Il ciondolo spezzato

Spazi, forme e percorsi d’amicizia

Autori e curatori
Livello
Saggi, scenari, interventi. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 234,      1a edizione  2021   (Codice editore 1154.19)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Il ciondolo spezzato Spazi, forme e percorsi d’amicizia
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835118039

In breve

Attraverso l’analisi dell’evoluzione del concetto di amicizia in Occidente, dall’Antichità ai giorni nostri, l’approfondimento sulle funzioni che ricopre nelle varie fasi dell’esistenza e l’esplorazione del suo polimorfismo semantico e fenomenologico ‒ oggi più che mai in trasformazione, anche in risposta agli eventi pandemici e alla pervasività dei mezzi di comunicazione virtuale ‒, il volume si propone di restituire la complessità e la ricchezza della dimensione amicale, sollecitando un suo necessario riposizionamento anche all’interno del dibattito pedagogico.

Presentazione del volume

Nell'antica Grecia gli amici erano soliti spezzare in due una tessera, il symbolon, e conservarne una metà ciascuno, per non dimenticare mai l'unità perfetta che, insieme ma distinti, potevano costituire. Celebrata presso gli Antichi nel novero delle virtù più elevate, ai giorni nostri l'amicizia fatica a essere riconosciuta in tutta la sua pregnanza: spesso viene data per scontata, oppure subordinata all'amore. Eppure, è dimostrato il grande beneficio che sa apportare in tutte le età della vita, rispondendo ai bisogni di compagnia, supporto, aiuto, affetto, intimità, sicurezza emotiva e riconoscimento, senza imporre il sacrificio di porzioni di libertà individuale.
Attraverso l'analisi dell'evoluzione del concetto di amicizia in Occidente, dall'Antichità ai giorni nostri, l'approfondimento sulle funzioni che ricopre nelle varie fasi dell'esistenza e l'esplorazione del suo polimorfismo semantico e fenomenologico - oggi più che mai in trasformazione, anche in risposta agli eventi pandemici e alla pervasività dei mezzi di comunicazione virtuale -, il volume si propone di restituire la complessità e la ricchezza della dimensione amicale, sollecitando un suo necessario riposizionamento anche all'interno del dibattito pedagogico.

Federico Zannoni
è ricercatore di Pedagogia generale e sociale presso il Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Bologna. Ha pubblicato Educare nelle periferie. Descrivere, comprendere, progettare (2021), Quello che ci lega. Migrazioni, nostalgie e memoria: implicazioni pedagogiche (2018), La città divisa. Conflittualità, confini, prove di comunità (2015), La società della discordia. Prospettive pedagogiche per la mediazione e la gestione dei conflitti (2012), Fuori dal silenzio. Volti e pensieri dei figli dell'immigrazione (2010, con A. Genovese e F. Filippini), Con gli occhi dei bambini. Come affrontare stereotipi e pregiudizi a scuola (2006, con Adriana Di Rienzo).

Indice

Introduzione
Storie d'amicizia
(Storie di animali; Quello che l'amicizia non è; Storie di amicizie virtuose; Legami insinceri, tradimenti e sogni infranti; Aspettative disattese; Immaginarie presenze; L'intimismo e lo struggimento; Narciso e Boccadoro)
Philia e amicitia: l'attualità degli Antichi
(La philótes omerica; Philótes e Néikos nella metafisica empedoclea; Philia e condivisione in Democrito e Platone; La philia virtuosa nell'etica aristotelica; Epicuro e la prima Società d'Amici; Nell'Antica Roma: Cicerone e Seneca)
Nel declino dell'amicizia
(Agostino d'Ippona e l'amicizia come caritas cristiana; Il punto di svolta; Montaigne e un'amicizia che "non si legge ne sia esistita un'altra simile"; Nei salons parigini; Contro la compassione, amicizia e riconoscimento in Nietzsche)
L'amicizia oggi, attraverso le età della vita
(L'amicizia durante l'infanzia; Nel turbine dell'adolescenza; L'età adulta: cercasi amicizia disperatamente; Per un lieto imbrunire; L'alfabeto dell'amicizia; A come Amore; B come Banalità; C come Cambiamento; D come Durata; E come Empatia; F come Famiglia; G come Gratuità; H come Hobby; I come Incontro; L come Libertà; M come Momenti; N come Necessità; O come Orientamento; P come Perdono; Q come Quotidianità; R come Rara; S come Silenzio; T come Tempo sospeso; U come Utilitarismo; V come Vita; Z come Zaino)
Amicizia, mondo virtuale e pandemia
(I luoghi dell'amicizia; Intimità pubbliche; Elementi a supporto della funzione pro-amicale dei social network; Solitudini condivise; Nella quarantena)
Commiato
Bibliografia.