Risultati ricerca

Il libro parte definendo, dal punto di vista dei collaboratori, l’azienda ideale, per poi analizzare come il vecchio modello gerarchico si stia trasformando sempre di più in “self management” e di conseguenza come devono cambiare le competenze dei nuovi leader. Il compito dei leader non sarà più quello di farsi seguire ma quello di supportare e di mettersi al servizio dei collaboratori facendo di tutto per permettergli di lavorare al meglio e liberare il loro massimo potenziale.

cod. 1065.180

Lorenza Angelini, Vittorio D'Amato

In equilibrio dinamico all'orlo del caos

Le scienze della complessità applicate al management possono essere considerate metaforicamente come il “battesimo” del management, laddove il “peccato originale” del management può essere imputato ad un’originaria concezione meccanicistica dei fenomeni sociali ed economici. Gli autori affrontano l’evoluzione dei modelli di business e manageriali su tre diversi piani concettuali: manageriale, economico e simbolico/narrativo. Un volume per capire come navigare nella complessità e portare in porto le navi delle nostre imprese.

cod. 100.906

Mara Brumana, Maurizio Decastri, Danila Scarozza, Stefano Za

Innovazione tecnologica e organizzazione: trend, aree di ricerca e prospettive

STUDI ORGANIZZATIVI

Fascicolo: 2 / 2014

Negli ultimi anni, l’innovazione tecnologica è stata una delle tematiche più dibattute nella letteratura accademica, tuttavia le sue implicazioni per le realtà organizzative, così come per gli stessi attori organizzativi sembrano ancora non sufficientemente teorizzate ed empiricamente analizzate. Dopo l’attenzione dedicata alla tecnologia negli studi organizzativi intorno agli anni ’50 del secolo scorso si è assistito, infatti, a un declino nell’interesse verso questo tema, accentuatosi ancor di più negli ultimi due decenni. L’obiettivo di questo articolo, pertanto, è quello di contribuire al dibattito su innovazione tecnologica, organizzazione e lavoro. Muovendo da queste premesse, è stata condotta una ricerca sulla piattaforma ISI Web of Science utilizzando la chiave di ricerca "technolog* innovation*". Nel periodo 1985-2013 sono stati identificati 1028 contributi scientifici pubblicati su 89 riviste internazionali - selezionate combinando 3 gruppi di riviste diversi, ma complementari quali il Financial Times ranking, riviste di matrice sociologica e il Technology Innovation Management Journals ranking. Un’analisi bibliometrica basata sull’utilizzo di indicatori descrittivi e di strumenti di Social Network Analysis, ha poi consentito di analizzare i 1028 contributi scientifici raccolti. In particolare, è stato analizzato l’andamento (in termini di numerosità) delle pubblicazioni e l’impatto che i contributi selezionati hanno avuto sulla comunità scientifica di riferimento (trend delle citazioni). Altre analisi hanno poi consentito di identificare gli autori più produttivi, la loro distribuzione geografica (in base alle università di appartenenza) e le principali co-authorship. Infine, un’analisi approfondita è stata condotta sui topic principalmente trattati dal dataset selezionato. All’analisi del dibattito internazionale si è affiancato un approfondimento sul sottoinsieme dei contributi italiani, ovvero quelli pubblicati da almeno un autore affiliato in una università italiana. Si sono così potute evidenziare, utilizzando le stesse analisi, le peculiarità della realtà del nostro paese per quanto riguarda la ricerca sull’innovazione tecnologica. I risultati ottenuti sia a livello internazionale che italiano, rivelano, nel corso del periodo considerato, una crescita significativa della letteratura su questo tema e una crescente attenzione allo stesso, la multidisciplinarietà della tematica osservata, la rilevanza dei contributi di management e business & economics, ma soprattutto la necessità e allo stesso tempo opportunità di investigare il ruolo dell’innovazione tecnologica nell’ambito organizzativo. Dall’analisi condotta sui contributi italiani, inoltre, emerge che l’innovazione tecnologica è maggiormente correlata a tematiche economiche-sociali evidenziando ancora la scarsa attenzione prestata al legame tra innovazione tecnologica, organizzazione e lavoro.

Julian Birkinshaw

Reinventare il management.

Per ottenere risultati con scelte più intelligenti

“Una lettura d’obbligo per tutti i manager” Gary Hamel. Dimostra in modo convincente che molti dei maggiori problemi economici che l’Occidente sta attraversando possono essere ricondotti ad un fallimento del management. Ma spiega anche come debba (e possa) essere reinventato! Thinkers 50, la più importante classifica in questo campo, ha segnalato per il 2013 Julian Birkinshaw tra i più influenti esperti di management al mondo.

cod. 100.814

Ferdinando Azzariti

Adhocrazia

Sviluppo economico e competitività d'impresa

Il volume presenta esempi di imprese, imprenditori e manager con caratteristiche particolari. Affronta il tema delle competenze, della tecnologia che cambia repentinamente, di nuovi metodi di comunicazione, di coaching, di internazionalizzazione, di migrazioni e connessioni, di retail management, di distretti. Il risultato di una ricerca condotta su 250 pmi del Nord Est insieme a Cisco Italia.

cod. 641.1

Ferdinando Azzariti, Mario Bassini

Oltre le competenze

Metodi, esperienze e casi aziendali

Dopo una carrellata delle principali teorie sul metodo delle competenze, il libro prefigura alcuni sviluppi teorici d’avanguardia, e introduce interviste a imprenditori famosi (Gilberto Benetton, Matteo Marzotto, Giovanni Rana), disponibili a spiegare come hanno realmente sviluppato le loro competenze. Sono presentati poi i risultati di una ricerca che ha coinvolto i responsabili del personale di aziende come Geox, Replay, Stonefly, Lotto Sport Italia, Chiesi Group, Safilo, Autostrade, Zignago...

cod. 1075.10