L'Escluso

Storie di resilienza per non vivere infelici e scontenti

Contributi
Gianluca Amatori, Simone Aparecida Capellini, Manuela Crescimbene, Ilaria D'Angelo
Livello
Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari. Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 168,      1a edizione  2019   (Codice editore 1750.18)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

L'Escluso. Storie di resilienza per non vivere infelici e scontenti
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891782519
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 14,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891795410
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Puntando sul potenziale euristico e formativo delle narrazioni, il volume offre diversi percorsi di approfondimento all’interno del complesso scenario della pedagogia speciale: dallo studio delle famiglie con disabilità, alla valorizzazione dei processi di autodeterminazione e di emancipazione delle persone con disabilità, alla promozione dei progetti di vita e delle diverse e possibili traiettorie di senso. Un testo per studenti in formazione – verso la professione di educatore, di docente, di insegnante di sostegno, di pedagogista – o per lettori attenti al “potere” delle storie di vita.

Presentazione del volume

Il volume ripercorre il format di storie di vita di persone con disabilità e di genitori con figli disabili che ha caratterizzato il programma serale di "Unimc for Inclusion", settimana di eventi tenutasi nel dicembre 2018 nel quadro del progetto Inclusione 3.0 dell'Università degli Studi di Macerata.
Puntando sul potenziale euristico e formativo delle narrazioni, i curatori offrono diversi percorsi di approfondimento all'interno del complesso scenario della pedagogia speciale: dallo studio delle famiglia con disabilità, alla valorizzazione dei processi di autodeterminazione e di emancipazione delle persone con disabilità, alla promozione dei progetti di vita e delle diverse e possibili traiettorie di senso, tra cui ad esempio quelle realizzate attraverso la famiglia, lo sport, l'associazionismo, la vita universitaria.
Oltre ai percorsi tracciati, il lettore può condurre personali itinerari tra i dei testi degli intervistati, trovando nelle diverse storie di resilienza una via formativa di elevata portata per la costruzione di un profilo professionale orientato all'inclusione.
Affrontare il binomio "pedagogia speciale e narrazioni" risulta essere un esercizio intellettuale di notevole rilevanza per gli studiosi e per i lettori di questo testo, siano essi studenti in formazione verso la professione di educatore, di docente, di insegnante di sostegno, di pedagogista o semplicemente lettori attenti al "potere" delle storie di vita.

Catia Giaconi è professore ordinario di Didattica e pedagogia speciale presso il Dipartimento di Scienze della formazione, dei Beni culturali e del Turismo dell'Università degli Studi di Macerata. I suoi principali interessi di ricerca sono rivolti alla presa in carico delle persone con disabilità in età adulta e alla formazione dei docenti, degli educatori e dei pedagogisti. Responsabile scientifica di collane editoriali in Italia e in Brasile. Ha pubblicato diversi volumi e articoli in riviste nazionali e internazionali. Per la casa editrice FrancoAngeli dirige la collana "Traiettorie inclusive". Tra i suoi testi ricordiamo Qualità della vita e adulti con disabilità (2015), Conoscere per includere (con S.A. Capellini, 2015), Inclusione 3.0 e In Azione. Prove di inclusione (con N. del Bianco, 2018).

Noemi Del Bianco è dottoranda di ricerca presso l'Università degli Studi di Macerata. I suoi maggiori interessi di ricerca sono orientati alla costruzione di servizi e interventi rivolti alla presa in carico di adolescenti e giovani con disabilità. Ha pubblicato diversi articoli in riviste nazionali di fascia A.

Aldo Caldarelli cura progetti, produzioni e post-produzioni video presso l'Università di Macerata. I suoi interessi vertono maggiormente sul utilizzo del "video come narrazione", dal documentario allo storytelling, fino a giungere ad esplorare le potenzialità della realtà virtuale e aumentata, in seno all'inclusione. Ha ottenuto, insieme C. Giaconi e S.A. Capellini, il massimo riconoscimento del pubblico nell'edizione del 2016 di Visualfest, con il cortometraggio Vite parallele.

Indice

Catia Giaconi, Noemi Del Bianco, Aldo Caldarelli, Gianluca Amatori, Ilaria D'Angelo, Manuela Crescimbeni, Simone Aparecida Capellini, Introduzione
Parte I. Linee di pedagogia speciale
Catia Giaconi, Simone Aparecida Capellini, Pedagogia speciale e narrazioni: un binomio euristico e formativo per professionisti inclusivi
Gianluca Amatori, Noemi Del Bianco,
Cinematografia e pedagogia: una proposta di analisi
Noemi Del Bianco,
Le narrazioni delle persone con disabilità: una via per l'emancipazione
Gianluca Amatori, Famiglie e disabilità: narrazioni e nuovi orizzonti di senso
Manuela Crescimbeni, Gianluca Amatori, Narrazione e associazionismo familiare: il potere trasformativo del raccontare l'esperienza familiare
Gianluca Amatori,
Percorsi autobiografici alla scoperta della relazione tra padre e figlio con disabilità
Ilaria D'Angelo,
Dalle narrazioni allo sport: percorsi emancipatori verso l'inclusione sociale
Parte II. Storie di resilienza: la parola ai protagonisti
Aldo Caldarelli, Narrazione e video, il caso dell'Escluso per nuove frontiere inclusive
Intervista a Luca Bernardi
Intervista a Giordano Cardellini
Intervista a Maria Evangelista
Intervista ad Anna Foglia
Intervista a Sara Gabrieli
Intervista ad Anna Menghi
Intervista a Luca Panichi
Intervista a Chiara Santini e ai suoi genitori
Intervista a Marco Scarponi
Intervista a Giovanni Spartano
Intervista a Riccardo Tondi
Gli Autori.