L'urbano, le povertà

Quale welfare. Possibili strategie di lotta alle povertà urbane

Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 176,   1a ristampa 2004,    1a edizione  2000   (Codice editore 1563.39)

L'urbano, le povertà. Quale welfare. Possibili strategie di lotta alle povertà urbane
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846426840

Presentazione del volume

L'esclusione sociale, in particolare quando si associa a carenze materiali gravi, sembra rappresentare oggi l'aspetto caratterizzante della crescita urbana. Situazione in rapida evoluzione, quasi di transizione, dove sembra assumere peso determinante il percorso dei soggetti verso specifiche forme di povertà.

Il volume si colloca all'interno di questa problematica, partendo dall'ipotesi che nelle nostre città vada rapidamente crescendo il numero dei soggetti che fluttua attorno alla linea della povertà. Sempre più percorsi incerti, dalle incerte origini; quindi diventa centrale il quesito sulla genesi dell'esclusione sociale.

I contributi che qui riportiamo - emersi da un convegno tenutosi a Bologna con uno sforzo congiunto tra Dipartimento di Sociologia e Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna - cercano di analizzare questo groviglio di percorsi che troviamo alla base delle situazioni di povertà, nella prospettiva di organizzare un più razionale intervento.

Gli autori - ciascuno attraverso un suo percorso di lettura del fenomeno - cercano di sviluppare un discorso sulla genesi delle forme di povertà oggi, e sulle strategie più appropriate di intervento.

Accomuna questi percorsi di lettura il convincimento che oggi siamo in presenza di un tessuto sociale debole; dentro ad un tessuto urbano ancora più debole. Diventa quindi logico pensare che bisogna ridare spessore a questa equivoca realtà urbana di vita che abbiamo di fronte. Un obiettivo sempre meno raggiungibile attraverso i percorsi di welfare fino a qui consolidati.

Il convincimento è che sempre meno il solo intervento riparatore possa dare utili risultati; mentre diventa prioritaria l'azione condotta a livello di sistema sociale, di modelli di socialità e di forme di relazionalità condivisa. Un messaggio di ampio respiro dunque che chiama tutti a nuove impellenti forme di confronto.

Indice


Giorgio Stupazzoni , Città che cambia, esclusione sociale grave e politiche di welfare
Franco Pannuti , Il ruolo dell'ente locale nelle politiche di welfare
Trasformazioni urbane e percorsi di povertà
Paolo Guidicini , Il bisogno di radicamento come superamento dell'esclusione sociale grave
Emanuele Sgroi , Città ed esclusione sociale: riparliamo di comunità
Giampaolo Nuvolati, Francesca Zajczyk , Trasformazioni urbane e forme emergenti di esclusione
Maurizio Bergamaschi , Distribuzione territoriale della povertà e ambiente urbano in trasformazione
Percorsi di povertà e politiche di welfare
Giovanni Pieretti , Allargare il quadro
Giovanni Sarpellon , Povertà, esclusione e attese di benessere
Jacques Donzelot, Catherine Mével , La solidarietà attiva. Studio comparato sullo sviluppo comunitario negli Stati Uniti e lo sviluppo sociale urbano in Francia
Brian Munday , Esclusione sociale grave nel Regno Unito ed efficacia delle soluzioni su base locale
Aldo Musante , Persone senza dimora e reti di servizi
Contributi al dibattito
Alessandro Alberani , Esclusione sociale oggi
Consuelo Diodati , Qualità della vita della popolazione anziana in una cittadina di provincia dell'Italia centrale
Giacomo Invernizzi , Povertà e adultità
Alessandro Martelli , Sulla strada tra lavoro e politica sociale. Il gruppo non profit Piazza Grande contro l'esclusione.