La teologia della liberazione in America Latina. L'opera di Gustavo Gutiérrez
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 320,      1a edizione  1999   (Codice editore 1573.244)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 37,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846413864

Presentazione del volume

Era il luglio del 1968 quando un "piccolo" sacerdote di origine quechua, in una cittadina nota in Perú solo per il suo porto peschereccio, Chimbote, parlava, per la prima volta, di teologia della liberazione. Ad ascoltarlo non vi era un pubblico di teologi, ma un gruppo di catechisti. Quel sacerdote era il peruviano Gustavo Gutiérrez (1929) e il convegno di Chimbote può considerarsi la data di nascita della teologia della liberazione, anche se fu soprattutto la II conferenza dell'episcopato latinoamericano, che si tenne appena un mese dopo nella città colombiana di Medellín, a darle rilevanza ecclesiale, riconoscendo in essa una delle prospettive fondamentali della teologia latinoamericana.

Per l'America latina erano gli anni delle lotte di liberazione, ma anche gli anni in cui la Chiesa tentava di ripensare la propria identità alla luce delle indicazioni conciliari, e Gutiérrez si trovava, come sacerdote, come teologo e come consulente dell'episcopato latinoamericano, profondamente coinvolto in entrambi i processi.

Questo studio mette in luce, grazie all'esame di un ampio materiale documentario, come la genesi e lo sviluppo della teologia della liberazione, definita da Gutiérrez riflessione sulla prassi storica alla luce della fede, siano stati costantemente intrecciati con la vicenda intellettuale, pastorale, ma anche biografica del sacerdote peruviano. Dagli anni '40, che lo hanno visto impegnato come militante dell'Azione cattolica; agli anni '50, periodo in cui Gutiérrez studiava in Belgio la teologia europea più avanzata; agli anni del Concilio Vaticano II e, soprattutto, al postconcilio, che lo ha visto protagonista del rinnovamento teologico latinoamericano, nel tentativo di coniugare fede e prassi, cristianesimo e marxismo, comunione ecclesiale e "opzione preferenziale per i poveri", fino alla condanna espressa nel 1984 dalla S. Sede nei confronti della teologia della liberazione, preceduta da un severo intervento della Sacra congregazione per la dottrina della fede nei riguardi dello stesso Gutiérrez. È questa la ragione per cui la ricerca qui proposta, pur ponendo al centro della ricostruzione Gustavo Gutiérrez, il suo itinerario biografico, teologico e pastorale, si presenta come un contributo per la storia della Chiesa latinoamericana negli ultimi decenni.

Lucia Ceci (Roma, 1967) ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Politica e società nella storia dell'età moderna e contemporanea presso l'Università "La Sapienza" di Roma. Successivamente ha continuato la sua attività di ricerca dapprima occupandosi di storia dell'editoria religiosa presso la Fondazione "L. Einaudi" di Torino, quindi svolgendo due anni di studi postdottorato sulla storia delle missioni cattoliche italiane nel Corno d'Africa, nell'ambito della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università "Tor Vergata" di Roma, presso la quale collabora all'attività didattica della cattedra di Storia moderna. E' inoltre docente di ruolo presso la scuola media statale. Ha già pubblicato su "Studi Storici", sugli "Annali della Fondazione L. Einaudi", sulla "Rivista di Storia e Letteratura religiosa".

Indice

La formazione culturale e l'attività pastorale di Gutiérrez fino alla metà degli anni '60

(Il suo itinerario intellettuale nel contesto latinoamericano degli anni '30-'50; Gli anni degli studi a Lione; La pastorale universitaria)

La Chiesa latinoamericana di fronte al Concilio Vaticano II. Gli scritti di Gutiérrez degli anni 1964-1967

(Preparazione e partecipazione al Concilio Vaticano II della Chiesa latinoamericana; L'immediato postconcilio: rinnovamento pastorale e rinnovamento teologico; Nascita e diffusione delle comunità ecclesiali di base; Gli scritti di Gutiérrez negli anni 1966-1967: verso una teologia latinoamericana)

La Chiesa latinoamericana di fronte ai problemi del subcontinente: la conferenza di Medellín (1968). Gutiérrez e la prima elaborazione della teologia della liberazione

(Chiesa, sottosviluppo e liberazione; Liberazione e teologia; La conferenza di Medellín; Gutiérrez e la teologia della liberazione)

Cristiani e socialismo, cristianesimo e marxismo in America latina. L'opera principale di Gutiérrez: Teologia della liberazione. Prospettive (1971)

(Gutiérrez e il marxismo; Teologia della liberazione. Prospettive; Il I Convegno latinoamericano dei "Cristiani per il socialismo")

Gutiérrez e la teologia della liberazione fra adesioni e contrasti

(La Chiesa latinoamericana e la teologia della liberazione nella prima metà degli anni '70; Teologia e prassi di liberazione. Le prime polemiche sulla teologia della liberazione; Teologia della liberazione e teologi del Terzo Mondo. La prospettiva del "rovescio della storia")

La conferenza di Puebla (1979). Gutiérrez e il più recente dibattito sulla teologia della liberazione

(La III conferenza generale dell'episcopato latinoamericano; Gutiérrez e la spiritualità della liberazione: Bere al proprio pozzo; I più recenti sviluppi del dibattito sulla teologia della liberazione)

Appendice . Intervista a Gustavo Gutiérrez - Scritti di Gustavo Gutiérrez.

1