Clicca qui per scaricare

Fake News and Post-Truths? The "real" issue is how democracy is faring lately
Titolo Rivista: SICUREZZA E SCIENZE SOCIALI 
Autori/Curatori: Piero Dominici 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: Lingua: Inglese 
Numero pagine:  15 P. 181-195 Dimensione file:  215 KB
DOI:  10.3280/SISS2017-003014
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


About the "post-truths", we are still reasoning along theoretical-practical logics of emergency and control. We need to analyse the social-cultural factors, the environment and ecosystems’ aspects, the dynamics of social nets pre-existent to digital ones. These are variables that should be integrated. The problems are people, their being easily hetero-directed to the "subjection taught through cultural habituation". These issues regard modern democracies and the quality of democracy itself.

Sulle c.d. "post verità", ragioniamo in un quadro teorico-pratico-applicativo d’emergenza e controllo. Si tratta, invece, di considerare anche i "fattori sociali e culturali", ambientali e di ecosistema, le dinamiche delle reti sociali pre-esistenti alle reti digitali. Variabili che vanno integrate. Il problema sono le persone, il loro essere facilmente eterodirette alla "sudditanza per abitudine culturale". Questioni che riguardano le moderne democrazie e la qualità della democrazia stessa.
Keywords: Bufale; post-verità; etero-direzione; ecosistemi della comunicazione; sicurezza; democrazia.

  1. AA.VV.(1985). La sfida della complessità, Bocchi G. e Ceruti M., a cura di (2007), Milano: Bruno Mondadori.
  2. Adorno T.W., Horkheimer M. (1947). Dialektik der Aufklärung. Philosophische Fragmente (trad. it., Dialettica dell’Illuminismo, Torino: Einaudi, 1966).
  3. Arendt h. (1958). The Human Condition, (trad. it.: Vita activa. La condizione umana, Milano: Bompiani, 1964).
  4. Ashby W.R. (1956). An Introduction to Cybernetics, London: Chapman & Hall.
  5. Bailey K.D. (1982). Methods of Social Research, New York: The Free Press (trad. it.: Metodi della ricerca sociale, Bologna: Il Mulino, 1985).
  6. Balibar É. (2012). Cittadinanza, Torino: Bollati Boringhieri.
  7. Barabási A. L. (2002). Linked. How Everything is Connected to Everything Else and What it Means for Business, Science, and Everyday Life (trad. it.: Link. La scienza delle reti, Torino: Einaudi, 2004).
  8. Bateson G. (1972). Steps to an ecology of mind, (trad. it.: Verso un’ecologia della mente, Milano: Adelphi, 1976).
  9. Bellamy R. (2008). Citizenship. A Very Short Introduction, Oxford: Oxford University Press.
  10. Benkler Y. (2006). The Wealth of Networks. How Social Production Transforms Markets and Freedom (trad. it.: La ricchezza della Rete. La produzione sociale trasforma il mercato e aumenta le libertà, Milano: Università Bocconi Editore, 2007.
  11. Bertalanffy von L. (1968). General System Theory: Foundations, Development, Applications (trad. it.: Teoria generale dei sistemi, Milano: Isedi, 1975).
  12. Bobbio N. (1984). Il futuro della democrazia, Torino: Einaudi, 1995.
  13. Boccia Artieri G. (2012). Stati di connessione. Pubblici, cittadini e consumatori
  14. Nella (Social) Network Society, Milano: FrancoAngeli.
  15. Braidotti R. (2013). The Posthuman (trad. it.: Il postumano. La vita oltre l’individuo, oltre la specie, oltre la morte, Roma: DeriveApprodi, 2014).
  16. Byung-Chul H. (2012). Transparenzgesellschaft, (trad. it.: La società della
  17. trasparenza, Roma: nottetempo, 2014).
  18. Byung-Chul H. (2013). Im Schwarm. Ansichten des Digitalen (trad. it.: Nello sciame. Visioni del digitale, Roma: nottetempo, 2015).
  19. Canfora L. (2004). La democrazia. Storia di un’ideologia, Roma-Bari: Laterza.
  20. Capra F. (1975). The Tao of Physics (trad. it.: Il Tao della fisica, Milano: Adelphi, 1982).
  21. Capra F. (1996). The Web of Life (trad. it.: La rete della vita. Una nuova visione della natura e della scienza, Milano: Rizzoli, 2001).
  22. Castells M. (2012). Networks of Outrage and Hope (trad. it.: Reti di indignazione e speranza. Movimenti sociali nell’era di Internet, Milano: Università Bocconi Editore).
  23. Castells M. (1996). The Information Age, Economy, Society and Culture. The Rise of the Network Society, Blackwell Publishers, Oxford, (trad. it.: La nascita della società in Rete, Milano: Università Bocconi Editore, 2002, vol. I).
  24. Castells M. (1997). The Power of Identity, Oxford: Blackwell, (vol. II).
  25. Castells M. (1998). End of Millenium, Oxford: Blackwell, (vol. III).
  26. Castells M. (2001). The Internet Galaxy. Reflections on the Internet, Business, and Society (trad. it.: Galassia Internet, Milano: Feltrinelli, 2002).
  27. Castells M. (2009). Communication Power, (trad. it.: Comunicazione e potere, Milano: EGEA-Università Bocconi Editore).
  28. Ceruti M. (1995). Evoluzione senza fondamenti, Roma-Bari: Laterza.
  29. Ceruti M. (1986). Il vincolo e la possibilità, Milano: Feltrinelli.
  30. Coleman J.S. (1990). Foundations of Social Theory, (trad. it.: Fondamenti di teoria sociale, Bologna: Il Mulino, 2005).
  31. Dahl R. A. (1998). On Democracy, (trad. it.: Sulla democrazia, Roma-Bari: Laterza, 2000).
  32. De Biase L. (2015). Homo pluralis.Esseri umani nell’era tecnologica, Torino: Codice Ed.de La Boétie É. (1549-1576), Discorso della servitù volontaria, Milano: Feltrinelli, 2014.
  33. De Toni A., De Zan G. (2015). Il dilemma della complessità, Roma: Marsilio.
  34. Dewey J. (1916). Democracy and Education. An Introduction to the Philosophy of Education, (trad. it.: Democrazia e educazione. Un’introduzione alla filosofia dell’educazione, Firenze: La Nuova Italia, 1992).
  35. Dewey J. (1925). Experience and Nature, (trad. it.: Il pragmatismo, Torino: UTET, 1970).
  36. Dewey J. (1934). Art as Experience (trad. it.: Arte come esperienza e altri scritti, Firenze: La Nuova Italia, 1995).
  37. Diamond J. (2005). Collapse.How Societies Choose to Fail or Succeed, (trad. it.: Collasso. Come le società scelgono di morire o vivere, Torino: Einaudi).
  38. Diamond J. (1997). Guns, Germs, and Steel. The Fates of Human Societies, (trad. it.: Armi, acciaio e malattie. Breve storia del mondo negli ultimi tredicimila anni, Torino: Einaudi, 1998 (cfr. ed. 2006)).
  39. Dominici P. (1996). Per un’etica dei new-media. Elementi per una discussione critica, Firenze: Firenze Libri Ed., 1998.
  40. Dominici P. (2015). Communication and Social Production of Knowledge. A new contract for the Society of Individuals, in «Comunicazioni Sociali», n°1/2015, Milano: Vita & Pensiero.
  41. Dominici P. (2014). Dentro la società interconnessa. Prospettive etiche per un nuovo ecosistema della comunicazione, Milano: FrancoAngeli.
  42. Dominici P. (2015). Il nuovo ecosistema della comunicazione e le sfide della responsabilità/ipercomplessità, in «DESK. Rivista Trimestrale di cultura dell’Informazione», n° 4/2015, Roma: UCSI, Napoli: Università “Suor Orsola Benincasa”.
  43. Dominici P. (2016). L’anello debole e le reti “fuori” dalla Rete: ripensare la cittadinanza nella Società Interconnessa, in AA.VV., La Rete e il fattore C. Cultura, complessità, collaborazione, Roma: Stati Generali dell’Innovazione.
  44. Dominici P. (2016). L’utopia Post-Umanista e la ricerca di un Nuovo Umanesimo per la Società Ipercomplessa, in «Comunicazioni Sociali», n°3/2016, Milano: Vita & Pensiero.
  45. Dominici P. (2016). La filosofia come “dispositivo” di risposta alla società asimmetrica e ipercomplessa, in AA.VV., Il diritto alla filosofia. Quale filosofia nel terzo millennio? Bologna: Diogene Multimedia.
  46. Dominici P. (2014). La modernità complessa tra istanze di emancipazione e derive dell’individualismo, in «Studi di Sociologia», n°3/2014, Milano: Vita & Pensiero.
  47. Dominici P. (2010). La società dell’irresponsabilità, Milano: FrancoAngeli.
  48. Dominici P. (2008). Sfera pubblica e società della conoscenza, in AA.VV., a cura di, Oltre l’individualismo. Comunicazione, nuovi diritti e capitale sociale, Milano: Franco Angeli.
  49. Dominici P. (2005). La comunicazione nella società ipercomplessa. Condividere la conoscenza per governare il mutamento, Milano: FrancoAngeli (nuova ed. 2011).
  50. Donati P. (2011). Sociologia della riflessività. Come si entra nel dopo-moderno, Bologna: il Mulino.
  51. Douglas M. (1985). Risk Acceptability According to the Social Sciences, New York: Routledge (trad. it.: Come percepiamo il pericolo. Antropologia del rischio, Milano: Feltrinelli, 1991).
  52. Eletti V. (2012). Complessità, cambiamento, comunicazioni. Dai social network al web 3.0, Rimini: Guaraldi.
  53. Emery F.E., a cura di (2001). Systems Thinking, (trad.it.: La teoria dei sistemi. Presupposti, caratteristiche e sviluppi del pensiero sistemico, Milano: FrancoAngeli).
  54. Federici M. C., Picchio M. (2010). La dimensione incrociata dell’individuo e della società, Roma: Aracne.
  55. Ferrara A. (1998). Reflective Authenticity, Rethinking the Project of Modernity (trad. it.: Autenticità riflessiva. Il progetto della modernità dopo la svolta linguistica, Milano: Feltrinelli, 1999).
  56. Ferrarotti F. (1997). La perfezione del nulla. Promesse e problemi della rivoluzione digitale, Roma-Bari: Laterza.
  57. Floridi L. (2010). Information. A Very Short Introduction (trad. it.: La rivoluzione dell’informatione, Torino: Codice Edizioni, 2012).
  58. Foucault M. (1975). Surveiller et punir. Naissance de la prison, (trad. it.: Sorvegliare e punire. Nascita della prigione, Torino: Einaudi, 1976).
  59. Foucault M. (1988). Technologies of the Self. A Seminar with Michel Foucault, (trad. it.: Tecnologie del Sé. Un seminario con Michel Foucault, Torino: Bollati Boringhieri, 1992).
  60. Gallino L. (1992). L’incerta alleanza. Modelli di relazioni tra scienze umane e scienze naturali, Torino: Einaudi.
  61. Habermas J. (1981). Theorie des kommunikativen Handelns, Bd.I Handlungsrationalität und gesellschaftliche Rationalisierung, Bd.II Zur Kritik der funktionalistischen Vernunft, Frankfurt am Main: Suhrkamp (trad. it.: Teoria dell’agire comunicativo, Vol. I, Razionalità nell’azione e razionalizzazione sociale, Vol. II Critica della ragione funzionalistica, Bologna: Il Mulino, 1986).
  62. Habermas J. (2013). Im Sog der Technokratie. Kleine Politische Schriften XII (trad. it.: Nella spirale tecnocratica. Un’arringa per la solidarietà europea, Roma-Bari: Laterza, 2014).
  63. Habermas, J. (1962). Strukturwandel der Oeffentlichkeit (trad. it.: Storia e critica dell’opinione pubblica, Roma-Bari: Laterza, 1971).
  64. Himanen P. (2001). The Hacker Ethic and the Spirit of the Information Age (trad. it.: L’etica hacker e lo spirito dell’età dell’informazione, Feltrinelli, Milano 2001).
  65. Ippolita (2005). Open non è free. Comunità digitali tra etica hacker e mercato globale, Milano: Eleuthera.
  66. Jonas H. (1979). Das Prinzip Verantwortung, Frankfurt am Main: Insel Verlag (trad. it.: Il principio responsabilità. Un’etica per la civiltà tecnologica, Torino: Einaudi, 1990).
  67. Kelly K. (2010). What Technology Wants (trad. it.: Quello che vuole la tecnologia, Torino: Codice Edizioni, 2011).
  68. Lévy P. (1994). L’Intelligence collective: pour une anthropologie du cyberspace, (trad. it. : L’intelligenza collettiva. Per un’antropologia del cyberspazio, Milano: Feltrinelli, 1996).
  69. Lévy P. (1997). Cyberculture. Rapport au Conseil de l’Europe (trad. it.: Cybercultura. Gli usi sociali delle nuove tecnologie, Milano: Feltrinelli, 1999).
  70. Lévy P. (1992). Les Technologies de l’intelligence (trad. it.: Le tecnologie dell'intelligenza, Bologna: Synergon).
  71. Longo G. (2014). Il simbionte. Prove di umanità futura, Milano: Mimesis.
  72. Lovink G. (2016). Social Media Abyss (trad. it.: L’abisso dei social media. Nuove reti oltre l’economia dei like, Milano: Università Bocconi Editore).
  73. Luhmann N. (1984). Soziale Systeme, Frankfurt: Suhrkamp (trad. it.: Sistemi sociali. Fondamenti di una teoria generale, Bologna: Il Mulino, 1990).
  74. Luhmann N. (1968). Vertrauen. Ein Mechanismus der Reduktion sozialer Komplexität (trad. it.: La fiducia, Bologna: Il Mulino, 2002).
  75. Luhmann N. (1992). Beobachtungen der Moderne (trad. it.: Osservazioni sul moderno, Roma, Armando, 1995).
  76. Luhmann N. (1990). The Autopoiesis of social Systems, in Niklas Luhmann, Essays on Self-Reference, New York: Colombia University Press.
  77. Lyon D. (2001). Surveillance Society. Monitoring Everyday Life, (trad. it.: La società sorvegliata. Tecnologie di controllo della vita quotidiana, Milano: Feltrinelli, 2002).
  78. Marshall T.H. (1950). Citizenship and Social Class and Other Essays, Cambridge: University Press, 2002.
  79. Maturana H., Varela F. (1972). Autopoiesis and Cognition. The Realization of the Living, Reidel (trad. it.: Autopoiesi e cognizione. La realizzazione del vivente, Venezia: Marsilio, 1985).
  80. McLuhan M. (1964). Understanding Media: The Extensions of Man (trad. it.: Gli strumenti del comunicare, Milano: Il Saggiatore, 1987).
  81. McLuhan M.- Powers B.R. (1989). The Global Village: Transformations in World Life and Media in the 21st Century (trad. it: Il Villaggio Globale: XXI secolo, Varese: SugarCo, 1992).
  82. McQuail D. (1983). Mass Communication Theory. An introduction (trad. it.: Le comunicazioni di massa, Bologna: Il Mulino, 1986).
  83. Morin E. (1973). Le paradigme perdu: la nature humaine (trad. it.: Il paradigma perduto. Che cos’è la natura umana? Milano: Feltrinelli, 1974).
  84. Morin E. (1977). La Méthode I. La Nature de la Nature (trad. it.: Il metodo 1. La natura della natura, Milano: Raffaello Cortina Editore, 2001).
  85. Morin E. (1980). La Méthode II. La Vie de la Vie (trad. it.: Il metodo 2. La vita della vita, Milano: Raffaello Cortina Editore, 2004).
  86. Morin E. (1984). Sociologie (trad. it.: Sociologia della sociologia, Roma: Edizioni Lavoro, 1985).
  87. Morin E. (1986). La Méthode III. La Connaissance de la Connaissance (trad. it.: Il Metodo 3. La conoscenza della conoscenza, Milano: Raffaello Cortina Editore, 2007).
  88. Morin E. (1990). Introduction à la pensèe complexe (trad. it.: Introduzione al pensiero complesso, Milano: Sperling & Kupfer, 1993).
  89. Morin E. (1991). La Méthode IV. Les idées. Leur habitat, leur vie, leurs moeurs, leur organization (trad. it.: Il Metodo 4. Le idee: habitat, vita, organizzazione, usi e costumi, Milano: Raffaello Cortina Editore, 2008).
  90. Morin E. (1994). Mes Démons (trad. it.: I miei demoni, Roma: Meltemi).
  91. Morin E. (1999a). Les sept savoirs nécessaires à l’éducation du futur (trad. it.: I sette saperi necessari all’educazione del futuro, Milano: Raffaello Cortina, 2001).
  92. Morin E. (1999b). La TÊte bien faite, (trad. it.: La testa ben fatta, Milano: Raffaello Cortina Editore, 2000).
  93. Morin E. (2001). La Méthode V. L’Humanité de l’Humanité. Tome 1: L’identité humaine (trad. it.: Il Metodo 5. L’identità umana, Milano: Raffaello Cortina Editore, 2002).
  94. Morin E. (2004). La Méthode VI. Éthique (trad. it.: Il metodo. Etica, Milano: Raffaello Cortina Editore, 2005).
  95. Morin E. (2015). Penser global. L’homme et son univers (trad. it.: 7 lezioni sul Pensiero globale, Milano: Raffaello Cortina Editore, 2016).
  96. Morin E., Ceruti M. (2013). La nostra europa, Milano: Raffaello Cortina Editore, 2013.
  97. Morin E., Ciurana É.-R., Motta D.R. (2003). Éduquer pour l’ère planétaire.La pensée complexe comme Méthode d’apprentissage dans l’erreur et l’incertitude humaines, (trad. it.: Educare per l’era planetaria. Il pensiero complesso come metodo d’apprendimento, Roma: Armando, 2004).
  98. Morozov E. (2011). The Net Delusion. The Dark Side of Internet Freedom (trad. it.: L’ingenuità della rete.Il lato oscuro della libertà di internet, Torino: Codice Edizioni.
  99. Mumford L. (1934). Technics and Civilization (trad. it.: Tecnica e cultura, Milano: Il Saggiatore, 1961).
  100. Mumford L. (1967). The Myth of Machine (trad.it.: Il mito della macchina, Milano: Il Saggiatore, 1969).
  101. Noelle Neumann E. (1984). The Spiral of Silence. Public Opinion-Our Social Skin (trad. it.: La spirale del silenzio, Roma: Meltemi, 2002).
  102. Norris P. (2011). Democratic Deficits: Critical Citizens Revisited, Cambridge: Cambridge University Press.
  103. Nussbaum M.C. (2010). Not for Profit. Why Democracy Needs the Humanities, Princeton: Princeton University Press.
  104. Parsons T. (1951). The Social System (trad.it.: Il sistema sociale, introd. di L. Gallino, Milano: Comunità, 1965).
  105. Pentland A. (2014). Social Physics (trad. it.: Fisica sociale. Come si propagano le buone idee, Milano: Università Bocconi Editore, 2015).
  106. Putnam R. D. (2000). Bowling alone. The collapse and revival of American community (trad. it.: Capitale sociale e individualismo. Crisi e rinascita della cultura civica in America, Bologna: Il Mulino, 2004).
  107. Rainie L., Wellman B. (2012). Networked: The New Social Operating System (trad. it.: Networked. Il nuovo sistema operativo sociale, Milano: Guerini).
  108. Rawls J. (1971). A Theory of Justice (trad.it.: Una teoria della giustizia, Milano: Feltrinelli, 1982).
  109. Rheingold H. (1993). The Virtual Community (trad. it.: Comunità virtuali, Milano: Sperling & Kupfer, 1994.
  110. Rheingold H. (2002). Smart Mobs (trad. it.: Smart mobs. Tecnologie senza fili, la rivoluzione sociale prossima ventura, Milano: Raffaello Cortina Editore, 2003).
  111. Robins K., Webster F. (1999). Times of the Technoculture: From the Information Society to the Virtual Life (trad. it.: Tecnocultura. Dalla società dell’informazione alla vita virtuale, Milano: Guerini & Associati, 2003).
  112. Rodotà S. (1997). Tecnopolitica. La democrazia e le nuove tecnologie della comunicazione, Roma-Bari: Laterza.
  113. Rodotà S. (2014). Il mondo nella rete. Quali i diritti, quali i vincoli, Roma-Bari: Laterza.
  114. Sassen S. (1998). Globalization and its Discontents (trad. it.: Globalizzati e scontenti. Il destino delle minoranze nel nuovo ordine mondiale, Milano: Il Saggiatore, 2002).
  115. Seife C. (2014). Virtual Unreality. Just Because the Internet Told You, How Do You Know It’s true? (trad. it.: Le menzogne del web. Internet e il lato sbagliato dell’informazione, Torino: Bollati Boringhieri, 2015).
  116. Sen A. (1992). Inequality Reexamined (trad. it.: La diseguaglianza. Un riesame critico, Bologna: Il Mulino, 1994).
  117. Taleb N.N. (2012). Antifragile (trad.it.: Antifragile. Prosperare nel disordine, Milano: Il Saggiatore, 2013).
  118. Todorov T. (1995). La vie commune. Essai d’anthropologie générale (trad. it.: La vita comune.L’uomo è un essere sociale, Milano: Pratiche Ed., 1998).
  119. Tomlinson J. (1999). Globalization and Culture (trad. it.: Sentirsi a casa nel mondo. La cultura come bene globale, Milano: Feltrinelli, 2001).
  120. Touraine A. (2004). Un nouveau paradigme. Pour comprendre le monde aujourd’hui (trad. it.: La globalizzazione e la fine del sociale. Per comprendere il mondo contemporaneo, Milano: Il Saggiatore, 2008).
  121. Turkle S. (2015). Reclaiming Conversations. The Power of Talk in a Digital Age (trad. it.: La conversazione necessaria. La forza del dialogo nell’era digitale, Torino: Einaudi, 2016).
  122. Veca S. (1990). Cittadinanza. Riflessioni filosofiche sull'idea di emancipazione, Milano: Feltrinelli.
  123. Watzlawick P., Helmick Beavin J., Jackson D.D. (1967). Pragmatic of Human Communication. A Study of Interactional Patterns, Pathologies, and Paradoxes (trad. it.: Pragmatica della comunicazione umana. Studio dei modelli interattivi, delle patologie e dei paradossi, Roma: Astrolabio, 1971).
  124. Wiener N. (1950). The Human Use of Human Beings (trad. it.: Introduzione alla cibernetica. L’uso umano degli esseri umani, Torino: Bollati Boringhieri, 1966).
  125. Zuckerman E. (2013). Rewire.Digital Cosmopolitans in the Age of Connection (trad. it.: Rewire. Cosmopoliti digitali nell’era della globalità Milano: EGEA, 2014).

Piero Dominici, in "SICUREZZA E SCIENZE SOCIALI" 3/2017, pp. 181-195, DOI:10.3280/SISS2017-003014

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche