La narrativa colorata

La letteratura popolare e l'educazione

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 128,      1a edizione  2015   (Codice editore 1054.1.8)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

La narrativa colorata. La letteratura popolare e l'educazione
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891712370

In breve

Davvero i racconti rosa, azzurri, gialli e neri non suscitano alcun viaggio? Davvero danno senza alcuna distinzione ricette pronte per l’uso e risposte conformatrici? O possono, in una maniera del tutto particolare, contribuire alla crescita dei loro lettori? Il volume prende in considerazione la produzione narrativa di consumo da un’ottica educativa, partendo dal giudizio diffuso che la presenta come il principale strumento extrascolastico di conformazione delle giovani generazioni.

Presentazione del volume

Questo volume prende in considerazione la produzione narrativa di consumo, destinata principalmente al popolo e tradizionalmente considerata, per i suoi contenuti, per il registro stilistico e per il suo stesso target, letteratura di secondo livello. Si va dai galatei e dai testi di educazione civica al romanzo "rosa" e da questo ai feuilletons ed ai racconti di detection o hard boiled, comunemente detti "gialli" e noir.
L'autrice affronta questi scrittori e questi racconti da un'ottica educativa partendo dall'opinione diffusa che li presenta come i principali strumenti extrascolastici di conformazione delle giovani generazioni. Tuttavia, l'analisi dei vari generi mostra che questi non sono monolitici come siamo abituati a pensare. Se leggendo dobbiamo abituarci a vivere molte vite, a giocare, a costruire mondi altri e, soprattutto, a sentire nella nostra mente il paradosso e lo spaesamento che derivano da vagabondaggi destinati a diventare viaggi significativi, allora vien da chiedere: ma davvero i racconti rosa, azzurri, gialli e neri non suscitano alcun viaggio?
Danno davvero tutti, senza alcuna distinzione, ricette pronte per l'uso e risposte conformatrici? O possono, in una maniera del tutto particolare, contribuire alla crescita dei loro lettori?

Luciana Bellatalla è professore ordinario di Storia della pedagogia e docente di Storia della scuola e dell'educazione all'Università degli Studi di Ferrara, dove è coordinatore del corso di laurea in Scienze filosofiche e dell'educazione. È attualmente membro dei consigli direttivi della (Società di Politica Educazione e Storia) e del CIRSE (Centro Italiano per la Ricerca Storico Educativa). Fra le sue opere: Leggere l'educazione oltre il fenomeno (Roma, 2009); Scuola secondaria. Struttura e saperi (Trento, 2010); L'insegnante tra realtà ed utopia (a cura di, Roma, 2011); Isocrate, ovvero l'educazione innanzitutto, (Roma, 2013, in coll. con G. Genovesi), Il Principe un saggio di educazione politica (Roma, 2014, in coll. con G. Genovesi).

Indice

Introduzione
(Per cominciare; Infanzia: un concetto ad ampio spettro; Gli attori in gioco; Una costruzione con qualche crepa?)
Parte I. ... Poiché dal ciel non furono tai nodi benedetti: buone maniere, conformismo e civismo
Galatei e dintorni, ovvero la "giovinetta perbene"
(Premessa; Le buone maniere; Dalla bambina alla donna; Conclusioni)
Il cittadino-modello, ovvero l'uomo dabbene
(Educazione civica e scuola; L'ambiguità come cifra; Per concludere)
Parte II. ... È amor che agli angeli più ne avvicina: sentimenti e tradimenti
L'amore per eterne giovinette: il romanzo rosa
(Dal galateo al romanzo rosa: una strada diretta?; Racconti per bambine aspiranti signorine; Il rosa per "signorine" stagionate; Prigioniere di un sogno)
L'amore "malato": il romanzo blu
(Premessa; Trame e artifici narrativi; Prigionieri di un'ossessione)
Parte III. ... Sento l'orma dei passi spietati: oscurità e delitti
Un genere misto: il viola
(Premessa: per una nuova definizione; Tra amori e delitti, tra moralismo e perversione; Tra batticuore e spirito ludico)
Omicidi e vendette
(Premessa; Omicidi e dintorni; Il lato oscuro dell'esistenza; Il cimento del lettore)
Conclusione
Bibliografia
Indice dei nomi.