Manuale di business continuity e crisis management. Dal risk assessment al crisis e recovery management
Autori e curatori
Argomenti
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi advanced per professional
Dati
pp. 248,   2a ristampa 2017,    1a edizione  2014   (Codice editore 100.834)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891708274

In breve
Il primo manuale italiano che offre un quadro aggiornato degli approcci e delle metodologie per fronteggiare i rischi di eventi eccezionali e assicurare le migliori capacità di risposta delle organizzazioni. Accompagnato da un case study (“l’artigiano di qualità”) e molteplici esempi tratti dall’esperienza pratica.
Utili Link
Worldwebnews.it Recensione (di Francesco Lambiase)… Vedi...
Presentazione del volume

Il manuale è stato realizzato in modo da soddisfare due distinte esigenze:
1) consentire di reperire rapidamente delle risposte e dei chiarimenti a chi in azienda opera o ha rapporti con la business continuity (ad esempio: gestire i rischi di progetto; la determinazione dei risk criteria; come progettare e realizzare una BIA; il raccordo fra risk assessment e business impact analysis; DRM e BCM; i diversi scenari di rischio; le possibili soluzioni di risk treatment; la gestione dell'emergenza; la gestione della stampa e la stesura dei comunicati; i KPI; rapporti con l'internal auditing e relativo coinvolgimento nel progetto; ecc.);
2) introdurre gradualmente chi non ha una profonda familiarità con l'organizzazione aziendale e le diverse funzioni aziendali e vuole saperne di più su processi operativi quali: risk management, business continuity planning and management, incident management, crisis management, ecc. Tutto ciò accompagnato da un case study ("l'artigiano di qualità") e molteplici esempi tratti dall'esperienza pratica.
Non ultimo per importanza, il testo coniuga l''esperienza diretta dell'autore con quanto stabilito dai diversi standard internazionali in materia (ISO/IEC 27001:2013; ISO 22301:2012; ISO 31000:2009; ISO 28000:2007; ecc.) e non trascura esistenti norme, quali ad esempio le recenti disposizioni della Banca d'Italia.

Anthony Cecil Wright, ingegnere, MBCI, è attualmente titolare del corso di "Security and Business Continuity" presso la UNINT. È altresì: docente di business continuity al Master in Homeland Security e alla UNINTESS; collaboratore di TUV Rheinland Italia; presidente di ANSSAIF. Ha ricoperto fra il 1969 ed il 2012 ruoli di responsabilità in ICT ed Organizzazione presso: ISCO (ora ISAE), PriceWaterhouse e BNL. È alla sua quinta pubblicazione, e anche questa è caratterizzata dallo stile semplice e lineare tipico degli autori anglosassoni.

Indice
Ringraziamenti
Introduzione
(Elementi caratteristici di rilievo del testo; Fonti; Consigli per il Lettore; La suddivisione)
Che cosa è la "business continuity"?
(Definizione; Il sistema di gestione della continuità operativa; La business continuity si occupa solo di disastri?; Il Disaster Recovery fa parte della Business Continuity?)
Il risk management
(Origini e definizione; Due parole sulla metodologia di risk management; Risk management e business continuity; Risk management e risk assessment; Tecniche di risk assessment; La business continuity è parte del risk management o del crisis management?; Business continuity e risk management negli standard)
La supply chain
(Introduzione; Riferimenti; Il negozio di cravatte e la supply chain; Lo Standard ISO28000 "Specification for security management systems for the supply chain")
Outsourcing
(Inquadramento; La sicurezza; Un riferimento italiano sulla esternalizzazione di processi critici: la Vigilanza)
Elenco dei principali standard che trattano la business continuity
(Standard sulla business continuity; Lo standard ISO/IEC 27001)
Introdurre la business continuity nella propria organizzazione
(Fattori di resistenza alla business continuity; Come superare una possibile resistenza al progetto?; Indicatori di prestazione)
Gli addetti alla BCM, il manager (BCMgr) e l'organizzazione: competenze e responsabilità
(Il BCMgr; L'addetto alla business continuity; Quale responsabilità deve avere il management della organizzazione?; L'internal auditing)
Impostare il progetto di business continuity
(Il Business Continuity Management System (BCMS); La policy di business continuity; Informazione e formazione del personale; Il progetto)
Rilevazione e trattamento dei rischi
(Il MBCO; Il trattamento dei rischi; La prevenzione)
I piani di continuità (BCP)
(Il disegno dei BCP; Il contenuto dei BCP; Il Disaster Recovery dell'IT; Ulteriori note; I piani e le prove di simulazione; La verifica dei piani di continuità)
L'Incident Management Plan (IMP)
(Introduzione al tema; A che livello siamo?; Incident e crisis management; La gestione di un allarme)
Crisis management
(Cosa è una crisi e quando si attiva; Cosa può aver generato una crisi?; La comunicazione; Governare la crisi)
Si ritorna alla normalità e si fanno i conti
(Introduzione; Recovery management; La documentazione; È stata fatta un'esperienza)
Breve glossario dei termini usati nel testo.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità