I sistemi produttivi locali. Evidenze empiriche e politiche di sviluppo
Contributi
Fiorenza Belussi, Pierluigi Bersani, Gianluca Fiscato, Andrea Ganzaroli, Andrea Lipparini, Luciano Pilotti, Manuela Presutti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 250,      1a edizione  2008   (Codice editore 1141.10)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846491237

In breve
I sistemi di piccole imprese hanno ancora un ruolo nell’economia italiana e nel suo rilancio. Esiste uno spazio nuovo da occupare da parte di una nuova specie di sistemi locali dotati di nuove competenze, tra cui quelle relative alla capacità di gestire la conoscenza e di creare reti, coalizioni, filiere. Il volume presenta la proposta della CNA dell’Emilia Romagna sui distretti e le filiere.
Presentazione del volume

I contributi contenuti in questo volume partono dall'idea che i sistemi di piccole imprese (i distretti, ma anche le filiere, i meta-distretti o, più in generale, i sistemi produttivi locali non caratterizzati da una specifica vocazione settoriale) abbiano ancora un ruolo nell'economia italiana e nel suo rilancio e che, in un'economia globalizzata e basata sulla conoscenza, esista uno spazio nuovo da occupare da parte di una nuova specie di sistemi locali dotati di nuove competenze, tra cui, in particolare, quelle relative alla capacità di gestire la conoscenza e di creare reti, coalizioni, filiere e che esistano le potenzialità perché questo sviluppo possa essere realizzato.
Su questo insieme di temi si è sviluppato il percorso di riflessione ed elaborazione che i contributi contenuti in questo volume presentano. Nel capitolo 1, Enzo Rullani entra nel merito del rapporto tra impresa e territorio nel quadro della società della conoscenza. Andrea Lipparini affronta nel capitolo 2 la questione della valorizzazione delle conoscenze e delle competenze nei sistemi produttivi locali. Non solo i sistemi di competenze ma, più in generale, i sistemi produttivi locali rappresentano una forma di capitale sociale del territorio come viene illustrato da Andrea Lipparini e Manuela Presutti nel capitolo 3. Nel capitolo 4, Fiorenza Belussi e Luciano Pilotti riprendono il tema della conoscenza come base del valore di un sistema locale approfondendo i processi di creazione, produzione, trasferimento di conoscenza nei sistemi produttivi locali tra saperi taciti e conoscenza codificata. Nel capitolo 5 Gianluca Fiscato e Andrea Ganzaroli riprendono i risultati delle ricerche effettuate sui sistemi locali, mentre nel capitolo 6 Roberto Centazzo, partendo da questi contributi e dalle esperienze fatte in questi anni, presenta la visione e la proposta della CNA dell'Emilia Romagna sui distretti e le filiere.

Indice


Pierluigi Bersani, Prefazione
Roberto Centazzo, Introduzione
Enzo Rullani, Impresa e territorio nella società della conoscenza
(Premessa; Falsi e veri problemi; Declino? No, grazie, abbiamo altri piani; È più bello: il grande, il piccolo, il medio (a piacere)? Un tormentone che non promette niente di buono; E il territorio cosa diventa?; Si fa presto a dire territori...; Il territorio è un sistema di coerenze che si disfa continuamente; Il territorio non è un contenitore, ma una condizione del vivere e del produrre; Non basta dire che lo sviluppo è un fenomeno localizzato. Bisogna anche identificare il motore che lo mette in movimento; I sistemi locali come sistemi cognitivi; I vantaggi delle reti locali nell'uso condiviso delle conoscenze possedute; Quando il territorio è una risorsa e quando non lo è; La nuova conoscenza tra reti locali e reti virtuali; Come cambiano i confini tra rete locale e altri media; Difficoltà e ostacoli nel trasformare le reti locali: i guai della path dependence; Una nuova stagione delle politiche per il territorio)
Andrea Lipparini, La valorizzazione delle conoscenze e delle competenze nei sistemi produttivi locali
(Introduzione; Conoscenza e territorio come risorse strategiche; Le competenze necessarie per competere e quelle per lo sviluppo dei sistemi locali; Attori e ruoli per la valorizzazione della conoscenza nei sistemi produttivi locali; Il bisogno di un'azione sinergica)
Andrea Lipparini, Manuela Presutti, I Sistemi Produttivi Locali come forma di capitale sociale
(Introduzione; Alcuni contributi in tema di capitale sociale; Reti sociali e capitale sociale come risorsa; Capitale sociale, reti e creazione di valore; Capitale sociale, sistemi locali, sistemi globali)
Fiorenza Belussi, Luciano Pilotti, Creazione, produzione, trasferimento di conoscenza nei SPL tra taciteness e codified knowledge in una prospettiva ecologica del valore
(Introduzione; Generazione e assorbimento di tacit and codified knowledge; Apprendimenti istruttivo, adattivo e generativo nei distretti industriali; Dalla conoscenza contestuale a quella globale: un incompleto meccanismo di conversione tra esternalità ed ecologie emergenti bottom-up; Una tipologia di distretti italiani: verso una governance evolutiva; Quale management per ecologie del valore oltre l'economia delle reti?; Conclusioni: alcune lezioni dall'esperienza italiana)
Gianluca Fiscato, Andrea Ganzaroli, I sistemi produttivi locali nell'economia della conoscenza: i risultati dell'indagine empirica
(Introduzione; Teoria, metodologia e strumenti; La metodologia; Gli strumenti interpretativi a supporto dell'indagine quantitativa; I risultati; Gli indirizzi di policy)
Roberto Centazzo, Un sistema di servizi per la competitività e la coesione territoriale
(La "aggregazioni di imprese"; Verso un'economia delle reti; Interdipendenza e multi-appartenenza; Apprendimento e conoscenza nelle aggregazioni; Stare nelle aggregazioni e nel territorio; Dalle aggregazioni ai Sistemi Produttivi locali; Alcune evidenze a supporto delle scelte di policy; Alcune indicazioni di policy; La riorganizzazione strategica dei Sistemi Produttivi Locali; Un sistema di Servizi per i SPL e le imprese; L'urgenza di una politica territoriale per la competitività e la coesione)
Bibliografia.