CHIUSURA ESTIVA! Gli ordini inseriti fino al 30 luglio verranno regolarmente spediti. Quelli fatti successivamente verranno evasi a partire dal 26 agosto.

Il paradosso dell'inclusione

Valeria Cotza

Il paradosso dell'inclusione

Uno studio di caso per progettare servizi e interventi di educazione alternativa

La dispersione scolastica è un fenomeno complesso e multifattoriale ancora molto diffuso nella nostra società, anche durante la scuola dell’obbligo, con esiti spesso drammatici sul piano educativo ed esistenziale. Il testo presenta un quadro introduttivo sul fenomeno, concentrandosi quindi su uno dei baluardi più efficaci nel contrastare il disagio giovanile e la dispersione scolastica, ossia le scuole popolari e della seconda opportunità, che progettano percorsi educativi e didattici alternativi rispetto al sistema tradizionale d’istruzione.

Printed Edition

28.00

Pages: 208

ISBN: 9788835160274

Edition: 1a edizione 2024

Publisher code: 1427.1

Availability: Discreta

La dispersione scolastica è un fenomeno complesso e multifattoriale ancora molto diffuso nella nostra società, anche durante la scuola dell'obbligo, con esiti spesso drammatici sul piano educativo ed esistenziale. Gli studi in materia sottolineano la necessità di interventi che adottino uno sguardo strutturale e sistemico, capace di andare oltre progettualità frammentarie e non sostenibili.
Il testo presenta un quadro introduttivo sul fenomeno, concentrandosi quindi su uno dei baluardi più efficaci nel contrastare il disagio giovanile e la dispersione scolastica, ossia le scuole popolari e della seconda opportunità, che progettano percorsi educativi e didattici alternativi rispetto al sistema tradizionale d'istruzione.
Il lavoro illustra gli esiti di uno studio di caso condotto nell'a.s. 2020/2021 in una scuola popolare di Monza, evidenziandone le caratteristiche educative, didattiche, di ambiente e di professionalità attraverso la voce della molteplicità di attori sociali coinvolti nel suo ecosistema, in primis quella di studenti e studentesse.
Ne emerge l'essenza di una scuola quale presidio educativo, militante e democratica, che potrebbe configurarsi come punto di riferimento per trasformare quanto di escludente e selettivo è tuttora agito nella scuola. Si tratta di un'inclusione paradossale, che ambisce ad affrontare la fragilità dell'istituzione scolastica con percorsi alternativi che agiscano in modo positivo sul "funzionamento" dello studente, includendo in una nuova utopia sociale coloro che hanno vissuto frustrazione, demotivazione, emarginazione o esclusione nei percorsi canonici d'istruzione.

Valeria Cotza ha conseguito il Dottorato di ricerca in "Educazione nella Società Contemporanea" all'Università di Milano-Bicocca, Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione "Riccardo Massa", ed è attualmente Assegnista di ricerca presso la medesima Università. Si occupa principalmente di tematiche connesse alla dispersione scolastica, con una particolare attenzione all'educazione popolare, alle scuole della seconda opportunità in contesto sia italiano che europeo e alla didattica dell'Italiano L2.

Luisa Zecca, Prefazione
La dispersione scolastica: quadro introduttivo
(Un fenomeno complesso e multidimensionale; Una questione di giustizia sociale; Cenni storici sul concetto; Le cause del fenomeno: dalla normativa alla letteratura; Le misure di prevenzione e contrasto in Italia)
Dispersione e percorsi scolastici alternativi
(Per un nuovo modello di scuola: l'Educazione Alternativa; La scuola popolare in Europa e in Italia: cenni storici; L'educazione popolare oggi; Le scuole della seconda opportunità; La prospettiva del Problematicismo pedagogico)
Uno studio di caso nel campo dell'educazione popolare e della seconda opportunità: il disegno della ricerca
(Il contesto: la Scuola Popolare dell'Impresa Sociale "Il Carro" di Monza; Obiettivi e domande della ricerca; Metodologia di ricerca: studio di caso; Disegno della ricerca; Metodologia di analisi: Grounded Theory costruttivista)
Analisi e discussione dei risultati
(La voce degli studenti; Il punto di vista della Direttrice, Simona Ravizza; Il punto di vista del Responsabile del Comune di Monza, Michele Varin; Il punto di vista del Direttore della Fondazione "Sicomoro" di Milano, Simone Poli, e del Dirigente dell'IC "Arcadia" di Milano, Gianpaolo Bovio; La voce di educatori, insegnanti e Dirigenti; Discussione dei risultati)
Conclusioni
Allegato 1 - Scheda di segnalazione da compilarsi da parte delle scuole di provenienza per ogni studente
Allegato 2 - Traccia di intervista per gli studenti della Scuola Popolare
Allegato 3 - Traccia di intervista per educatori, insegnanti e Dirigenti scolastici
Bibliografia

Contributors: Luisa Zecca

Serie: Scuola e cittadinanza democratica

Subjects: Experimental Education

Level: Scholarly Research - Textbooks

You could also be interested in