Sport e infanzia. Un'esperienza formativa tra gioco e impegno
Autori e curatori
Contributi
Stefano Martelli, Morena Cuconato, Giuseppina Speltini, Paolo Seclì, Andrea Ceciliani, Alessandro Bortolotti, Giordani Gorlani, Mirella D'Ascenzo
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 224,   5a ristampa 2018,    1a edizione  2010   (Codice editore 260.63)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856823004

In breve
Attraverso le voci di nove studiosi, il volume stimola riflessioni sul fenomeno dello sport in età infantile. Fenomeno ludico e sociale, sempre più rilevante nelle politiche per l’infanzia di vari Stati, lo sport in età infantile coinvolge non solo bambini e preadolescenti, ma anche, come eventuali formatori, adulti, e in particolare genitori e allenatori.
Utili Link
Noi Genitori & Figli (Avvenire) Eppur si gioca (di Paola Molteni)… Vedi...
Presentazione del volume

Definibile in termini di cultura, iscrivibile nel sistema di opportunità educative offerte al non-adulto al di fuori della scuola, connotabile come fenomeno ludico e sociale (come sostiene Farné nel suo saggio che fa da incipit e sostegno al volume), lo sport mostra la sua importanza crescente nella vita dei bambini (lo documenta il contributo di Martelli), e la sua progressiva rilevanza nelle politiche per l'infanzia di vari Stati (Cuconato illustra il trend nella Comunità Europea).
Esperienza sociale complessa, lo sport in età infantile coinvolge non solo bambini e preadolescenti, ma anche, come eventuali formatori, adulti, soprattutto genitori (Ceciliani), e allenatori. Esso interessa l'intero sistema formativo, nel doppio senso di costituire problema, tuttora irrisolto nel nostro Paese, a livello di acculturazione allo sport nelle realtà scolastiche (Seclì) e di acquisizione di una specifica competenza educativa da parte degli allenatori nei setting non compresi nella rete pedagogica istituzionalizzata (tema affrontato nel capitolo di Bortolotti ).
Tre saggi - sulla psicologia sociale del " bambino che si impegna in attività sportive" (Speltini), sulle origini ottocentesche dell'inserimento dell'attività sportiva nella scuola italiana (D'Ascenzo), e su un centro sportivo francese dove scuola e acculturazione sportiva si coniugano in maniera esemplare (Gorlani) - completano il volume, la cui lettura stimola riflessioni sul fenomeno dello sport in età infantile, oggi diffuso, ma problematico da denotarsi e soprattutto al margine di un autentico impegno educativo.

Roberto Farné, professore ordinario in Didattica generale e direttore del Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Bologna, insegna Pedagogia del gioco e dello sport presso la Facoltà di Scienze motorie. I suoi studi, le sue ricerche e le relative pubblicazioni riguardano i temi della pedagogia del gioco e della didattica dei media. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Diletto e giovamento. Le immagini e l'educazione (2006); Sport e formazione (2008). È direttore della rivista "Infanzia" e membro del direttivo del Centro Studi di Pedagogia fenomenologica "Piero Bertolini".

Indice


Roberto Farné, Introduzione
Roberto Farné, Il gioco e lo sport, lo sport nel gioco
(To play a game; Huizinga: maturità e infantilismo del gioco; Turbolenza e regola; Le connotazioni ludiche dello sport; Correre il rischio; Dalla parte della competizione; Bibliografia)
Stefano Martelli, Sportivi da bambini... ma dopo? La parabola delle pratiche motorie in Italia secondo i dati Istat (1995-2006)
(Sportivi, fisicamente attivi o sedentari? Le scelte degli italiani verso le pratiche motorie nel volgere di millennio; Bambini sportivi, giovanissimi già meno, adulti quasi tutti sedentari. L'età dell'obbligo scolastico come fase del ciclo di vita in cui è più forte la socializzazione allo sport; L'abbandono della pratica sportiva a partire dall'età giovanile; Quali le motivazioni dell'interruzione della pratica sportiva?; Conclusione; Bibliografia)
Morena Cuconato, La "palestra" Europa: considerazioni pedagogiche sull'attività motoria nell'infanzia
(Un impegno che viene dall'Europa; Attività motoria, scuola e infanzia; L'Educazione fisica nelle scuole d'Europa: uno sguardo d'insieme; Le potenzialità di un intervento integrato; Il caso Svezia: un link tra scuola, comunità e club sportivi; Il caso inglese: strategia integrata tra educazione fisica, sport scolastici e club; Il caso olandese: Punto Servizi Sport; Considerazioni conclusive; Bibliografia)
Giuseppina Speltini, Attività motoria e sportiva nell'infanzia: aspetti psicosociali
(Crescere in mezzo agli altri: socializzazione e sport; Attività fisica e sport: le acquisizioni nella formazione degli individui; Bibliografia)
Paolo Seclì; Tra scuola e sport: criticità, potenzialità inespresse e prospettive future
(Talento? Parliamone; Scuola e sport: un rapporto complesso; I tentativi per realizzare un auspicato cambiamento; Prospettive future; Bibliografia)
Andrea Ceciliani, Genitori e sport: un equilibrio possibile
(La figura genitoriale nel mondo sportivo giovanile; Il genitore che si identifica nel figlio; Il genitore spettatore; La nostra indagine; Considerazioni conclusive; Bibliografia)
Alessandro Bortolotti, "Scuola" di Sport. Organizzazione e gestione dell'attività ludico-sportiva
(Strutture di gioco e delle "condotte motorie della decisione"; La ricerca empirica; L'organizzazione e la gestione e dello sport educativo; Bibliografia)
Giordano Gorlani, Foofball Club Sochaux Montbeliard: analisi di un modello pedagogico di formazione calcistica
(Il perché di un successo: i Centri di Formazione; Il Centro di Formazione al mestiere di calciatore "Roland Peugeot"; Organizzazione scolastica al Centro "Roland Peugeot"; Uno sguardo sul campo; La vittoria in secondo piano; Considerazioni conclusive; Bibliografia)
Mirella D'Ascenzo, Alle origini delle attività sportive nella scuola italiana: la ginnastica "razionale" di Emilio Baumann (1860-1884)
(Scenari e contesti; Baumann, moderna figura di insegnante-ricercatore; Un anno cruciale per la ginnastica italiana: 1870; Alcune considerazioni)
Gli Autori.