Tra hijab e pratiche sociali

Fiorella Giacalone

Tra hijab e pratiche sociali

Generazioni di donne musulmane in Italia

Il volume, attraverso ricerche compiute dall’inizio degli anni Duemila a oggi, affronta le dinamiche relazionali e affettive di generazioni di donne musulmane, evidenziando i processi di cambiamento che la migrazione mette in atto, nelle pratiche religiose come nell’identità di genere, creando nuove dimensioni del femminile, quali presenze disgiuntive della modernità.

Edizione a stampa

21,00

Pagine: 160

ISBN: 9788835135210

Edizione: 1a edizione 2021

Codice editore: 62.83

Disponibilità: Discreta

Le donne musulmane sono spesso oggetto di discriminazione. L'hijab rappresenta, per molti, la conferma dell'arretratezza dell'islam. Il testo affronta la questione di genere in un'ottica intersezionale, che incrocia sessismo e immigrazione. Esplora come genere, razzismo, religione, originino forme di esclusione sociale: l'identità religiosa si intreccia con lo stigma sociale legato al genere e alla richiesta di diritti. Tante donne immigrate mettono in atto processi di riconoscimento e di soggettivazione, cercando di liberarsi da una cultura patriarcale legittimata da un islam tradizionale e lottano contro le discriminazioni per una reale uguaglianza tra cittadini. Nonostante questo una parte del femminismo europeo mantiene una visione stereotipata delle donne musulmane, visione che rinvia a pratiche e discorsi che tendono a essenzializzare lo status delle islamiche, per giustificare una superiorità occidentale nei processi di emancipazione. Negli ultimi vent'anni è cresciuta una seconda generazione (Giovani Musulmani Italiani) che cerca di definire e articolare un islam italiano, non facendo riferimento alle pratiche religiose locali della prima generazione e provando a contrastare l'immagine che dell'islam veicolano media e giornali. Il volume, attraverso ricerche compiute dall'inizio degli anni Duemila a oggi, affronta le dinamiche relazionali e affettive di generazioni di donne musulmane, evidenziando i processi di cambiamento che la migrazione mette in atto, nelle pratiche religiose come nell'identità di genere, creando nuove dimensioni del femminile, quali presenze disgiuntive della modernità.

Fiorella Giacalone
è professore ordinario di Antropologia socioculturale presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Perugia. È "antenne italienne" della rete di antropologi FER Eurethno del Consiglio d'Europa. Ha svolto corsi nell'École des hautes études di Parigi, nelle università di Valladolid, Marrakech e Florianopolis. Si interessa di antropologia religiosa e ha svolto ricerche sui percorsi di maternità nella migrazione, sulle seconde generazioni, sul razzismo istituzionale. Tra le sue pubblicazioni: Donne marocchine in Italia, 2009; Impronte divine, 2012; Les enfants d'immigrée en Ombrie, 2012; L'Europe pèlerine (con L.S. Fournier), 2017; Local Identities and Transnational Cults within Europe (con K. Griffin), 2018; Islamofobia e sessismo nella rappresentazione delle donne musulmane in Italia, 2020.

Introduzione e questioni di metodo
(L'intersezione tra dinamiche religiose e questioni di genere; L'esperienza di ricerca: una dimensione di lungo periodo in Centro Italia; Incontri; Nuovi cittadini)
Generi e generazioni
(Il potere delle madri e la fisiologia della filiazione; Le tecniche di maternage tra pratiche locali e servizi sanitari italiani; Le pratiche educative e l'attenzione alla morale femminile; I luoghi e le appartenenze: differenze generazionali; Nuove prospettive: madri e figlie adolescenti; Sfide)
L'agentività delle giovani del Gmi tra Corano e pratiche sociali
(L'associazione Giovani Musulmani d'Italia; Il centro islamico; Imparare l'islam: peer education; Da'wah e le pratiche di cittadinanza attiva; Hijab e diritti; La preghiera; Cultura, scuola e religione)
Islamofobia e discriminazioni
(Combattere l'islamofobia; Luoghi e pratiche discriminatorie)
Interazioni
(Condivisioni e interazioni; Ordine sociale e corpo individuale; Presenze disgiuntive della modernità)
Bibliografia di riferimento.

Collana: Antropologia culturale e sociale

Argomenti: Antropologia

Livello: Textbook, strumenti didattici

Potrebbero interessarti anche