Manuale di business continuity e crisis management. Dal risk assessment al crisis e recovery management
Autori e curatori
Argomenti
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi advanced per professional
Dati
pp. 248,   2a ristampa 2017,    1a edizione  2014   (Codice editore 100.834)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891708274

In breve
Il primo manuale italiano che offre un quadro aggiornato degli approcci e delle metodologie per fronteggiare i rischi di eventi eccezionali e assicurare le migliori capacità di risposta delle organizzazioni. Accompagnato da un case study (“l’artigiano di qualità”) e molteplici esempi tratti dall’esperienza pratica.
Utili Link
Worldwebnews.it Recensione (di Francesco Lambiase)… Vedi...
Presentazione del volume

Il manuale è stato realizzato in modo da soddisfare due distinte esigenze:
1) consentire di reperire rapidamente delle risposte e dei chiarimenti a chi in azienda opera o ha rapporti con la business continuity (ad esempio: gestire i rischi di progetto; la determinazione dei risk criteria; come progettare e realizzare una BIA; il raccordo fra risk assessment e business impact analysis; DRM e BCM; i diversi scenari di rischio; le possibili soluzioni di risk treatment; la gestione dell'emergenza; la gestione della stampa e la stesura dei comunicati; i KPI; rapporti con l'internal auditing e relativo coinvolgimento nel progetto; ecc.);
2) introdurre gradualmente chi non ha una profonda familiarità con l'organizzazione aziendale e le diverse funzioni aziendali e vuole saperne di più su processi operativi quali: risk management, business continuity planning and management, incident management, crisis management, ecc. Tutto ciò accompagnato da un case study ("l'artigiano di qualità") e molteplici esempi tratti dall'esperienza pratica.
Non ultimo per importanza, il testo coniuga l''esperienza diretta dell'autore con quanto stabilito dai diversi standard internazionali in materia (ISO/IEC 27001:2013; ISO 22301:2012; ISO 31000:2009; ISO 28000:2007; ecc.) e non trascura esistenti norme, quali ad esempio le recenti disposizioni della Banca d'Italia.

Anthony Cecil Wright, ingegnere, MBCI, è attualmente titolare del corso di "Security and Business Continuity" presso la UNINT. È altresì: docente di business continuity al Master in Homeland Security e alla UNINTESS; collaboratore di TUV Rheinland Italia; presidente di ANSSAIF. Ha ricoperto fra il 1969 ed il 2012 ruoli di responsabilità in ICT ed Organizzazione presso: ISCO (ora ISAE), PriceWaterhouse e BNL. È alla sua quinta pubblicazione, e anche questa è caratterizzata dallo stile semplice e lineare tipico degli autori anglosassoni.

Indice
Ringraziamenti
Introduzione
(Elementi caratteristici di rilievo del testo; Fonti; Consigli per il Lettore; La suddivisione)
Che cosa è la "business continuity"?
(Definizione; Il sistema di gestione della continuità operativa; La business continuity si occupa solo di disastri?; Il Disaster Recovery fa parte della Business Continuity?)
Il risk management
(Origini e definizione; Due parole sulla metodologia di risk management; Risk management e business continuity; Risk management e risk assessment; Tecniche di risk assessment; La business continuity è parte del risk management o del crisis management?; Business continuity e risk management negli standard)
La supply chain
(Introduzione; Riferimenti; Il negozio di cravatte e la supply chain; Lo Standard ISO28000 "Specification for security management systems for the supply chain")
Outsourcing
(Inquadramento; La sicurezza; Un riferimento italiano sulla esternalizzazione di processi critici: la Vigilanza)
Elenco dei principali standard che trattano la business continuity
(Standard sulla business continuity; Lo standard ISO/IEC 27001)
Introdurre la business continuity nella propria organizzazione
(Fattori di resistenza alla business continuity; Come superare una possibile resistenza al progetto?; Indicatori di prestazione)
Gli addetti alla BCM, il manager (BCMgr) e l'organizzazione: competenze e responsabilità
(Il BCMgr; L'addetto alla business continuity; Quale responsabilità deve avere il management della organizzazione?; L'internal auditing)
Impostare il progetto di business continuity
(Il Business Continuity Management System (BCMS); La policy di business continuity; Informazione e formazione del personale; Il progetto)
Rilevazione e trattamento dei rischi
(Il MBCO; Il trattamento dei rischi; La prevenzione)
I piani di continuità (BCP)
(Il disegno dei BCP; Il contenuto dei BCP; Il Disaster Recovery dell'IT; Ulteriori note; I piani e le prove di simulazione; La verifica dei piani di continuità)
L'Incident Management Plan (IMP)
(Introduzione al tema; A che livello siamo?; Incident e crisis management; La gestione di un allarme)
Crisis management
(Cosa è una crisi e quando si attiva; Cosa può aver generato una crisi?; La comunicazione; Governare la crisi)
Si ritorna alla normalità e si fanno i conti
(Introduzione; Recovery management; La documentazione; È stata fatta un'esperienza)
Breve glossario dei termini usati nel testo.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Segnalazioni

Pubblicità