bibliografia)
Filippo Nurra, La prevenzione della violenza e del razzismo nel calcio in ambito europeo: orientamenti e buone pratiche
(La materia sportiva nella dimensione normativa europea; Violenza e razzismo come temi chiave; Comunità europea e buone pratiche; Bibliografia)
Francesco Vietti, I quartieri (multi)etnici tra migrazioni e turismo. Il progetto "Torino Migranda"
(Passeggiando a Porta Palazzo; Le origini del progetto: migrazioni e turismo, due fenomeni globali; Il percorso formativo: una lettura antropologica del territorio; Le "guide migranti". Un ritratto al femminile; I percorsi di visita. Scoprire il Mediterraneo in Piemonte; Mygrantour - La rete delle Città Migrande. Criteri di trasferibilità della Buona Pratica; Bibliografia)
Giovanni F. Ricci, Samantha Armani, Conclusioni
Gli Autori.