LIBRI DI NICOLETTA DIASIO

The author analyses how the concept of agency may enhance some forms of social normativity and encourage a type of individual among children and adults. The article questions these characteristics, examines how far they are socially prescribed, and shows how they constitute a touchstone of the passage into adulthood. By the preliminary findings of a research on age transition of adolescents suffering Type 1 diabetes in France, the author questions the social ideal of managing and optimizing one’s capacities, projecting oneself over time, being flexible and breaking the ties of dependence, and underlines how these social exhortations can bring new forms of determinism and disempowerment.

Nicoletta Diasio, Simona Tersigni

Corpo e infanzia in situazione migratoria

INTERAZIONI

Fascicolo: 1 / 2014

La prospettiva di questo articolo si situa nell’ambito di una sociologia e antropologia dell’infanzia che sottolinea la capacità che bambine e bambini hanno di agire su di sé e sugli altri, di produrre cultura e di dar forma alle strutture e alle dinamiche sociali. Una risorsa centrale di tale capacità d’azione è il corpo, in quanto costruzione discorsiva ed esperienza quotidiana di trasformazione. Nei bambini la dimensione d’incompiutezza propria alla condizione umana e fonte di pratiche culturali e sociali di soggettivazione, si rende più visibile. Crescere si configura come un lavoro complesso in cui interagiscono l’interiorizzazione di tecniche del corpo e forme personali di creatività, in cui il corpo incompiuto funziona come risorsa identitaria e di agency. Lungi dall’essere soltanto il luogo d’iscrizione delle identità e delle differenze, il corpo costituisce anche il luogo della loro fabbricazione: i bambini sono quindi attivi nella costruzione, riproduzione e interpretazione delle differenze tra sé e gli altri. Dopo una sintesi critica degli approcci fondati sull’analisi della vulnerabilità dei bambini migranti, richiedenti asilo o "discendenti" d’immigrati, questo articolo si interroga sulle modalità dell’agency infantile nel campo migratorio e nei processi di etnicizzazione che ne conseguono.

Fondazione Ismu, Marco Mazzetti

Senza le ali

Le mutilazioni genitali femminili

cod. 2000.912

Nicoletta Diasio, Virginie Vinel

Il tempo incerto

Antropologia della menopausa

Avvolta un tempo da silenzi imbarazzati, la menopausa è ormai al centro di dibattiti scientifici e non, di siti internet, di musical addirittura. Rare sono però le ricerche che restituiscono la parola ai protagonisti. In questo libro a più voci, testimoni vicine e lontane, medici e pazienti, donne e uomini dialogano a distanza mettendo a confronto più punti di vista e più culture. Frutto di scambi e di incontri tra ricercatori italiani e stranieri, il libro combina la ricerca di campo a una riflessione più generale su cosa sia oggi per le donne “cadere nel tempo”.

cod. 1370.1.20