Il cielo e i violenti. Simboli del sacro e dell'iniziazione
Contributi
Angela Borghesi, Alessandra Brivio, Enrico Gandolfi, Marcello Ghilardi, Monica Guerra, Emanuela Mancino, Maria Grazia Riva, Andrea Saccoman, Gabriella Seveso
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 190,      1a edizione  2017   (Codice editore 449.5)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891753809

In breve
Il volume studia, con un approccio pluridisciplinare, filologico ed ermeneutico, i linguaggi simbolici, educativi e performativi delle relazioni tra sacro e violenza. Esplora inoltre le figure sociali e pedagogiche (maestro, profeta, guru, sacerdote, guerriero, samurai) e le istituzioni formative dove sacro e violenza sono al centro del progetto di trasformazione dell’uomo, mostrando le tensioni e le interazioni negli ambiti religiosi e marziali.
Presentazione del volume

Il titolo del libro nasce come omaggio al celebre romanzo di Flannery O'Connor, autrice sorprendentemente spregiudicata nel mostrare le contraddizioni e i paradossi di una formazione combattuta tra istanze iniziatiche e scolastiche.
Intende esplorare, con un approccio pluridisciplinare, filologico ed ermeneutico, i linguaggi simbolici, educativi e performativi delle relazioni tra sacro e violenza. Affronta tale rapporto grazie a fonti che mostrano concretamente la storicità dei legami tra pratiche e istanze di valore fondate sul binomio cielo e guerra, con le sue valenze sacrificali. Fa al tempo stesso dialogare diversi sguardi (filosofico, pedagogico, antropologico, critico), per mettere al centro la relazione formativa quando si propone di legare aspirazioni celesti e istinti aggressivi. Il volume esplora inoltre le figure sociali e pedagogiche (maestro, profeta, guru, sacerdote, guerriero, samurai) e le istituzioni formative dove sacro e violenza sono al centro del progetto di trasformazione dell'uomo, mostrando le tensioni e le interazioni negli ambiti religiosi e marziali.

Francesca Antonacci
insegna Pedagogia del gioco e Pedagogia del corpo presso il Dipartimento di Scienze umane per la formazione "Riccardo Massa", Università di Milano-Bicocca. Si occupa di educazione appassionata, incarnata, sorgente dall'incontro tra l'immaginazione, come facoltà conoscitiva, e il mondo del gioco e delle arti performative. Tra le ultime pubblicazioni per FrancoAngeli Puer ludens (2012), Corpi radiosi, segnati, sottili (a cura di, 2012), La guerra dei bambini (a cura di, con M. Della Misericordia, 2013), Dietro le quinte (a cura di, con M. Guerra e Mancino, 2015), Intrecci d'infanzia (a cura di, 2016).

Massimo Della Misericordia insegna Storia medievale presso il Dipartimento di Scienze umane per la formazione "Riccardo Massa", Università di Milano-Bicocca. Si occupa delle istituzioni territoriali, società e culture locali nel basso medioevo. È autore di Divenire comunità. Comuni rurali, poteri locali, identità sociali e territoriali in Valtellina e nella montagna lombarda nel tardo medioevo (Milano 2006); per FrancoAngeli ha curato, con F. Antonacci, La guerra dei bambini (2013).

Indice
Maria Grazia Riva, Presentazione
Francesca Antonacci, Il cielo e i violenti
Figure
Angela Borghesi, In nome del puma. "Alonso e i visionari" di Anna Maria Ortese
Monica Guerra, La natura tra spiritualità e violenza
Enrico Gandolfi, Colpire, incidere, rinascere: violenze sacre e sacre dissimmetrie nell'intrattenimento digitale
Tradizioni
Francesca Antonacci, Acqua che sommerge, fuoco che divampa. Il maestro e il profeta tra sacro e violenza
Gabriella Seveso,
L'educazione di uomini e donne fra sacro e violenza nelle Baccanti di Euripide
Emanuela Mancino,
"Per vivere ancora un po' della notte". Violare, infrangere e rischiare per educarsi a ciò che non è ancora mai stato
Alessandra Brivio,
La violenza nei rituali vodu in Africa occidentale
Battaglie
Massimo Della Misericordia, Discordia sacra. Simboli della violenza aristocratica nella Lombardia alpina fra medioevo ed età moderna
Andrea Saccoman,
La Grande Guerra e il culto dei caduti
Marcello Ghilardi, Il Cielo, la violenza, il sacro. Sull'arte della spada giapponese
Gli autori.