Verso un nuovo liberalismo. Le proposte politiche e sociali di John Stuart Mill
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,   5a ristampa 2017,    1a edizione  1996   (Codice editore 886.22)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820495619

Presentazione del volume

Più volte, in Italia e all'estero, gli studiosi del pensiero politico sono tornati ad esplorare, negli ultimi anni, l'opera vastissima e multiforme di John Stuart Mill. E indubbiamente, nell'ambito di una più generale ripresa di interesse per il pensiero liberale e democratico, alcune tematiche fondamentali della riflessione milliana appaiono oggi di straordinaria attualità e si ripropongono come possibile risposta ai complessi problemi di libertà, di giustizia, di uguaglianza tuttora aperti nelle grandi società industrializzate ed ancor più drammatici nelle società in via di sviluppo.

A quelle tematiche è dedicato il presente volume, con una metodologia di ricerca che esula da criteri rigidamente cronologici per seguire la logica interna dell'evoluzione del pensiero milliano. Attraverso l'analisi approfondita anche di testi minori e poco conosciuti, nel tentativo di liberarle da ogni stratificazione successiva, le idee di Mill su riformismo e rivoluzione, sul concetto di rappresentanza, sui rapporti fra maggioranza e minoranza nella dinamica di una moderna democrazia riacquistano il loro valore originario e fondante. Di particolare interesse, per novità di prospettive, sono le pagine incentrate sul problema della libertà individuale nelle sue diverse esplicazioni e quelle in cui si ricostruisce l'itinerario di Mill verso un possibile liberalismo sociale. Né mancano approfondite riflessioni su Mill politico militante, con speciale riguardo alle sue battaglie per l'emancipazione femminile e contro la schiavitù.

Maria Teresa Pichetto, dopo aver insegnato Metodologia della ricerca storica, è ora professore associato di Storia delle dottrine politiche presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Torino. I suoi studi sono dedicati all'analisi del pensiero politico francese e inglese fra Seicento e Ottocento, con particolare riguardo alle tematiche dell'utopia, ma si sono estesi nel tempo anche a momenti e figure del Risorgimento italiano e al dibattito sull'antisemitismo. Autrice di numerosi saggi, articoli e interventi in convegni in Italia e all'estero, ha curato l'edizione critica delle Opere di C.-H. de Saint-Simon (Utet, 1975) e di La Terra Australe di Gabriel de Foigny (Guida, 1978) e ha pubblicato: Alle radici dell'odio (Angeli, 1983); John Stuart Mill (Angeli, 1985) e, in collaborazione con Giorgio Martellini, Massimo d'Ázeglio (Camunia, 1990). Collabora alla rivista "Il Pensiero Politico".

Indice

1. Riformismo e rivoluzione
2. Il concetto di rappresentanza
3. Governo rappresentativo e tutela delle minoranze
4. Democrazia, associazionismo e cooperativismo
5. Individualità e libertà
6. La questione femminile
7. II modello di società
8. II liberalismo sociale
9. La società americana nel liberalismo vittoriano
10. II linguaggio politico inglese del primo Ottocento