Diventare professionisti della salute e della cura. Buone pratiche e ricerche
Contributi
Stefano Benini, Stefano Bonometti, Riccarda Camellini, Salvatore Caputo, Rita Casadei, Elena Casadei Turoni, Micaela Castiglioni, Franco Cavallo, Patrizia De Mennato, Anne Destrebecq, Eleonora Di Giacomo, Diego Di Masi, Valerio Di Monte, Olga Durando, Rita Fantuzzi, Lorenza Franceschini, Maria Benedetta Gambacorti-Passerini, Lorenza Garrino, Valentina Giorgi, Carola Girotti, Cinzia Gradellini, Daniela Guarneri, Rossella Iannarelli, Antonella Lotti, Danila Maculotti, Daniela Mecugni, Stefano Merlo, Maria Paola Mostarda, Paolo Carlo Motta, Marisa Musaio, Carmen Diana Pantaru, Massimo Porta, Antonella Cinzia Punziano, Serena Rapetti, Maurizio Rota, Simona Rumiano, Moira Sannipoli, Antonietta Maria Scarpitta, Laura Selmo, Maura Striano, Alessio Surian, Stefano Terzoni, Marina Trento, Umberto Valentini
Livello
Studi, ricerche. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 250,      1a edizione  2018   (Codice editore 565.2.7)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891778123
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891785183
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Cosa vuol dire oggi diventare professionisti della cura? E quale ruolo hanno la narrazione e la riflessività nella formazione di questi professionisti? I saggi raccolti nel volume, scritti da pedagogisti e professionisti della cura, cercano di dare risposta a queste domande, presentando esperienze educative o di ricerca, sviluppate in contesti di prevenzione e cura, e alcune pratiche formative, qui riportate con lo scopo di condividerle, ma anche d’interrogarsi criticamente su di esse.
Presentazione del volume

Che cosa vuol dire oggi diventare professionisti della cura? Quale ruolo hanno la narrazione e la riflessività nella formazione di questi professionisti? E nella ricerca sulle loro pratiche di cura?
I saggi raccolti in questo volume, scritti da pedagogisti e professionisti della cura - soprattutto infermieri -, tentano di dare qualche risposta a questi interrogativi, condividendo criticamente esperienze educative, pratiche di formazione e direzioni di ricerca sviluppate in contesti di prevenzione e cura.
Interrogarsi sulle pratiche pedagogiche vuol dire, innanzitutto, scandagliare i modi concreti, gli strumenti, i metodi del fare formazione nei contesti (sanitari). È per questo che i saggi illustrano alcune esperienze, che vanno dalla formazione di base a quella permanente. Ciò che taglia trasversalmente tutti i contributi, suddivisi in due sezioni - "Formare e riflettere" e "Ricercare e riflettere" - è l'adesione, più o meno esplicita e completa, al quadro epistemologico che riconosce e valorizza la "svolta riflessiva" nella pratica educativa e nella ricerca, che ha caratterizzato il dibattito pedagogico dell'ultimo trentennio.
La riflessività è del resto considerata indispensabile anche nei contesti sanitari, perché diventare professionisti della cura è un percorso complesso, che richiede una formazione costante, lo sviluppo tanto di una expertise tecnica quanto della capacità di interrogare criticamente teorie e pratiche, riflettendo sia sulle azioni, per comprenderne i significati, sia durante le azioni per regolare l'agire in corso d'opera. Inoltre, in più saggi viene ribadita l'importanza di una particolare tipologia di riflessione, quella su se stessi, che è anche una forma di cura di sé.

Lucia Zannini è professore associato di Pedagogia presso la Scuola di Medicina dell'Università degli Studi di Milano. Insegna in diversi corsi di laurea, triennali e magistrali, delle professioni di cura. Vicepresidente del Centro Studi Riccardo Massa e co-coordinatore del Gruppo di lavoro sulla Pedagogia delle professioni della salute e della cura della Società Italiana di Pedagogia (SIPED), con FrancoAngeli ha pubblicato Salute, malattia e cura (a cura di, 2003), Il corpo-paziente. Da oggetto delle cure a soggetto della relazione terapeutica (2004), nonché diversi saggi in volumi collettanei.

Marika D'Oria è pedagogista e dottore di ricerca in Scienze della Formazione e della Comunicazione. Si occupa di gestione dei conflitti nelle relazioni educative e di comunicazione metaforica nelle professioni sanitarie. Ha collaborato come Visiting Research Scholar presso il Dipartimento di Scienze Cliniche e Digitali dell'Augusta University (USA). È coordinatrice dell'area "Formazione, Complessità e Identità Professionale" dell'Associazione Italiana di Medicina e Sanità Sistemica (ASSIMSS).

Indice
Patrizia de Mennato, Prefazione
Lucia Zannini, Marika D'Oria, Introduzione
Parte I. Formare e riflettere
Marisa Musaio, Cura di sé e cura dell'altro nella relazione educativa d'aiuto come lavoro sull'interiorità
Lorenza Franceschini, Riccarda Camellini, Elena Casadei-Turroni, Rita Fantuzzi, Valentina Giorgi, Cinzia Gradellini,
Daniela Mecugni, Apprendere la relazione nella cura
Daniela Guarneri, Maurizio Rota, Paolo Carlo Motta, L'accompagnamento degli studenti fragili: l'esperienza del Corso di Studio in Infermieristica dell'Università degli Studi di Brescia
Stefano Benini, I "Laboratori delle relazioni di cura" e la prospettiva del problematicismo pedagogico nella nursing education
Rita Casadei, Salute: dalla complessità all'originaria unità corpo-mente. Ipotesi e sperimentazione di una buona pratica
Laura Selmo, La riflessione che "cura": narrazione di un'esperienza formativa
M. Benedetta Gambacorti-Passerini, Anne Destrebecq, Stefano Terzoni, Lucia Zannini, Formare alla cura del fine-vita: il collage come strategia riflessiva per i partecipanti di un Master in Cure Palliative
Micaela Castiglioni, Carola Girotti, La medicina grafica nella formazione dei professionisti della cura e nell'educazione terapeutica dei pazienti
Marika D'Oria, Generare riflessività nella medicina generale. Metafore linguistiche fra formazione e pratica clinica
Maria Paola Mostarda, Salvatore Caputo, Rossella Iannarelli, Antonietta Maria Scarpitta, Umberto Valentini, Una sperimentazione formativa e riflessiva: il percorso nazionale per dirigenti associativi di "Diabete Italia"
Antonella Cinzia Punziano, Simona Rumiano, I-learning e Digital Storytelling: sperimentazione di nuovi modelli formativi nell'educazione continua del personale infermieristico
Maura Striano, Riformulare le sfide professionali attraverso l'Action Learning Conversation nelle organizzazioni sanitarie
Parte II. Ricercare e riflettere
Moira Sannipoli, "Bambini invisibili": un progetto di ricerca-formazione nei servizi per l'infanzia
Diego Di Masi, Alessio Surian, Transizioni riflessive: i pazienti nello sguardo dei tirocinanti
Antonella Lotti, Eleonora Di Giacomo, Pronti per la professione? La percezione di professionisti sanitari neoassunti e il ruolo del mèntore nell'accompagnamento
Stefano Bonometti, Danila Maculotti, Social Network come luogo di nursing online post-degenza: il ruolo dell'infermiere/tutor
Marina Trento, Stefano Merlo, Olga Durando, Serena Rapetti, Franco Cavallo, Massimo Porta, La Group Care come cura educativa e clinica. La persona con diabete tipo 1, il vissuto e il processo di adattamento alla malattia
Carmen Diana Pantaru, Lorenza Garrino, Valerio Dimonte, Soddisfare i bisogni culturali dei pazienti migranti e le loro famiglie nelle cure palliative: le percezioni dei professionisti sanitari
Marika D'Oria, Conclusione
Gli Autori.