LIBRI DI ANDREA LAUDADIO

Andrea Laudadio, Francesco Nicodemo

Grazie del feedback.

L'arte di dare e ricevere feedback per migliorare la performance individuale e di gruppo

In 100 brevi post, 100 approfondimenti affrontati con stile fresco e immediato da oltre 50 esperti nei vari ambiti di applicazione del feedback: psicologia, marketing, comunicazione e tanto altro ancora. Una guida pratica rivolta a chiunque voglia implementare una strategia comunicativa vincente, in ambito personale e lavorativo. Grazie del feedback mostra cos’è veramente il feedback e come metterlo a frutto per acquisire maggiore consapevolezza di noi stessi, per rapportarci agli altri con successo e ottenere sempre il massimo dal mondo che ci circonda.

cod. 1796.320

Andrea Laudadio, Serena Mancuso

Manuale di psicologia positiva

La psicologia positiva – in Italia ancora poco conosciuta e diffusa – è la più grande rivoluzione degli ultimi 40 anni della storia della psicologia. Questo volume si rivolge soprattutto agli psicologi (di qualsiasi indirizzo) che vogliano iniziare a comprendere la forza rivoluzionaria della psicologia positiva e come la psicologia positiva cambierà – in meglio – la loro professione.

cod. 1240.1.54

Andrea Laudadio, Javier Fiz Pérez

Colpire lo stress: il coping

Teorie, ricerche, strumenti

Presentando la più recente letteratura scientifica in materia, il volume vuole introdurre il lettore alla conoscenza del costrutto del coping, ovvero il complesso processo che gli individui mettono in atto con lo scopo di fronteggiare e ridurre lo stress.

cod. 1240.2.9

Andrea Laudadio

Quali sono le differenze di personalità tra credenti e non credenti?

RICERCHE DI PSICOLOGIA

Fascicolo: 1 / 2010

Numerosi sono i contributi internazionali che hanno affrontato il tema delle differenze di personalità tra soggetti spirituali e religiosi, ma nessuno di questi studi è stato mai realizzato in Italia. A questo fine sono stati utilizzati due strumenti: il Big Five Questionnaire (Caprara, Barbaranelli, Borgogni, 1993) e la RAS - Scala di Atteggiamento Religioso (Laudadio, Baumgartner, D’Alessio, in press) somministrati ad un campione di 3019 soggetti (52,26% femmine) con età media di 40 anni. Le analisi confermano una relazione tra le dimensioni di personalità, religiosità e spiritualità. L’analisi dei cluster evidenzia come i Religiosi siano più Coscienziosi e Amichevoli ma meno Energici e Stabili Emotivamente rispetto agli altri due gruppi; questo risultato è in linea con quanto evidenziato da Saroglou (2002) al termine della sua meta-analisi. Sembrerebbero esistere numerose differenze di genere all’interno della relazione tra questi costrutti nonché alcune specificità, forse imputabili alle caratteristiche proprie degli italiani relativamente alle dimensioni della spiritualità e della religiosità.

Andrea Laudadio

Lavorare a Cosenza: vincoli e opportunità.

Analisi dei fabbisogni formativi, professionali e orientativi

Il volume, rivolto a professionisti nel campo delle politiche del lavoro, presenta un’analisi dei dati disponibili in relazione al territorio della provincia di Cosenza. Il testo illustra i principali risultati dell’Analisi dei Fabbisogni professionali, formativi e orientativi realizzata all’interno del progetto Orientati 2. Infine affronta i temi delle competenze e dell’apprendimento, della formazione, della mobilità sociale, sicurezza sul lavoro e lavoro nero.

cod. 1046.98

Andrea Laudadio, Mara De Mauri, Paolo Renzi

L'analisi della comunicazione nelle comunità di pratiche: risultati di uno studio pilota

PSICOLOGIA DI COMUNITA’

Fascicolo: 2 / 2006

Lo sviluppo delle tecnologie informatiche ha lentamente ma profondamente modificato la modalità di interazione uomo-computer così come le interazioni uomo-uomo nei diversi ambiti di vita: lavorativo, familiare, sociale/relazionale. Il presente articolo ha come obiettivo quello di analizzare una comunità di pratica che ha utilizzato anche la modalità on-line per comunicare partendo dallo studio della comunicazione avvenuta on-line tra i membri. La procedura utilizzata è stata basata sull’ana¬lisi delle corrispondenze lessicali e sulla ricodifica con un sistema multigiudice dei messaggi sulla base delle indicazioni emerse. I risultati hanno evidenziato che la conversazione all’interno della comunità è stata fondamentalmente basata su uno schema problema proposte di soluzioni. Soltanto il 16% (circa) dei messaggi scambiati, infatti, non fa riferimento a questo schema comunicativo. Dalla rilettura dei messaggi in linea con altri studi emerge che le altre dimensioni della comunicazione nel gruppo siano state sviluppate in altri contesti o modalità comunicative (conversazioni telefoniche, interazioni faccia a faccia, ecc.).

Isfol, Anna Grimaldi

Orient@mento

Un'indagine nazionale sul rapporto tra orientamento e informatica

cod. 830.154